Pronto soccorso necessario per lesioni cerebrali craniche

Emicrania

Il primo soccorso per il trauma cranico (PMP) e il momento del parto giocano un ruolo importante, poiché questo infortunio può avere conseguenze molto gravi. Secondo le statistiche, ogni centesimo persona sulla Terra viene uccisa proprio a causa di tali lesioni.

La lesione alla testa colpisce le ossa del cranio, delle articolazioni nervose, dei vasi cerebrali e delle membrane. La malattia, nonostante la gravità del corso, nella pratica medica non è rara.

Questo danno è particolarmente pericoloso e presenta gravi complicazioni: può esserci una compromissione della funzionalità del cervello e della circolazione sanguigna, con conseguente insufficiente apporto di ossigeno ai vasi e ai tessuti cerebrali. Esiste una possibilità di sviluppo di edema cerebrale, spostamento della materia grigia, bloccaggio dei vasi e creazione di complicazioni di natura diversa, e la morte non fa eccezione.

Alcune caratteristiche del TBI

La lesione cerebrale traumatica può essere lieve, moderata o grave.

Dalla natura della lesione sono tipi aperti e chiusi. La forma aperta è caratterizzata dal danneggiamento del cuoio capelluto, del tessuto osseo e della sostanza interna.

Se solo la pelle è danneggiata e l'aponeurosi non è influenzata, una lesione alla testa è considerata una lesione di tipo chiuso, che è molto più comune. È caratterizzato da una possibile commozione cerebrale e la valutazione principale della gravità è l'amnesia parziale e il momento in cui la vittima è incosciente.

Quando una persona è equilibrata, la presenza di una commozione cerebrale è indicata da nausea, accompagnata da attacchi di vomito, un viso bruscamente pallido, un ritmo cardiaco anormale e attività generale.

Dopo qualche tempo, i segni di tremore gradualmente diminuiscono e passano.

La contusione cerebrale provoca quasi sempre necrosi del tessuto nervoso. Come risultato della formazione di ematomi interni e di ingresso di aria, la situazione è alquanto aggravata e diventa pericolosa per la vita.

Il paziente può essere in uno stato di coma per un lungo periodo di tempo con emorragia successiva nell'area del tessuto molle del cervello. A giudicare dai segni esterni, la vittima ha un forte mal di testa, il vomito si apre con attacchi costanti di nausea, può verificarsi una perdita di coscienza e inizia l'agitazione psicomotoria del piano di riflesso.

Come determinare la presenza di lesioni cerebrali traumatiche

La definizione di danno cerebrale traumatico di tipo aperto non è particolarmente complessa. Può essere visto sulla base di segni esterni. Ma con il caso chiuso, il caso è un po 'complicato. Tuttavia, esiste un elenco di sintomi con cui può essere rilevato. Le manifestazioni sono della seguente natura:

  • la persona è costantemente incline al sonno;
  • c'è una grave debolezza, accompagnata da vertigini;
  • mal di testa;
  • la vittima può svenire;
  • spesso vomito e costantemente nauseabondo;
  • l'amnesia è una temporanea perdita di memoria quando una persona non ricorda cosa gli è successo e come è stato ferito.

Una delle conseguenze più gravi del danno è la paralisi, che si verifica a seguito di uno stato di incoscienza a lungo termine.

Pronto soccorso per lesioni cerebrali traumatiche

Per essere in grado di fornire il primo soccorso a TBI, è necessario prendere in considerazione le possibili conseguenze e sapere cosa fare in questo caso è impossibile.

Elenco delle misure necessarie:

  • l'infortunato viene posto sulla schiena con il controllo concomitante della condizione generale, tenendo conto della frequenza della respirazione e del polso;
  • se la vittima è incosciente, per evitare di riempire le vie respiratorie con il vomito, viene girata da un lato - questa misura può prevenire la caduta della lingua e l'insorgenza del soffocamento, cosa che accade molto raramente;
  • una medicazione sterile deve essere applicata sulla ferita;
  • se un danno cerebrale traumatico di tipo aperto, allora tutti i danni superficiali sono circondati da bende prima di applicare la medicazione principale;

Una delle condizioni per la fornitura del primo soccorso è chiamare un'ambulanza se:

  • sanguinamento da una ferita alla testa, dalle orecchie e dal naso;
  • inizia un mal di testa insopportabile;
  • la respirazione si ferma;
  • la coscienza è confusa o la sua perdita completa è osservata;
  • l'equilibrio è perso e gli impulsi muscolari motori sono disturbati;
  • le forze scompaiono fino all'impossibilità di tenere le gambe;
  • compaiono convulsioni, vomito ripetutamente aperto e pronuncia e dizione sono disturbate.

Se una lesione cerebrale traumatica di tipo aperto di qualsiasi grado, nonostante il fatto che in un primo momento sembra alla vittima che non sia successo nulla di terribile, allora un'ambulanza deve ancora essere chiamata e ha insistito affinché il medico fosse esaminato dal paziente.

Quando si esegue il rendering di un PPM, non si dovrebbe lasciare una persona in una posizione seduta in nessuna circostanza, anche se la vittima è più a suo agio. È anche inaccettabile lasciarlo incustodito e lasciarlo andare prima che arrivi l'ambulanza.

Trattamento della lesione cerebrale traumatica

Il processo di trattamento del PMP e il periodo di riabilitazione dipende principalmente dalla gravità e dalle caratteristiche del danno. Inizialmente, è necessario assicurarsi che l'apparato respiratorio sia sufficientemente percorribile e, in caso di danno, adottare le misure appropriate.

È necessario stabilizzare l'emodinamica, se necessario, utilizzare i metodi di terapia anti-shock e ventilazione. Le terapie generali dovrebbero essere mirate alla stretta osservanza delle norme di equilibrio del sale marino nel corpo, normalizzazione della pressione sanguigna, mantenimento della temperatura corporea ammissibile e coordinamento dei movimenti.

Per quanto riguarda i metodi principali, sono costituiti da terapia antibatterica e farmacologica e prevedono la possibilità di un intervento chirurgico.

Una volta che i medici riescono a portare alla coscienza il paziente, il loro compito è condurre una terapia attivante. Il punto importante per i medici e il personale medico è di mantenere la normale pressione intracranica e una quantità sufficiente di ossigeno al cervello per evitare il processo di ipossia, poiché ciò comporta un danno cerebrale a livello cellulare. Se il sanguinamento è completamente interrotto o assente, vengono applicati i metodi conservativi convenzionali di trattamento e prevenzione.

Il periodo di riabilitazione, che per ogni paziente avviene in momenti diversi, prevede il rispetto di un certo ritmo di vita dopo il trauma subito. Una persona non dovrebbe lavorare troppo, andare a letto in orario e fare brevi passeggiate all'aria aperta il più spesso possibile, poiché il cervello ha bisogno di ossigeno.

Necessità di primo soccorso e trattamento in clinica per NMP

Qualsiasi intervento nella funzione cerebrale della testa, anche il primo soccorso medico, può influire significativamente sull'ulteriore corso dei sintomi, sulla loro durata e su sospette manifestazioni negative, che possono essere prevenute o, come ultima risorsa, minimizzato con l'approccio corretto e accurato.

Se la vittima è cosciente, deve essere persuaso ad andare in ospedale e, offrendo aiuto, scortare direttamente all'ambulatorio del medico.

Il fatto è che quando si riceve una lesione, i processi patologici non hanno ancora guadagnato forza. Inoltre, la vittima stessa, trovandosi in una condizione di shock agitato, all'inizio potrebbe non sentire alcun dolore e indisposizione e decidere che affronterà da solo questi problemi minori.

Il paziente dovrebbe anche essere il più informato possibile ed essere pienamente consapevole dei problemi che gli sono venuti in mente, consapevole del fatto che la negligenza e la reazione ritardata possono costargli troppo.

Lesioni alla testa: primo soccorso

Il numero di incidenti cresce costantemente ogni anno - un pagamento così triste per le "benedizioni della civiltà". Le ferite alla testa occupano uno dei primi posti tra gli altri infortuni in tempo di pace. Ogni anno muoiono in media 700 persone e questa cifra non è ancora al limite. La tragedia della situazione sta nel fatto che la primissima vita lascia il meglio: questi sono bambini (l'incidenza delle lesioni traumatiche cerebrali (TBI) è molto più alta tra loro rispetto agli adulti) e ai giovani, il cosiddetto "colore della nazione".

La lesione cerebrale traumatica è un danno al cranio e al suo contenuto di natura meccanica, che si manifestano in alcuni sintomi neurologici. Quando le ferite alla testa sono estremamente importanti nel tempo e forniscono in modo competente il primo soccorso in modo da non perdere tempo prezioso, motivo per cui è importante che ogni persona conosca le sue basi.

Cause di ferite alla testa

Cosa causa ferite alla testa:

  • incidenti stradali;
  • cade da altezza;
  • infortuni sul lavoro;
  • lesioni domestiche;
  • infortuni sportivi.

Classificazione delle lesioni cerebrali traumatiche

Per la natura del danno, si distinguono le seguenti lesioni:

  • chiuso (lesioni in cui l'aponeurosi non è danneggiata, ma sono possibili lividi e lesioni dei tessuti molli della testa);
  • aperto (lesioni in cui, oltre alla pelle, l'aponeurosi è necessariamente danneggiata)
  • penetrante (lesioni in cui l'integrità della dura madre è compromessa).

Clinica per le lesioni alla testa

Commozione cerebrale cerebrale. Questa lesione alla testa più comune si verifica nell'80% dei casi. Patologia macrostrutturale non viene rilevata, e il danno è osservato solo a livello cellulare, in connessione con questo commozione cerebrale è una forma funzionalmente reversibile. Il paziente è incosciente per alcuni secondi o minuti con la presenza di amnesia ed è anche caratterizzato dalla comparsa di nausea e vomito. Dopo che il paziente ha ripreso conoscenza, si lamenta di vertigini, cefalea diffusa, visione doppia, sudorazione. Le funzioni vitali non sono compromesse. Minori disturbi neurologici si manifestano sotto forma di asimmetria dei riflessi tendinei, nistagmo su piccola scala, che scompaiono in una settimana. La condizione dei pazienti durante la prima settimana è significativamente migliorata e durante la TC e la risonanza magnetica non viene rilevata alcuna patologia.

Contusione cerebrale Con questa patologia, in contrasto con la concussione, ci sono danni macrostrutturali alla sostanza del cervello sotto forma di emorragia e distruzione. L'emorragia subaracnoidea è un "satellite" di tali lesioni. Anche le fratture delle ossa del cranio non fanno eccezione e la gravità delle condizioni del paziente dipende direttamente dalla gravità di queste manifestazioni. Uno dei sintomi principali è il gonfiore della sostanza cerebrale. Si distinguono i seguenti tipi di danno:

  • lieve severità. I pazienti possono essere incoscienti per circa 20 minuti. Reclami tipici delle lesioni alla testa - nausea, vomito, vertigini, cefalea diffusa. L'amnesia retrograda e anterograda è annotata. Le funzioni vitali non sono significativamente alterate, i cambiamenti nella forma di bradicardia e ipertensione compaiono nella parte del sistema cardiovascolare. I sintomi neurologici si manifestano come insufficienza piramidale, lieve anisocoria, nistagmo clonale.
  • gravità moderata. Il paziente è privo di sensi per diverse ore. Dopo che il paziente riprende conoscenza, compaiono vomito multiplo, amnesia grave e disturbo mentale. Le funzioni vitali compromesse si manifestano sotto forma di persistente bradicardia, ipertensione e tachipnea senza disturbare le vie respiratorie. Nello stato neurologico, nistagmo, asimmetria del tono muscolare e dei riflessi tendinei, sono presenti sintomi meningei e segni patologici. I sintomi focali sono presentati sotto forma di disturbi pupillari e oculomotori, paresi degli arti, disturbi del linguaggio.
  • gravità severa. Il paziente è in coma da molto tempo (se non ucciso) - poche settimane. Le funzioni vitali sono gravemente compromesse e rappresentano una minaccia significativa per la vita. I sintomi del gambo sotto forma di movimenti fluttuanti dei bulbi oculari, disturbi del ritmo e della frequenza respiratoria, midriasi biliare o miosi, divergenza dei bulbi oculari verticalmente o orizzontalmente, ormoni, segni patologici di arresto, paresi degli arti, convulsioni sono possibili. Tali pazienti sono in coma profondo e la prognosi per la vita è molto spesso sfavorevole. Con tali contusioni cerebrali, si notano fratture delle ossa del cranio e massicce emorragie subaracnoidee.

Compressione di ematomi intracranici. Gli ematomi si formano sopra o sotto la dura madre a seguito di fratture del cranio depresse. Clinicamente, appaiono come una contusione cerebrale, ma hanno le loro caratteristiche. Dopo il recupero della coscienza in un paziente, è possibile un cosiddetto "gap luminoso", quando diventa più facile per qualche tempo, ma man mano che l'edema cerebrale progredisce e la sua dislocazione progredisce, il paziente cade nuovamente in coma.

Pronto soccorso per lesioni cerebrali traumatiche

Non solo il recupero, ma anche la vita dipende in gran parte dalla qualità del pronto soccorso e dalla rapida consegna della vittima all'ospedale. A questo proposito, qualsiasi persona che fornisce assistenza, la prima cosa da fare è chiamare la brigata dell'ambulanza.

Algoritmo di primo soccorso:

  • determinare la presenza di coscienza nella vittima (cercare di svegliare, valutare la risposta alla stimolazione del dolore);
  • ispezione del tipo di lesione (aperta o chiusa, presenza di sanguinamento, liquido cerebrospinale o perdita di liquido cerebrospinale);
  • determinare la natura della respirazione e del battito cardiaco (tachipnea o bradipnea, la presenza di aspirazione, bradicardia o tachicardia, presenza di un polso nelle arterie centrale e periferica);
  • se l'esame ha rivelato una ferita alla testa aperta, allora è necessario imporre una benda asettica. Se i detriti ossei sporgono dalla ferita o il tessuto cerebrale è visibile, allora la benda dovrebbe essere applicata in un cerchio sotto forma di un anello;
  • se il paziente è incosciente, occorre controllare le vie aeree (rimuovere corpi estranei dalla rinofaringe - coaguli di sangue, denti rotti, in assenza di respirazione, la respirazione artificiale deve essere avviata da bocca a bocca);
  • se non c'è polso sulle arterie principali, procedere a un massaggio cardiaco indiretto;
  • in presenza di CSF, i passaggi nasali e il canale uditivo esterno sono tamponati con garze;
  • se la vittima è incosciente, allora viene disteso dalla sua parte per prevenire l'aspirazione e l'asfissia. Se vi è il sospetto di una frattura della colonna vertebrale e il paziente è cosciente, viene posto sulla sua schiena, fissando il rachide cervicale;
  • applicare il freddo sul sito dell'infortunio;
  • attendere l'arrivo della squadra di ambulanze. Se un tale paziente deve essere trasportato passando il trasporto, quindi sul modo in cui controllano la respirazione e il polso ogni 10 minuti, mantenere la pervietà delle vie aeree.

Categoricamente non è possibile eseguire le seguenti manipolazioni:

  • il paziente non dovrebbe essere in una posizione seduta, anche se insiste che tutto è in ordine. I pazienti in stato di shock non sono critici per la loro condizione, non valutano adeguatamente la situazione, possono essere disorientati;
  • senza necessità inutile di cambiare la posizione della vittima, dal momento che una tale mossa può peggiorare drammaticamente la condizione;
  • Se frammenti di ossa o corpi estranei sporgono dalla ferita, non cercare di rimuoverli, poiché ciò può portare a un sanguinamento massiccio. È necessario applicare accuratamente una benda asettica sotto forma di un anello;
  • non lasciare il paziente incustodito, poiché le sue condizioni possono cambiare drasticamente in peggio;
  • Non somministrare da soli analgesici narcotici per alleviare il dolore.

In conclusione, vorrei sottolineare che l'inazione assoluta e la mancata fornitura di primo soccorso elementare sono fatali nel 70% dei casi! L'ignoranza delle basi del pronto soccorso e l'omissione di agire in caso di incidente non sollevano la responsabilità, inoltre, è un reato (articolo 124, 125 del codice penale della Federazione Russa).

Il Ministero della salute dell'Ucraina, un video di formazione sul tema "Assistenza medica di emergenza per lesioni cerebrali traumatiche":

A proposito di primo soccorso per trauma cranico (TBI)

Il cervello è il "centro di controllo" per tutti i sistemi di supporto della vita umana. Eventuali lesioni associate a colpi, contusioni o lesioni della zona della testa, sono la causa di un insufficiente apporto di sangue alle cellule cerebrali, causando una violazione delle sue funzioni.

La lesione cerebrale traumatica è chiamata trauma cranico, in cui l'integrità delle ossa e della pelle del cranio, il funzionamento del cervello è compromessa. Tali disturbi sono sempre accompagnati da sintomi nevrotici caratteristici. Con lesioni cerebrali traumatiche, il primo soccorso aiuta a prevenire le gravi conseguenze della lesione, facilitando il periodo di trattamento e di recupero. A volte i medici che sono venuti in soccorso salveranno la vita del paziente.

Danni al teschio e alle loro caratteristiche

Le cause di lesioni di questo tipo sono effetti meccanici sugli archi del cranio. I principali provocatori per TBI sono tali fattori:

  • Incidenti e altri incidenti che coinvolgono veicoli;
  • Ferita al lavoro;
  • Danni in casa;
  • Una caduta da un'altezza che provoca danni alla zona della testa.

È importante sapere che la specificità delle manifestazioni di danno è determinata dalla gravità del TBI, così come dal suo aspetto. A volte i sintomi sono così aspecifici che fare una diagnosi senza una corretta diagnosi è anche difficile per i medici esperti. A causa dei frequenti periodi nascosti ("leggeri") in cui il paziente si sente sollevato a causa dei sintomi cessati, molte persone che sono state ferite non vogliono andare dai medici. Tuttavia, questo è un grosso errore. Dopo 2-3 ore, una commozione cerebrale di nuovo fa sentire un forte deterioramento della salute.

Al fine di capire quale tipo di primo soccorso per una lesione del cuoio capelluto dovrebbe essere fornita, è necessario distinguere chiaramente i tipi di commozioni cerebrali.

La presenza o l'assenza di cambiamenti nell'integrità del tessuto muscolare e osseo alloca 3 tipi di TBI:

  1. Ferita alla testa chiusa;
  2. Danno cranio aperto;
  3. Danno penetrante.

Per prima cosa devi capire cos'è una ferita alla testa chiusa. Le statistiche mostrano che il danno del tipo chiuso è più comune. Influenzano solo l'involucro cutaneo, pur mantenendo l'integrità dell'aponeurosi. Questo tipo di lesione è spesso manifestata da una commozione cerebrale, i cui sintomi sono mancanza di coscienza e amnesia.

La ferita alla testa aperta è facile da riconoscere: è accompagnata da gravi danni alla pelle della pelle con la partecipazione dell'aponeurosi. Possibile lesione all'osso e sostanza grigia.

In caso di danno penetrante, la membrana cerebrale viene ferita direttamente.

Le caratteristiche di fornire il primo soccorso per lesioni alla testa dipendono anche dal tipo di lesione. Questa caratteristica del TBI è considerata prevalente, con sintomi specifici e la condizione della vittima.

Considera le manifestazioni di ognuno di essi, evidenziando i sintomi caratteristici.

commozione cerebrale

Tenendo conto che le patologie del piano macrostrutturale non sono fissate con esso, la commozione cerebrale è un processo reversibile: il danno colpisce solo il livello cellulare. Quando le anomalie dello studio dell'hardware (TC e RM) non sono corrette.

  • Perdita di coscienza, la cui durata non supera i 2-3 minuti o solo pochi secondi;
  • Perdita di memoria a breve termine;
  • Lo sviluppo della nausea, trasformandosi in vomito.

Dopo aver ripreso conoscenza, il paziente avverte capogiri, mal di testa, "diffusione" su tutta la zona della testa, sudorazione eccessiva. Forse compromissione visiva a breve termine, manifestata dal raddoppiamento degli occhi o "mosche" tremolanti.

Quando il PMP viene fornito in modo tempestivo, i principali sintomi che causano questo danno cerebrale vengono risolti entro 6-8 giorni.

In caso di contusione cerebrale, sono chiaramente registrate gravi alterazioni macrostrutturali della sostanza cerebrale, le cui manifestazioni consistono in emorragia e distruzione. Spesso sono accompagnati da una frattura della base del cranio, che causa numerose emorragie.

La condizione della vittima è caratterizzata dalla gravità di questi due fattori correlati. Le caratteristiche della loro manifestazione permettono di dividere le contusioni cerebrali in 3 gruppi. Può essere lieve, moderato o grave.

1. Grado facile.

La mancanza di coscienza dura non più di 20 minuti. Dopo che una persona si riprende, compaiono i sintomi caratteristici:

  • vomito;
  • vertigini;
  • Perdita di memoria;
  • bradicardia;
  • Tremando di mani e mento;
  • Camminando in punta di piedi;
  • ipertensione;
  • Mal di testa "versato" su tutta la zona della testa;
  • Movimenti oculari ripetitivi involontari;
  • Possibile manifestazione di insufficienza piramidale.

La mancanza di coscienza è registrata per più di 3 ore. Recupero, il paziente soffre di vomito agonizzante. Si osservano ovvi disturbi mentali e profondi vuoti di memoria.

Sintomatologia pronunciata:

  • Eccesso significativo della pressione sanguigna;
  • Battito cardiaco debole;
  • Testa cadente;
  • Manifestazioni di distribuzione non uniforme del tono muscolare;
  • Incapacità di spostare gli arti;
  • Disturbi del linguaggio

La mancanza di coscienza continua per settimane, può arrivare fino a 1 mese. Viene registrata la depressione delle funzioni di respirazione e circolazione del sangue, che può portare alla morte del paziente. Il paziente cade in un coma, che si manifesta con tali segni:

  • Rotazione flottante dei bulbi oculari;
  • Immobilizzazione degli arti;
  • Attacchi di contrazioni convulse.

compressione

La pressione sul cervello si verifica sotto l'influenza degli ematomi, che si trovano sopra il cervello. Il loro sviluppo è innescato da ossa fratturate del cranio. I sintomi della compressione sono gli stessi della contusione cerebrale. Tuttavia, la pressione dell'ematoma ha una caratteristica importante: la presenza di un periodo "luminoso", quando tutti i sintomi scompaiono e il paziente si sente completamente sano.

Tuttavia, il rapido gonfiore del cervello, accompagnato da un aumento del volume, porta nuovamente al coma.

Indipendentemente dal tipo e dal grado di danno riscontrato, dopo aver fornito il primo soccorso per lesioni alla testa, è necessario contattare immediatamente l'istituto di assistenza sanitaria per un esame completo e un trattamento appropriato.

Le specifiche delle misure di emergenza prima del ricovero in ospedale

Per le lesioni cerebrali traumatiche, l'assistenza di emergenza consiste nell'applicare una tecnica di osservazione, la fissazione di indicatori importanti per il mantenimento della vita di una persona e azioni rianimatorie, se necessario. Il compito principale del soccorritore è quello di mantenere il funzionamento di importanti organi e sistemi del paziente.

Nel TBI viene effettuata una chiamata immediata al team medico se il paziente presenta uno dei seguenti sintomi:

  • Respirazione alterata e circolazione del sangue;
  • Sanguinamento persistente da una ferita;
  • Sanguinamento dalle orecchie e dal naso;
  • Essere incosciente per più di 30 secondi;
  • Mal di testa insopportabile;
  • Vaga coscienza;
  • Perdita di equilibrio e orientamento;
  • Sindrome convulsiva frequentemente ricorrente;
  • Vomito persistente;
  • L'incapacità di muovere una mano o un piede;
  • Discorso incerto.

La presenza di un trauma cranico aperto richiede il ricovero immediato!

Durante la conversazione con il dispatcher dell'ambulanza, descrivere in dettaglio le condizioni della vittima, la presenza o l'assenza di sanguinamento.

L'algoritmo di assistenza di emergenza consiste in azioni rapide e coerenti:

  1. Il paziente viene posizionato su una superficie piatta e dura.
  2. Esaminare il sito della lesione per determinare il tipo e la natura della lesione.
  3. Determinare la stabilità del cuore, dei polmoni, misurare il polso e controllare la respirazione.
  4. Se una persona è debole, il suo corpo è girato su un fianco per evitare la penetrazione del vomito nell'esofago e la recessione della lingua.
  5. Se un paziente ha una ferita alla testa aperta, la medicazione e la disinfezione sono condizioni indispensabili per fornire il primo soccorso per lesioni cerebrali traumatiche. Prima dell'arrivo dei medici, la ferita (i bordi) deve essere trattata con una soluzione disinfettante per prevenire il verificarsi di infezioni. Per fare questo, i bordi dell'area danneggiata della testa vengono prima legati con bende morbide, e quindi viene utilizzata la benda stessa. Dovrebbe essere abbastanza stretto da fermare l'emorragia, ma non abbastanza da spremere il tessuto molle.
  6. Attaccare alla parte lesa della testa fredda.
  7. Immobilizzare il collo, ricoperto da rulli.
  8. Se necessario, viene fornito il primo soccorso medico di rianimazione: un massaggio cardiaco indiretto e la respirazione artificiale.

Prima dell'arrivo dello staff medico, non si deve lasciare la scena: in qualsiasi momento una persona può cadere di nuovo in stato di incoscienza.

Con lesioni cerebrali traumatiche, accompagnate da lesioni, è fornito il primo soccorso secondo lo stesso principio della forma aperta di lesione.

Informazioni importanti

L'assistenza con un trauma cranico non richiede abilità speciali, tuttavia, una persona inesperta può diventare confusa, specialmente se c'è una grossa perdita di sangue con danni al cranio. Pertanto, è importante che il soccorritore si fermi nel panico e segua rigorosamente le istruzioni sopra descritte. Inoltre, gli errori commessi possono causare gravi conseguenze di una lesione cerebrale traumatica, aggravando solo le condizioni della vittima.

Elenchiamo le azioni che sono vietate per eseguire sul palco prima del ricovero:

  • Per provare a far sedere il paziente;
  • Sposta la vittima, cambiando drasticamente la sua posizione;
  • Offrire la medicazione o il cibo del paziente;
  • Lasciare una persona prima dell'arrivo dello staff medico;
  • Cercare in modo indipendente di correggere i frammenti ossei che fuoriescono dalla ferita;
  • Rimuovere oggetti estranei dalla ferita.

La vittima dovrebbe essere esaminata dai medici. Dopo ciò, la persona è ricoverata in ospedale. Il medico avverte il paziente delle possibili conseguenze di gravi lesioni se rifiuta di recarsi in ospedale.

Il trattamento della lesione cerebrale traumatica è selezionato in base all'entità e al tipo di lesione. Molto spesso, la terapia consiste in azioni volte a migliorare la circolazione cerebrale e prevenire l'edema cerebrale. È obbligatorio dimostrare la stretta osservanza del riposo a letto e del riposo completo. A questo scopo, vengono prescritti sedativi.

Nelle forme gravi di TBI, il trattamento consiste in un intervento chirurgico di emergenza che rimuove gli ematomi accumulati.

Ricorda che quando si ferisce la testa, la mancanza di assistenza tempestiva è fatale nel 70% dei casi. Inoltre, l'inazione in tale situazione prevede sanzioni penali.

Pronto soccorso per lesioni cerebrali traumatiche

In realtà, il cervello umano è una struttura high-tech che può essere facilmente confrontata con computer potenti. Questo organismo è responsabile della gestione di tutto il corpo e della memorizzazione delle informazioni. È per questo motivo che è importante conoscere l'algoritmo di come viene fornito correttamente il primo soccorso per la lesione cerebrale traumatica, che contribuirà a minimizzare le conseguenze negative di tali incidenti.

Il TBI della testa è un danno cumulativo al cranio, così come la pelle e i muscoli della testa, che è accompagnata da specifici disturbi neurologici. Sapere come fornire correttamente le cure di emergenza per lesioni cerebrali traumatiche, può essere utile in qualsiasi momento, perché il danno alla testa può essere il risultato di una caduta sul ghiaccio, giocando sport o attività all'aperto.

L'aiuto di emergenza con TBI con la sequenza corretta di azioni può salvare vite e preservare la salute umana.

Le principali cause di TBI

La testa è spesso ferita a causa dei seguenti eventi:

  • vari incidenti e incidenti;
  • infortunio sul lavoro ea casa;
  • infortuni nella formazione e partecipazione ad attività sportive;
  • caduta, che è accompagnata da danni al cranio e alla colonna cervicale.

I principali segni di TBI

La classificazione di una condizione come una lesione cerebrale traumatica si verifica sulla base di alcuni segni, che dovrebbero essere un complesso di lesioni esterne e anomalie neurologiche. Uno dei principali sintomi di TBI è una contusione cerebrale con perdita di coscienza da pochi secondi all'immersione in coma.

Il primo soccorso per lesioni cerebrali traumatiche comporta sempre il monitoraggio della velocità della reazione dolorosa del paziente alla lesione. Quando osserviamo una reazione istantanea al dolore, possiamo dire che la coscienza di una persona non è stata disattivata.

Se la vittima dopo un trauma cranico si comporta in modo confuso, ha problemi con la memoria e la parola, non riesce a capire chi è e dove si trova, questa sarà una sicura indicazione che il cervello è stato gravemente ferito a causa di un trauma cranico.

Una vittima di un adulto e di un bambino durante la diagnosi medica di TBI può rilevare danni ai nervi responsabili di varie funzioni del corpo (odore, udito, percezione del gusto, coordinazione nello spazio). Per questo motivo, la procedura per eseguire azioni nella prima fase in relazione alla vittima dovrebbe includere il primo soccorso per la lesione cerebrale traumatica e l'ulteriore monitoraggio dei cambiamenti nelle sue condizioni.

Il segno più indicativo di trauma cranico sarà la reazione delle pupille degli occhi alla luce della torcia elettrica. In questi casi, le pupille sono deboli o non reagiscono affatto alla luce, la risposta dipenderà direttamente dalla gravità della lesione. Se la vittima è un bambino, l'assenza di reazioni da parte di uno studente sarà uno dei sintomi più gravi.

Differenziazione dei tipi di TBI per manifestazioni sintomatiche

Traumatologia, come scienza medica separata, sostiene che la lesione alla testa più frequente è una commozione cerebrale. In questo caso, il periodo di rianimazione è di una o due settimane. Spesso le commozioni cerebrali non comportano conseguenze gravi.

Quando un paziente ha una commozione cerebrale, il paziente ha:

  • stato di incoscienza da alcuni secondi a diversi minuti;
  • vertigini;
  • nausea con vomito;
  • dolore alla testa;
  • deterioramento della memoria;
  • deficit visivo temporaneo;
  • disturbo asimmetrico delle reazioni muscolari riflesse.

Un tipo di lesione alla testa è una contusione cerebrale. Tale condizione può essere nel danno macrostrutturale al cervello, così come nelle lesioni multiple del cranio.

Sulla base del quadro medico esistente, è consuetudine distinguere tre forme di gravità di tale patologia: lieve, moderata e grave.

I seguenti sintomi sono caratteristici di una contusione cerebrale leggera:

  • incoscienza fino a venti minuti;
  • vertigini;
  • vomito e nausea costante;
  • dolore di testa;
  • parziale perdita di memoria;
  • rallentare il ritmo del cuore;
  • salto della pressione sanguigna;
  • reazione asimmetrica delle pupille agli occhi alla luce;
  • disorientamento nello spazio, tremore;
  • contrazioni involontarie dei muscoli oculari.

Per un livido moderato del GM, i seguenti sintomi sono caratteristici:

  • perdita di conoscenza per diverse ore;
  • costante bavaglio;
  • una chiara perdita di memoria;
  • difficoltà a respirare a causa della compromissione della funzione respiratoria;
  • rallentamento persistente del cuore;
  • ipertensione;
  • sviluppo della paralisi degli arti con reazione riflessa asimmetrica simultanea dei muscoli ossei;
  • abbassamento della testa e impossibilità di estendere la gamba in una determinata posizione.

Grave grado di contusione cerebrale è accompagnato dai seguenti sintomi:

  • immersione in coma;
  • insufficienza respiratoria grave;
  • movimento caotico degli occhi;
  • l'assenza di qualsiasi reazione degli alunni alla luce;
  • convulsioni sotto forma di un forte aumento del tono muscolare;
  • paresi di braccia e gambe;
  • formazione di ematoma all'interno del cranio a causa di sanguinamento.

Come risultato dell'emorragia e delle lesioni aperte e chiuse del cranio, può verificarsi una formazione di ematoma, che si tradurrà in compressione del cervello. Sviluppi simili si verificano nel 2-4% dei casi che coinvolgono lesioni alla testa.

Il quadro clinico in tali situazioni è molto simile alla contusione del GM con l'illuminazione periodica della coscienza. Nella fase successiva, c'è un serio peggioramento delle condizioni del paziente e senza una rimozione tempestiva della causa di compressione del GM, la situazione può essere ridotta a morte. Pertanto, per eventuali lesioni del cranio, è importante consultare un medico o almeno un paramedico.

Fornire assistenza medica primaria

Grazie alla fornitura di un primo soccorso per un trauma craniocerebrale, è possibile non solo preservare la salute della persona ferita, ma anche salvargli la vita, perché le contusioni possono causare conseguenze molto gravi, tra cui la disabilità o addirittura la morte. Per questo motivo, l'ordine delle azioni necessarie in questi casi dovrebbe essere accuratamente studiato da ciascuna persona, indipendentemente dalla presenza o meno della sua educazione medica.

Il primo soccorso per TBI comporta le seguenti attività:

    1. Innanzitutto, è importante valutare in modo indipendente l'entità delle lesioni ricevute e la gravità delle condizioni della vittima
    2. Quindi, chiamare un'ambulanza per la successiva evacuazione di una persona in ospedale con l'obiettivo di prendere ulteriori misure mediche;
    3. Il prossimo passo è scoprire se la persona ha perso conoscenza o meno. In caso di smarrimento, puoi applicare le misure per risollevarlo;
    4. Successivamente, si raccomanda di studiare il tipo di danno (la lesione alla testa ha una forma chiusa o aperta, la presenza di ferite e sanguinamento, così come la fuoriuscita di liquido dal midollo spinale);
    5. Inoltre, il primo soccorso consiste nel controllare il lavoro del muscolo cardiaco e il suo ritmo. In assenza di respirazione, è necessario eseguire urgentemente procedure di rianimazione sotto forma di respirazione artificiale e un massaggio cardiaco indiretto per avviarlo;
    6. Con una forma aperta di TBI, una medicazione sterile deve essere applicata alla ferita. Se ci sono frammenti di ossa intorno alla ferita, la benda dovrebbe essere posta lungo il suo perimetro;
    7. In caso di perdita di fluido dal midollo spinale, si propone di posizionare tamponi di garza nel passaggio uditivo e nasale per chiuderli;
    8. Se una persona ha perso conoscenza, è necessario controllare le sue vie aeree e, se necessario, rilasciarle. È inoltre necessario rimuovere eventuali oggetti estranei dalla bocca e dal rinofaringe, quindi posarlo con cura su un fianco fino all'arrivo dell'ambulanza;
    9. Se la vittima è cosciente, dovrebbe essere assistita per essere collocata in posizione supina e fissare la testa;
    10. Un oggetto freddo dovrebbe essere collegato al sito della ferita per alleviare il dolore;
    11. Se non c'è la possibilità di fornire alla vittima un buon primo soccorso sulla scena, è importante fare tutto il possibile per trasportare la persona in una struttura medica. Allo stesso tempo, è necessario monitorare costantemente le condizioni della vittima e assicurarsi che il suo respiro e il battito del cuore non si fermino. È anche importante prendere tutte le misure possibili per garantire la massima immobilità di una persona in uno stato di mentire prima di arrivare in ospedale.

Fornire assistenza qualificata aiuterà a ridurre al minimo le gravi conseguenze delle lesioni alla testa, che consentiranno di preservare la salute della vittima.

Quali azioni sono inaccettabili nel quadro del pronto soccorso al TBI?

Una serie di azioni nel tentativo di fornire cure mediche primarie per un trauma cranico può portare a un grave deterioramento della vittima. Per questo motivo, è importante sapere cosa fare è inaccettabile:

  • In nessun caso la vittima deve essere sollevata, anche quando assicura che tutto vada bene con lui. La coscienza offuscata e lo shock doloroso impediscono a una persona di comprendere la gravità del danno e la gravità della sua condizione, che può portare a un serio deterioramento della sua salute;
  • Non puoi permettere il movimento di una persona senza un reale bisogno;
  • Se ci sono frammenti di ossa o altri oggetti estranei in una ferita aperta, non si dovrebbe impegnarsi in modo indipendente nella loro estrazione - in questo modo, si possono infliggere lesioni aggiuntive che aggraveranno la già grave condizione;
  • Alla ricezione del TBI di una persona, non si può essere lasciati soli senza supervisione fino all'arrivo dell'ambulanza. Ciò è dovuto al fatto che in qualsiasi momento le sue condizioni possono deteriorarsi bruscamente;
  • La possibilità di un uso indipendente degli analgesici narcotici non è consentita fino all'esame del medico - questo può portare ad una confusione delle manifestazioni sintomatiche di TBI. Di conseguenza, ciò porta a una diagnosi errata e alla scelta sbagliata della strategia di trattamento.

Azioni improprie e mancanza di conoscenza adeguata possono portare a un grave deterioramento della vittima.

Fornire il primo soccorso ai bambini

L'iperattività dei bambini spesso causa lesioni al cranio. Se il bambino ha una lesione alla testa, è importante chiamare immediatamente un'ambulanza per un'ispezione.

Prima dell'arrivo della squadra di ambulanze, è necessario poggiare su una superficie solida e piana e assicurarne l'immobilità. Per eliminare la possibilità di soffocamento quando è incosciente, il bambino dovrebbe essere girato di lato.

Anche se dopo un colpo di testa non ha danni visibili, per escludere la possibilità di gravi conseguenze, dovrebbe essere fornito a un medico per un esame dettagliato e una diagnosi.

risultati

L'obiettivo principale del pronto soccorso al TBI è di ridurre al minimo le gravi conseguenze per la salute umana, perché le lesioni alla testa possono causare disabilità o addirittura la morte. Per questo motivo, ogni adulto dovrebbe avere una conoscenza di base della fornitura di primo soccorso. Ad un certo punto, potrebbe salvare la vita di qualcuno.

Lesioni alla testa: primo soccorso

Il primo soccorso per una lesione cerebrale cranica è di grande importanza. Ciò è dovuto al fatto che questo problema può comportare gravi conseguenze se l'assistenza è stata resa fuori dal tempo e in modo errato. Quali complicazioni sono possibili con ferite alla testa, cosa fare, quale primo soccorso per un trauma cranico è necessario? Ci sono molte domande, ma per ottenere le giuste risposte è necessario considerare tutto in ordine.

Il cervello umano ha una protezione più forte rispetto a tutti gli altri organi. Viene lavato da un liquido speciale, che è dotato di due funzioni:

  • alimentazione elettrica;
  • una specie di ammortizzatore.

Oltre a questo fluido, il cervello umano ha gusci protettivi e un teschio. Ma, nonostante una così grande quantità di protezione, le lesioni cerebrali possono portare notevoli problemi.

La capacità di riconoscere e fornire il primo soccorso per un trauma craniocerebrale può essere necessaria in modo imprevisto: durante un combattimento di strada, nello sport, durante un'escursione o durante lavori di riparazione e costruzione e pulizia della stanza. Pertanto, le istruzioni su come procedere in questa situazione sono necessarie per essere conosciute da tutti.

Le lesioni cerebrali sono spesso il risultato di un forte colpo, di un improvviso movimento della testa o di lividi. La ferita alla testa si verifica nelle seguenti circostanze:

  • Incidente, incidente;
  • danno al posto di lavoro;
  • infortuni subiti durante le attività sportive;
  • infortunio domestico;
  • una caduta da un'altezza che ha causato una ferita alla testa e al collo.

È importante! Tali lesioni sono considerate molto pericolose e sono piene di complicazioni - una violazione dell'attività cerebrale, della circolazione sanguigna. Di conseguenza, si verifica un arricchimento incompleto di vasi cerebrali e tessuti con ossigeno. Vi è il rischio di gonfiore del cervello, compressione dei vasi sanguigni, la materia grigia può cambiare, così come altre anomalie, fino a un risultato letale.

Tipi di TBI e segni specifici

La lesione cerebrale è suddivisa nelle seguenti forme:

La lesione cerebrale è divisa in due tipi ed è considerata complessa:

  • Aprire craniocerebrale o danno a tutti i tessuti molli della testa, dall'epidermide alle ossa craniche.
  • Chiuso, considerato non così pericoloso per la testa. La lesione più comune di questo tipo è la commozione cerebrale e la valutazione principale della gravità è l'amnesia parziale e la quantità di tempo in cui la vittima era incosciente.

Se una persona rimane cosciente e adeguata, quindi nausea, attacchi di vomito, perdita di colore del viso, interruzioni del ritmo cardiaco indicheranno una commozione cerebrale.

È importante! Dopo un certo tempo, i segni di commozione cerebrale possono andare completamente via.

Oltre alla commozione cerebrale, una lesione alla testa porta alla compressione del cervello, contusione o frattura della base del cranio.

contusione

Questo tipo di danno richiede un secondo di gravità tra le forme meno pericolose. Questa ferita ha focolai di danni all'interno del tessuto cerebrale. I segni di commozione cerebrale sono accompagnati dalla presenza di sintomi focali:

  • Paralisi degli arti.
  • Udito e menomazione della vista
  • Problemi di linguaggio

Gli alunni con una tale ferita possono aumentare, tutti i sintomi della commozione cerebrale hanno una manifestazione luminosa.

Spremere il cervello

Come risultato di questo trauma negli esseri umani, si formano ematomi subdurali, epidurali e intracerebrali. Questo danno si verifica a causa della rottura dei vasi sanguigni. Il sangue che scorre dalla nave viene raccolto all'interno della cavità cranica, che provoca schiacciamento di alcune aree del cervello.

Quando una vittima ha una tale anomalia, compaiono i seguenti sintomi:

  • La coscienza è depressa.
  • La cefalea si verifica nella zona danneggiata.
  • Sonnolenza.
  • Vomito.
  • Può verificarsi coma.
  • Espansione pupillare unilaterale.

Frattura dell'arco e della base del cranio

Una lesione alla testa si verifica con una frattura delle ossa della base del cranio ed è divisa in due tipi:

  • Lineare - formato come risultato di colpire una vasta area.
  • Depresso - si verifica in caso di lesioni su una piccola area. Quando ciò accade, un frammento di osso penetra nella cavità cranica.

Il sintomo di tale frattura è la presenza di un ematoma paraorbitale, il deflusso del liquido cerebrospinale, il sangue dal naso e dalle orecchie e il sintomo di una "teiera" quando il liquido scorre dal naso quando la testa è inclinata in avanti e dall'orecchio quando è inclinata di lato.

Il pericolo di questo tipo di lesione cerebrale traumatica è che il rischio di infezione della cavità cranica attraverso il nasofaringe, l'orecchio medio, i seni paranasali è molto alto. All'interno della cavità possono formare ascessi, meningite. Asimmetria facciale, problemi con l'udito, la vista, l'olfatto - queste sono le conseguenze che porta a una tale lesione.

La ferita alla testa aperta è molto facile da riconoscere perché tutti i sintomi appaiono in modo brillante. Ma il danno chiuso è difficile da identificare. I segni principali di una lesione pericolosa includono le seguenti manifestazioni:

  • in alcuni casi, una forte perdita di coscienza;
  • forte dolore alla testa;
  • debolezza generale;
  • grave nausea, vomito;
  • sete di sonno;
  • perdita di memoria - il paziente non può ricordare gli eventi precedenti l'infortunio.

I segni esterni includono manifestazioni come:

  • lesione del cuoio capelluto;
  • la comparsa di convulsioni;
  • frattura ossea aperta;
  • tensione al collo;
  • ci sono abrasioni sulla testa, gonfiore;
  • testa inclinata all'indietro;
  • scarico dal naso sotto forma di sangue, liquido cerebrospinale;
  • guardando da un lato, i bulbi oculari cominciano a contrarsi;
  • dilatazione disomogenea degli alunni;
  • lividi intorno ai bulbi oculari;
  • l'impulso rallenta;
  • aumento della temperatura corporea;
  • la respirazione diventa intermittente, rauca.

La diagnosi medica del paziente aiuterà a identificare ulteriori sintomi di trauma cranico, che sono suddivisi in:

  • Disturbo mentale - disturbo mentale, volitivo, intellettivo - mentale e affettivo, nonché sindrome parossistica.
  • Problemi con la coscienza - il paziente può essere in piena coscienza o essere moderatamente, profondamente stordito. Essere in coma moderato, profondo, terminale, sonnolenza patologica.

Pronto soccorso per TBI

Per fornire il primo soccorso per lesioni cerebrali traumatiche, dovresti considerare le conseguenze e sapere cosa non puoi fare.

Aiuto con ferite alla testa:

  • la persona ferita deve essere distesa sulla schiena e allo stesso tempo deve essere monitorata la sua condizione generale: frequenza respiratoria, polso;
  • se ferito incosciente, quindi per prevenire il vomito nel tratto respiratorio, deve essere appoggiato su un lato, ed è anche necessario rimuovere oggetti estranei dal rinofaringe e dalla cavità orale - tali misure aiuteranno ad evitare l'attaccamento della lingua, il soffocamento;
  • senza fallo, se c'è una ferita, dovrebbe essere applicata una medicazione sterile;
  • se la lesione è di tipo aperto, tutti i danni che si trovano sulla superficie sono racchiusi con bende e quindi viene eseguita la medicazione principale;
  • se c'è una perdita di liquido cerebrospinale, è necessario chiudere i passaggi nasali e uditivi della garza turunda;
  • se la vittima viene messa coscientemente a terra in posizione prona, fissa il collo, applica un impacco freddo alla ferita;
  • se è impossibile chiamare un aiuto di emergenza al posto di un'emergenza, dovresti occuparti della consegna rapida della vittima a una struttura medica, assicurando al contempo che il suo corpo sia ancora in posizione supina al massimo, monitorare la frequenza cardiaca e l'attività respiratoria.

Una delle condizioni principali per la fornitura di PMP è chiamare un'ambulanza. Questa condizione deve essere osservata se:

  • sanguinamento dalla ferita sulla testa e se proviene dalle orecchie e dal naso;
  • mal di testa insopportabile;
  • con arresto respiratorio;
  • coscienza confusa o completamente assente;
  • violazione degli impulsi motori e muscolari, perdita di equilibrio;
  • grande debolezza, impossibile stare in piedi;
  • ci sono disturbi nella parola, c'è vomito abbondante, convulsioni.

Oltre a sapere quale tipo di assistenza per le lesioni al cranio può essere fornita, dovresti sapere cosa non puoi fare. Ci sono una serie di azioni che possono danneggiare le condizioni del paziente:

  • alla vittima non dovrebbe essere permesso di sedere o alzarsi in piedi, anche se assicura che sta bene - per la prima volta dopo aver ricevuto una ferita, la confusione non consente a una persona di valutare adeguatamente le sue condizioni e la sua situazione;
  • la vittima senza necessità estrema non può essere spostata;
  • è vietato ottenere ossa rotte, corpi estranei dalla ferita da soli - questo è necessario per prevenire danni ancora maggiori;
  • una persona con TBI prima che le cure mediche non possano essere lasciate sole - le sue condizioni possono diventare critiche in qualsiasi momento;
  • È vietato l'uso di stupefacenti prima dell'esame medico, poiché possono disturbare i sintomi e la successiva diagnosi e il trattamento non sarà efficace.

Nei neonati e nei bambini più grandi, le cause delle lesioni alla testa cadono solitamente da un'altezza o durante l'allenamento. In questo caso, va ricordato che le ossa del cranio del bambino sono molto più plastiche, e nel tessuto cerebrale la quantità di fluido è maggiore di quella di un adulto. Tutti questi fattori riducono la gravità del trauma cranico. Ma questo non significa che l'aiuto ai bambini non possa essere reso o fornito più tardi del necessario.

È importante! Anche se c'è fiducia che la caduta e le contusioni siano gestite in modo sicuro, ne consegue che uno specialista lo confermerebbe dopo un esame.

Terapia cerebrale traumatica

Il trattamento di queste lesioni con successiva riabilitazione dipende dalla gravità e dalla natura della lesione. Un periodo di ferita acuta è una minaccia per la vita della vittima. In questo momento, al paziente viene somministrata una terapia complessa con l'uso di misure di emergenza. Tali attività richiedono tempo per le prime due ore dal momento in cui il paziente entra nella struttura medica.

L'azione dei medici nel periodo acuto mirava a:

  • per fornire l'accesso aereo alle vie respiratorie superiori;
  • ventilazione artificiale dei polmoni;
  • azione antishock;
  • stabilizzazione dell'emodinamica generale;
  • mantenere la pressione sanguigna ad un ritmo accettabile;
  • regolazione del bilancio idrico;
  • controllo della temperatura corporea.

Anche in questo arco di tempo, la terapia antibiotica è importante. I medici prescrivono un trattamento medico al paziente per alleviare i sintomi visibili e, se necessario, un trattamento chirurgico. Dopo che la coscienza del paziente si riprende, gli viene prescritto un trattamento attivante.

Tra i compiti principali, gli esperti sottolineano:

  • mantenendo la normale pressione intracranica;
  • protezione della corteccia cerebrale contro l'ipossia;
  • misure responsabili per la prevenzione del danno al tessuto cerebrale.

È importante! Se possibile, un paziente con una lesione alla testa deve essere il più informato possibile sulla sua condizione. Ciò è necessario perché si accorga che quello che gli è successo e se la sua colpa è presente in esso, una tale azione lo aiuterà a capire che l'atteggiamento negligente e la reazione ritardata gli costano troppo.

Non tirare con la diagnosi e il trattamento della malattia!