Nuovi farmaci nel trattamento dell'ipertensione

Emicrania

L'autore dell'articolo: Nivelichuk Taras, capo del dipartimento di anestesiologia e terapia intensiva, esperienza lavorativa di 8 anni. Istruzione superiore nella specialità "Medicina generale".

Da questo articolo imparerai: quali farmaci per l'ipertensione appartengono all'ultima generazione e se sono davvero meglio dei precedenti farmaci antipertensivi.

Il concetto di "ultima generazione" di farmaci antipertensivi non ha una definizione precisa degli anni di rilascio. Molto spesso, questo termine viene utilizzato a fini promozionali, promuovendo un determinato farmaco - non necessariamente il più efficace o nuovo - sul mercato farmaceutico. Ma la scienza medica non sta ferma. Test costantemente nuovi farmaci per l'ipertensione, ma la loro introduzione nella pratica clinica non è il caso di un anno. Non tutti i nuovi strumenti dimostrano maggiore efficacia e sicurezza rispetto a quelli più vecchi, ma anche agenti meglio testati. Quasi ogni anno, nuove pillole ipertensive contenenti i noti principi attivi o una combinazione di esse per lungo tempo vengono introdotte nel mercato farmacologico.

Tuttavia, vale la pena notare che alcuni farmaci antipertensivi hanno davvero generazioni, in questi casi possiamo parlare dell'ultima generazione di farmaci per l'ipertensione.

La maggior parte dei rappresentanti dell'elenco di farmaci per l'ipertensione di una nuova generazione sono prodotti sotto forma di compresse per uso orale. L'eccezione è labetalolo, un beta-bloccante disponibile come soluzione per la somministrazione endovenosa. Esistono altri farmaci per uso parenterale (ad esempio, nitrati, benzogeksonii, sodio nitroprussiato), ma sono difficili da attribuire ai nuovi farmaci. Quasi sempre, i farmaci antipertensivi per via endovenosa sono usati per trattare le crisi ipertensive.

In ogni caso, prima di applicare nuovi prodotti nel trattamento dell'ipertensione, è necessario consultare un cardiologo. Puoi anche cercare in modo indipendente informazioni sulla ricerca condotta sull'efficacia e sulla sicurezza di questo farmaco rispetto a farmaci già ben studiati.

Più avanti nell'articolo, i gruppi di farmaci sono ordinati per "età": dal vecchio al più moderno.

Inibitori degli enzimi di conversione dell'angiotensina

Gli inibitori dell'enzima di conversione dell'angiotensina (abbreviato in ACE inibitori) sono preparati farmaceutici che vengono usati principalmente per trattare l'ipertensione e l'insufficienza cardiaca. Questo gruppo di farmaci inibisce l'attività dell'enzima di conversione dell'angiotensina, che converte l'angiotensina 1 inattiva in angiotensina 2 attiva, espandendo così i vasi sanguigni e riducendo il carico sul cuore.

Il primo ACE-inibitore (captopril) è stato scoperto più di 40 anni fa e da allora, 12 farmaci di questo gruppo sono stati introdotti nella pratica clinica.

Al momento, gli ACE inibitori, che sono stati inventati negli anni '90, sono più spesso usati. La loro lista è:

  1. Ramipril.
  2. Perindopril.
  3. Zofenopril.
  4. Quinapril.
  5. Fosinopril.

Nonostante l'introduzione piuttosto a lungo termine nella pratica clinica, questi farmaci continuano a condurre con sicurezza tra tutti gli ACE-inibitori, dimostrando la sua elevata efficacia e sicurezza in molti studi. Inoltre, molte prove scientifiche suggeriscono che non vi sono quasi differenze significative nell'efficacia e nella sicurezza di diversi rappresentanti di un ACE-inibitore. Sia il lisinopril che il fosinopril possono ridurre efficacemente la pressione sanguigna, sebbene il costo di questi farmaci in una farmacia possa variare in modo significativo.

Oltre al trattamento dell'ipertensione, viene usato un ACE inibitore per:

  • Insufficienza cardiaca: questi farmaci riducono il carico sul cuore.
  • Nefropatia diabetica - Gli ACE-inibitori aiutano a mantenere lo stato funzionale dei reni.
  • Malattia renale cronica - un ACE-inibitore può aiutare a rallentare la progressione di queste malattie.
  • Infarto miocardico

Persone che non dovrebbero assumere un ACE-inibitore:

  • Donne in gravidanza e in allattamento.
  • Pazienti con ipersensibilità a questi farmaci.
  • Pazienti con alcune malattie renali - per esempio, stenosi dell'arteria renale.

L'effetto collaterale più frequente di tutti - anche i più recenti - ACE-inibitori è una tosse secca che si sviluppa in circa il 10% delle persone che assumono questi farmaci. Meno comuni sono il gonfiore delle labbra, della lingua o intorno agli occhi, così come il deterioramento dei reni.

Bloccanti dei canali del calcio

I calcio antagonisti (abbreviato BPC), talvolta chiamati antagonisti del calcio, sono un gruppo di farmaci che influenzano l'ingresso di ioni calcio in alcune cellule muscolari. Sono usati per trattare varie malattie, tra cui l'ipertensione arteriosa, l'angina pectoris, la sindrome di Raynaud e le aritmie cardiache, nonché per interrompere la nascita prematura durante la gravidanza.

Elenco dei tre gruppi principali di BKK:

  1. Gruppo nifedipino (diidropiridine).
  2. Gruppo diltiazem (benzotiazepine).
  3. Gruppo Verapamil (fenilalchilamine).

Le diidropiridine, sviluppate negli anni '60, sono spesso utilizzate per ridurre la pressione sanguigna.

Ci sono 4 generazioni di farmaci dal gruppo nifedipine:

  • 1a generazione - nifedipina;
  • 2a generazione - nicardipina, felodipina;
  • 3a generazione - amlodipina;
  • 4a generazione - cilnidipina.

Nella pratica clinica, farmaci usati più spesso delle prime tre generazioni, i medici della cilnidipina prescrivono abbastanza raramente.

Amlodipina - forse il farmaco più frequentemente prescritto dal gruppo BPC. Ha iniziato ad essere utilizzato nel 1990. L'amlodipina ha dimostrato un'elevata efficacia nel trattamento dell'ipertensione, oltre che della sicurezza.

La Tsilnidipina è un nuovo farmaco di quarta generazione del gruppo BPC, che presenta alcuni vantaggi rispetto ad altri antagonisti del calcio. Rispetto ai rappresentanti delle prime tre generazioni, che influenzano solo i canali del calcio di tipo L, la cilnidipina può anche bloccare il loro tipo N. Questa proprietà può avere un utile significato clinico, manifestato dalla soppressione della tachicardia riflessa e da una diminuzione dell'edema, che a volte vengono osservati con l'uso di amlodipina e altri BPC più anziani. Tsilnidipin ha un'alta lipofilia, a causa della quale ha un effetto prolungato. Cilnidipina con i nomi commerciali "Duocard", "Tsilakar", "Atelek" è prodotto.

Le controindicazioni all'appuntamento di dihydropyridines includono reazioni allergiche a una preparazione particolare.

Beta-bloccanti

I beta-bloccanti (BB) sono una classe di farmaci che bloccano i recettori catecolaminici endogeni (norepinefrina e adrenalina) e sono usati per ridurre la pressione sanguigna, trattare i disturbi del ritmo cardiaco e prevenire l'infarto del miocardio.

Il primo BB (propranololo) è stato sintetizzato nel 1964. Molti medici e scienziati concordano sul fatto che la scoperta di questo gruppo di farmaci è uno degli eventi più importanti in medicina clinica e farmacologia del XX secolo.

Da quel momento, è stato sviluppato un bel po 'di BB. Alcuni di loro agiscono su tutti i tipi di beta-adrenorecettori, altri solo su uno di essi. È su queste proprietà che si distinguono tre generazioni di BB:

  1. 1a generazione - propranololo, timololo, sotalolo (recettori adrenergici non selettivi, a blocco beta-1 e beta-2)
  2. 2a generazione: metoprololo, bisoprololo, esmololo (selettivi, bloccanti solo beta-1 adrenorecettori)
  3. 3a generazione - carvedilolo, nebivololo, labetalolo (possiede ulteriori proprietà vasodilatatorie).

Carvedilolo è uno dei BB di terza generazione, con la proprietà aggiuntiva di dilatazione vascolare. Agisce sugli adrenorecettori beta-1 e beta-2 e blocca anche gli adrenorecettori alfa nei vasi. A causa di questi effetti, carvedilolo diminuisce la pressione sanguigna più fortemente, influenza meno la frequenza cardiaca e non aumenta i livelli di lipidi e glucosio nel sangue. Lo svantaggio del farmaco è il suo effetto sui beta-2-adrenorecettori, che aumenta il rischio di broncospasmo. Carvedilolo deve essere assunto due volte al giorno, il che non è molto conveniente per il paziente.

Il nebivololo è un farmaco che agisce selettivamente sui recettori beta-1-adrenergici, che ha anche proprietà vasodilatanti a causa della sintesi potenziata dell'ossido nitrico (NO) nell'endotelio vascolare. A causa di questi effetti, il nebivololo riduce la pressione arteriosa, influisce meno sulla frequenza cardiaca, non aumenta i livelli di lipidi e glucosio nel sangue, non causa disfunzione erettile. L'effetto negativo di questo farmaco è un effetto piuttosto debole sui beta-bloccanti, quindi, è più spesso usato negli anziani con insufficienza cardiaca.

Labetalol è un farmaco con proprietà beta-bloccanti non selettive e un effetto sui recettori alfa. Il labetalolo viene utilizzato principalmente sotto forma di somministrazione endovenosa, in cui ha una durata d'azione molto breve, che consente un buon controllo sugli effetti del farmaco. Questo è il beta bloccante più efficace per il trattamento delle crisi ipertensive. È spesso usato per feocromocitoma (tumore surrenale) e preeclampsia (tossicosi tardiva in donne in gravidanza).

Vista moderna sul trattamento dell'ipertensione: i principi e gli schemi della terapia, i farmaci di una nuova generazione

L'ipertensione arteriosa è rilevata da tali sintomi come cefalea frequente e grave, perdita generale di forza, capogiri e alterazioni delle funzioni mentali e motorie.

Da un po 'di tempo è in grado di colare e nascondere, ma un giorno si manifesta come una crisi ipertensiva. Sia nel caso del decorso latente che nelle manifestazioni acute dell'ipertensione, il cui trattamento deve essere iniziato il più presto possibile, rappresenta un serio pericolo per la salute e la vita umana.

Cos'è l'ipertensione?

Per capire cos'è l'ipertensione arteriosa (AH) e come trattarla, è necessario capire come funziona il sistema dei vasi sanguigni. In un corpo sano, i vasi sono forti e resilienti e hanno la capacità di restringersi ed espandersi secondo necessità. Questa funzione è chiamata tono vascolare.

Con l'incapacità dei vasi di espandersi, si crea una maggiore tensione nel sistema circolatorio e le pareti dei vasi sono sottoposte a pressione dal sangue. Soprattutto, le navi stesse sono in uno stato di tono aumentato.

Numeri regolarmente alti (140/90 mm Hg e oltre) indicano che l'ipertensione si è sviluppata.

Principio e regime di trattamento

Diversi sistemi sono coinvolti nella regolazione della pressione arteriosa (BP) nel corpo e i farmaci per ridurre la pressione esercitano il loro effetto terapeutico influenzando le funzioni di questi sistemi.

  1. Se la causa dell'ipertensione è la ritenzione idrica e il sale nell'organismo, è consigliabile utilizzare le pillole per la pressione con un effetto diuretico - diuretici.
  2. Per le violazioni nel sistema renina-angiotensina-aldosterone (RAAS), che regola la pressione arteriosa con un ormone chiamato angiotensina II, i sartani vengono usati come bloccanti dei recettori per questo ormone.
  3. Per ridurre il carico sul muscolo cardiaco e la resistenza vascolare della periferia, si utilizzano la normalizzazione della circolazione sanguigna e del metabolismo, i bloccanti enzimatici che convertono l'angiotensina I in angiotensina II o gli ACE-inibitori.
  4. I bloccanti dei canali del calcio che impediscono l'infiltrazione di ioni Ca nelle sue cellule - i BPC, chiamati anche antagonisti del calcio - sono rilevanti per ridurre la richiesta di ossigeno del cuore per l'ossigeno.
  5. Se necessario, un effetto diretto sul sistema nervoso centrale utilizza farmaci ad azione centrale che influenzano i recettori responsabili del mantenimento della pressione sanguigna normale.
  6. In tali concomitanti patologie di ipertensione come fibrillazione atriale o malattia coronarica, si raccomanda l'uso di beta-bloccanti.

Nel trattamento dell'ipertensione, vengono spesso praticate combinazioni di farmaci antipertensivi con diverse farmacodinamiche.

Come trattare?

Considerare quali farmaci dovrebbero essere presi nel trattamento dell'ipertensione, quali di essi possono essere combinati, come trattare i pazienti anziani. Di seguito sono riportati gli elenchi dei farmaci più moderni e migliori utilizzati nel trattamento dell'ipertensione.

Elenco di tutte le pillole

Dal momento che è impossibile fornire un elenco completo di pillole per la pressione che sono disponibili (ce ne sono diverse migliaia), soffermiamoci sulla lista degli ingredienti attivi usati come base per i farmaci antipertensivi e i nomi commerciali più comuni.

Per comodità, l'elenco di compresse per l'ipertensione sarà presentato alfabeticamente da classi farmacoterapeutiche.

La varietà di farmaci per la pressione nella lista di tutti i farmaci utilizzati nel trattamento dell'ipertensione, parla dello studio dell'ipertensione continua in medicina e del desiderio di creare nuovi farmaci per l'ipertensione. Il requisito principale per i farmaci per l'ipertensione di una nuova generazione è il numero minimo di effetti collaterali pur mantenendo la loro alta efficienza.

La terapia farmacologica per l'ipertensione dovrebbe essere selezionata da un medico.

Preparazioni combinate

I farmaci per l'ipertensione accompagnano una lunga lista di effetti collaterali, che in molti casi diventano un ostacolo al loro uso in alcuni pazienti. Tuttavia, gli effetti collaterali, di norma, sono dose-dipendenti, il che rende possibile applicare la dose minima efficace per il trattamento dell'ipertensione. Se è richiesto un aumento dell'efficacia di un farmaco, si raccomanda di utilizzare preparati combinati, in cui gli ingredienti attivi sono presenti in dosi sicure ma hanno proprietà complementari.

A causa del fatto che non tutte le pillole per l'ipertensione possono essere utilizzate contemporaneamente, è necessario leggere attentamente l'elenco di quali dei mezzi combinati sono i migliori per il trattamento dell'ipertensione:

  • Amprylan NL - ingredienti attivi ramipril (ACE inibitore) e idroclorotiazide (diuretico);
  • Aprovask basato sul BPC di amlodipina e bloccante del recettore dell'angiotensina II irbesartan;
  • Aritel Plus, Lodoz con principi attivi bisoprololo e idroclorotiazide (beta-bloccante e diuretico);
  • Vazotenz N, Gizaar - combinazioni di losartan e idroclorotiazide;
  • Walz H, Duopress - combinazioni di valsartan e idroclorotiazide;
  • Vamloset, Exforge - una combinazione di amlodipina e valsartan;
  • Dilaprel Plus - capsule con ramipril e indapamide;
  • Diroton Plus - capsule con lisinopril e indapamide;
  • Capezzina - compresse di captopril e idroclorotiazide;
  • Ko-Perineva, Ko-Parnavel, Noliprel, Perindopril-Indapamide Richter - una combinazione dei principi attivi perindopril e indapamide;
  • Co-Renitec, Renipril GT, Enap N a base di enalapril e idroclorotiazide;
  • Co-Vamloset è una combinazione di amlodipina, valsartan e idroclorotiazide;
  • Concor AM - una combinazione di amlodipina e bisoprololo;
  • Lisinoton N a base di lisinopril e idroclorotiazide;
  • Logimaks - compresse con metoprololo e felodipina;
  • Lozap Plus, Lorista N - losartan con idroclorotiazide;
  • Nebilong AM - amlodipina con nebivololo;
  • Parnavel Amlo, Prestans - amlodipina con perindopril;
  • Roxera Combi - amlodipina con calcio rosuvastatina (statina);
  • Tenochek - amlodipina con atenololo;
  • Tritatse Plus - ramipril con idroclorotiazide;
  • Fozikard N - fosinopril con idroclorotiazide;
  • Egipres - capsule di ramipril con amlodipina;
  • Equamer è una combinazione di lisinopril, amlodipina e rosuvastatina;
  • Equatore - amlodipina con lisinopril;
  • Enzix, Enzix duo forte - ACE inibitore enalapril in combinazione con diuretico indapamide.

Nessun effetto collaterale

L'elenco delle migliori pillole per l'ipertensione senza effetti collaterali comprende farmaci di quasi tutti i gruppi farmacoterapeutici di farmaci antipertensivi:

  • Amlodipina e Lercanidipina (calcio antagonisti);
  • Irbesartan e Valsartan (bloccanti dei recettori dell'angiotensina);
  • Lisinopril, perindopril, fozinopril (ACE inibitore);
  • Indapamide, idroclorotiazide (dal gruppo diuretico);
  • Aliskiren è un inibitore della renina;
  • Moxonidina, Rilmenidina - Agonisti del recettore I1-imidazolina.

L'elenco sopra di farmaci non significa che le pillole elencate non hanno effetti collaterali. Tali farmaci semplicemente non esistono. Ma queste sono le migliori pillole, le cui istruzioni per l'uso indicano che i loro effetti collaterali non compaiono spesso o raramente.

Farmaci di nuova generazione

Gli sviluppatori di farmaci moderni per l'ipertensione stanno cercando di migliorare i farmaci esistenti e persino creare nuovi gruppi farmacologici. Questo desiderio è dettato dalla domanda dei consumatori per le migliori pillole per l'ipertensione, perché gran parte dei pazienti rifiuta di prendere la terapia antipertensiva per paura di reazioni avverse. Quindi ci sono i farmaci di una nuova generazione, alcuni dei quali si sono già incontrati nelle liste di cui sopra.

Tra i primi nella lista dei farmaci di ultima generazione è il nome di un nuovo gruppo farmacoterapeutico di farmaci - inibitori della renina. Il principio attivo aliskiren noto al consumatore russo è un rappresentante di questo gruppo. Il marchio per la nuova generazione di medicinali a base di aliskiren è Rasilez.

Rappresentanti di un altro gruppo farmaceutico, bloccanti dei recettori dell'angiotensina o sartani, non sono molto indietro nella loro efficacia e sicurezza. I farmaci più moderni sono basati su olmesartan (Cardosartan) e valsartan (Valsakor, ecc.).

In Germania, viene prodotto un farmaco ad azione centrale che appartiene all'agonista del recettore I1-imidazolina, Physiotens. Anche la sua controparte russa, la moxonidina, ha ricevuto un meritato riconoscimento da parte di pazienti e cardiologi.

Carvedilolo è rilasciato dal gruppo di alfa e beta bloccanti adrenergici, recentemente è stato usato come vasodilatatore.

Tali farmaci utilizzati nel trattamento dell'ipertensione, come l'amlodipina e la lercanidipina, che appartengono ai bloccanti dei canali del calcio di terza generazione, sono stati recentemente certificati.

L'elenco di compresse dalla pressione della nuova generazione sarà completato con il più moderno ACE-inibitore, il fosinopril. Questo principio attivo fa parte dei migliori farmaci per l'ipertensione e come componente indipendente e in combinazione con altri farmaci antipertensivi.

Caratteristiche del trattamento degli anziani

Il trattamento dell'ipertensione nell'anziano nella maggior parte dei casi è complicato dalla presenza contemporanea di più patologie concomitanti nel paziente.

Inoltre, l'ipertensione negli anziani è spesso instabile, soggetta a differenze nella pressione sanguigna. Il polso nella maggior parte dei rappresentanti di questo gruppo di pazienti non è inoltre distinto dall'adeguatezza fisiologica, spesso in aumento o in diminuzione, non in base alle circostanze, ma nonostante ciò. Per questo motivo, è abbastanza difficile trovare un farmaco senza effetti collaterali per gli anziani.

Molti cardiologi dicono che l'ipertensione negli anziani è meglio combattere con piccole dosi di farmaci combinati con il rilascio graduale di sostanze attive. Il medico dovrebbe scegliere la migliore medicina per ridurre la pressione individualmente.

È possibile curare per sempre?

L'ipertensione arteriosa si riferisce a patologie croniche e le malattie croniche, come è noto, possono essere guarite definitivamente solo in casi eccezionali. Pertanto, non esiste un corso di trattamento dell'ipertensione e la questione se l'ipertensione sia curabile scompare da sola. Ma è abbastanza possibile migliorare significativamente il benessere dei pazienti con ipertensione con l'aiuto di farmaci antipertensivi e uno stile di vita sano.

La terapia antiipertensiva scelta correttamente ha a lungo mantenuto la qualità della vita dei pazienti nei paesi europei a livello di persone sane, ma anche lì non si stanno chiedendo se sia possibile curare completamente l'ipertensione e come farlo per sempre. Comprendendo che ci sono malattie croniche, devi solo essere disciplinato e seguire esattamente le raccomandazioni del medico.

Misure senza uso di droghe

Indagando i prerequisiti eziologici per lo sviluppo dell'ipertensione arteriosa, gli esperti hanno stabilito una stretta relazione tra questa condizione patologica e lo stile di vita del paziente. Pertanto, il paziente stesso deve compiere i primi passi nel trattamento dell'ipertensione, seguendo le regole su come trattare l'ipertensione a casa.

dieta

È stato osservato e dimostrato che un eccesso di sale nella dieta in quasi il 100% dei casi porta allo sviluppo di ipertensione.

L'eccesso di grasso nel cibo consumato non ha minore influenza sullo stato delle navi: esse creano un carico eccessivo sul sistema metabolico, che causa dislipidemia (metabolismo dei grassi compromesso) e la deposizione di colesterolo nelle pareti dei vasi sanguigni. Nella maggior parte dei casi, ciò comporta un restringimento del lume e il deterioramento dell'elasticità dei vasi. A questo proposito, i principali requisiti nella dieta antiipertensiva sono rigorose restrizioni su sale, grassi e zuccheri.

Rimedi popolari

Per sostituire il cibo spazzatura nella dieta di una persona che vuole iniziare il trattamento dell'ipertensione senza farmaci, dovrebbero venire prodotti che migliorano la digestione e il metabolismo e contribuiscono alla normalizzazione della circolazione sanguigna. E durante i periodi di aumento della pressione sanguigna può essere usato per trattare l'ipertensione, le proprietà ipotensive di alcune bacche, frutta e verdura, usandole sotto forma di succhi o interi. Come complemento piacevole al trattamento non farmacologico dell'ipertensione, vengono utilizzati tè con l'aggiunta di erbe medicinali - piccione essiccato, motherwort, erba di San Giovanni, menta piperita e altri.

sintomi

Dopo aver esaminato i metodi di trattamento dell'ipertensione, ricordiamo anche i sintomi che manifestano questa condizione patologica. Il principale è la pressione alta, registrata con un tonometro. Questi sono valori da 140/90 mm Hg e superiori. Organismi di diverse persone reagiscono in modo diverso all'ipertensione arteriosa:

  • alcune persone hanno dolore o bruciature nella parte posteriore della testa;
  • altri sono vertiginosi e pesanti;
  • altri si lamentano della mancanza di aria e palpitazioni cardiache;
  • un sintomo pericoloso è un forte dolore al centro del torace.

I metodi più efficaci

In una varietà di metodi per il trattamento dell'ipertensione, è difficile scegliere in modo indipendente il farmaco più efficace per l'ipertensione, che soddisfi pienamente i requisiti di sicurezza ed efficacia terapeutica. Solo un medico sulla base della storia raccolta e degli studi diagnostici del paziente è in grado di determinare quali pillole per l'ipertensione saranno più efficaci in questo caso. Pertanto, non è possibile chiamare l'universale "miglior agente per il trattamento dell'ipertensione".

Abbiamo già presentato le liste dei tablet più sicuri e moderni, inclusa la nuova generazione. I medici attuali offriranno certamente ai loro pazienti l'uso di uno dei farmaci più moderni e migliori per il trattamento dell'ipertensione.

Revisione recensione

La tua valutazione di compresse per l'ipertensione può essere fatta in base alle recensioni di pazienti che comunicano in numerosi forum medici. Le opinioni di pazienti abbastanza spesso coincidono con le opinioni dei dottori sul trattamento dell'ipertensione. Ovviamente, le recensioni non dovrebbero essere usate come linee guida quando si scelgono quali pillole per la pressione sono buone, poiché ciò che è buono per uno potrebbe non adattarsi affatto all'altro organismo. Pertanto, una revisione delle opinioni sui farmaci è una ricerca di fatti, piuttosto che una raccomandazione.

Secondo le recensioni, la valutazione del farmaco è la seguente:

  • Physiotens (Moksonidin) è nominato il migliore, ma anche il più costoso farmaco contro la pressione;
  • I malati di asma bronchiale sono chiamati Sartan Valsakor, il farmaco di scelta per il trattamento dell'ipertensione;
  • i pazienti anziani danno buone stime di Prestarium (ACE-inibitore);
  • donne con vertigini, elogiare Betalok ZOK;
  • i pazienti sopravvissuti allo stato preinfarto affermano di essere supportati dalle compresse Vamloset (un rimedio combinato) e Veroshpiron (il principio attivo è il diuretico spironolattone);
  • le persone che assumono farmaci antipertensivi da più di 10 anni ritengono che Lisinopril sia il migliore per loro;
  • coloro che soffrono di fibrillazione atriale e picchi di pressione sono trattati con successo con bisoprololo.

Come possiamo vedere, le variazioni del corso di AH, anche nelle recensioni, sono descritte abbastanza, quindi, si dovrebbe scegliere la medicina migliore rigorosamente individualmente.

Video utile

Guarda un video sui metodi moderni di trattamento dell'ipertensione: