L'algoritmo di primo soccorso in ictus: un estraneo, se stesso, per strada e a casa

La pressione

L'autore dell'articolo: Nivelichuk Taras, capo del dipartimento di anestesiologia e terapia intensiva, esperienza lavorativa di 8 anni. Istruzione superiore nella specialità "Medicina generale".

Da questo articolo imparerai: quale dovrebbe essere il primo aiuto per un ictus. Dispone di misure di emergenza a casa e in strada, a seconda del tipo di corsa.

Le misure di pronto soccorso per ictus sono un complesso di azioni e misure volte non solo a salvare la vita del paziente. La possibilità di ripristinare le cellule cerebrali danneggiate e le capacità funzionali del sistema nervoso dipende dal tempo e dalla precisione del suo rendering. Secondo esperti stranieri e nazionali, il momento ottimale per la consegna del paziente all'ospedale è di 3 ore dal momento della malattia (prima è, meglio è).

Cosa fare quando una persona ha un ictus in primo luogo

Ovunque accade e non importa quanto sia un ictus, sia il paziente stesso (se lo stato lo consente), sia coloro che lo circondano dovrebbero agire secondo un chiaro algoritmo:

  1. Non farti prendere dal panico.
  2. Valutare le condizioni generali del paziente: coscienza, respirazione, battito del cuore, pressione.
  3. Identificare chiari segni di ictus: paralisi unilaterale di braccia e gambe, viso contorto, disturbi del linguaggio, mancanza di coscienza, convulsioni.
  4. Chiama un'ambulanza chiamando 103!
  5. Scopri le circostanze della malattia (se possibile brevemente).
  6. Fornire la rianimazione (respirazione artificiale, massaggio cardiaco), ma solo se necessario (mancanza di respiro, palpitazioni e ampie pupille).
  7. Posizionare correttamente il paziente sulla schiena o sul lato, con la testa e il busto leggermente rialzati, o strettamente orizzontale.
  8. Fornire le condizioni per un buon accesso dell'ossigeno ai polmoni e la circolazione del sangue in tutto il corpo.
  9. Guarda le condizioni del paziente.
  10. Organizzare il trasporto all'ospedale più vicino.

Le cure di emergenza sopra descritte sono generalizzate e non includono alcune delle situazioni possibili con un ictus. La sequenza di eventi non deve sempre essere rigorosamente la stessa dell'algoritmo di cui sopra. In caso di violazioni critiche delle condizioni del paziente, è necessario agire molto rapidamente, eseguendo diverse azioni contemporaneamente. Pertanto, è necessario coinvolgere 2-3 persone nel fornire assistenza quando possibile. In ogni caso, seguendo l'algoritmo, è possibile salvare la vita del paziente e migliorare la prognosi per il recupero.

Descrizione dettagliata di tutti i passaggi di emergenza

Ogni evento che include il primo soccorso per l'ictus richiede una corretta esecuzione. È molto importante aderire alle sottigliezze, perché ogni "sciocchezza" può essere fatale.

Nessun problema

Non importa quanto sia difficile la condizione del paziente, non farti prendere dal panico e non agitarti. Devi agire in modo rapido, armonioso e coerente. Paura, frenesia, fretta, movimenti inutili allungano il tempo di assistenza.

Lenire i malati

Ogni persona con un ictus che è consapevole, si preoccupa necessariamente. Dopotutto, questa malattia è improvvisa, quindi la risposta allo stress del corpo non può essere evitata. L'eccitazione aggrava lo stato del cervello. Cerca di calmare il paziente, convincilo che tutto non è così spaventoso, succede e che i dottori aiuteranno a risolvere il problema.

Chiama un'ambulanza

La chiamata ambulanza è la prima priorità. Anche il minimo sospetto di un ictus è un'indicazione per una chiamata. Gli esperti comprendono meglio la situazione.

Chiama 103, comunica al committente cosa è successo e dove. Ci vuole meno di un minuto. Mentre l'ambulanza è in arrivo, fornirai assistenza di emergenza.

Valuta la condizione generale

Prima di tutto, presta attenzione a:

  • Consapevolezza: la sua completa assenza o qualsiasi grado di confusione (letargia, sonnolenza) è un segno di un grave ictus. Le forme leggere non sono accompagnate da una coscienza compromessa.
  • Respirazione: non può essere disturbato, o può essere assente, intermittente, rumoroso, frequente o raro. Fare la respirazione artificiale è possibile solo nella completa assenza di movimenti respiratori.
  • Impulso e battito cardiaco: possono essere ben rodati, accelerati, aritmici o indeboliti. Ma solo se non sono affatto determinati, puoi fare un massaggio cardiaco indiretto.
Valutare le condizioni del paziente e determinare la necessità di rianimazione cardiopolmonare.

Identifica i segni di un ictus

I pazienti con ictus possono avere:

  • forte mal di testa, vertigini (chiedi a chi si preoccupa);
  • perdita di coscienza a breve termine o persistente;
  • volto contorto (chiedi di sorridere, sorridi, metti la linguetta);
  • violazione o mancanza di parola (chiedimi di dire qualcosa);
  • debolezza, intorpidimento delle braccia e delle gambe da un lato, o la loro completa immobilità (chiedi di alzare le braccia di fronte a te);
  • menomazione della vista;
  • mancanza di coordinamento dei movimenti.

La mancanza di coscienza o qualsiasi combinazione dei sintomi elencati è un'alta probabilità di ictus.

La posizione corretta del paziente

Indipendentemente dal fatto che la coscienza e le condizioni generali del paziente con un ictus siano disturbate o meno, ha bisogno di riposo. Qualsiasi movimento, in particolare il movimento indipendente, è severamente proibito. La posizione potrebbe essere:

  • Sulla schiena con testa e petto rialzati, pur mantenendo la coscienza.
  • Orizzontalmente sul lato con la testa girata di lato - in assenza di coscienza, vomito, convulsioni. La corretta posizione del paziente in assenza di coscienza
  • Orizzontalmente sul retro con una testa leggermente rialzata o girata di lato - durante il trasporto e la rianimazione.

È vietato girare una persona sullo stomaco o abbassare la testa sotto la posizione del corpo!

Se ci sono delle convulsioni

La sindrome convulsiva sotto forma di una forte tensione di tutto il corpo o lo spasmo periodico degli arti è un segno di un grave ictus. Cosa fare con il paziente in questo caso:

  • Posalo su un lato, girando la testa in modo che la saliva e il vomito non penetrino nel tratto respiratorio.
  • Se puoi, metti tra le mascelle qualsiasi oggetto avvolto con un panno. Raramente è possibile farlo, quindi non fare grandi sforzi: faranno più male che bene.
    Non cercare di aprire le mascelle con le dita - questo è impossibile. Meglio afferrare gli angoli della mascella inferiore, cercare di portarlo in avanti.
    Non inserire le dita nella bocca del paziente (rischio di lesioni e perdita di un dito).
  • Tenere il paziente in questa posizione fino alla fine delle crisi. Preparati al fatto che possono accadere di nuovo.

Circa l'importanza delle circostanze della malattia

Se riesci a scoprire esattamente come le persone malate. Questo è molto importante, in quanto alcuni dei sintomi di un ictus possono essere osservati in altre malattie:

  • trauma cranico;
  • diabete;
  • tumori cerebrali;
  • avvelenamento da alcol o altre sostanze tossiche.

Rianimazione: condizioni e regole

L'ictus estremamente grave, che colpisce i centri vitali o accompagnato da un forte gonfiore del cervello, si manifesta con segni di morte clinica:

  • senza respiro;
  • pupille dilatate di entrambi gli occhi (se una sola pupilla è dilatata - un segno di ictus o emorragia nell'emisfero sul lato affetto);
  • completa mancanza di attività cardiaca.

Effettuare le seguenti azioni:

  1. Appoggia l'uomo sulla schiena su una superficie dura.
  2. Ruota la testa di lato, le dita liberano la bocca dal muco e oggetti estranei (protesi, coaguli di sangue).
  3. Getta bene la testa indietro.
  4. Afferra gli angoli della mascella inferiore con 2-5 dita di entrambe le mani, spingendolo in avanti, e con i pollici apri la bocca del paziente.
  5. Respirazione artificiale: coprire le labbra del paziente con qualsiasi tessuto e appoggiando strettamente le labbra segui due respiri profondi (modalità bocca-a-bocca).
  6. Massaggio cardiaco: appoggia la mano destra sulla sinistra (o viceversa) unendo le dita in una serratura. Mettendo il palmo inferiore nel punto di connessione della parte inferiore e centrale dello sterno del paziente, esercitare una pressione sul torace (circa 100 al minuto). Ogni 30 movimenti dovrebbero alternarsi con 2 respiri di respirazione artificiale.

Quali farmaci possono essere somministrati per l'ictus

Se un'ambulanza viene chiamata immediatamente dopo l'insorgenza di un ictus, non è consigliato somministrare alcun medicinale al paziente stesso. Se la consegna ospedaliera è in ritardo, tali farmaci (meglio sotto forma di iniezioni endovenose) aiutano a mantenere le cellule cerebrali a casa:

  • Piracetam, Tiocetam, Nootropil;
  • Actovegin, Cerakson, Cortexin;
  • Furosemide, Lasix;
  • L-lisina escina.

Auto aiuto con l'ictus

La capacità di aiutare con un colpo a te stesso è limitata. Nell'80-85%, un ictus si verifica all'improvviso, manifestato da un netto deterioramento della condizione o perdita di coscienza. Pertanto, i pazienti non possono aiutare se stessi. Se senti sintomi simili a ictus:

  1. assumere una posizione orizzontale con un'estremità della testa sollevata;
  2. dì a qualcuno che ti senti male;
  3. chiamare un'ambulanza (103);
  4. mantenere un rigoroso riposo a letto, non preoccuparti e non muoverti inutilmente;
  5. liberare il petto e il collo dalla spremitura di oggetti.

Se l'ictus ischemico

Idealmente, anche il primo soccorso per l'ictus dovrebbe tenere conto del tipo di malattia. Molto probabilmente un ictus ischemico se:

  • sorse al mattino o di notte da solo;
  • la condizione del paziente è moderatamente disturbata, la coscienza è preservata;
  • segni di menomazione, debolezza delle estremità destra o sinistra, asimmetria del viso sono espressi;
  • niente crampi

Tali pazienti ricevono il primo soccorso secondo l'algoritmo classico sopra descritto.

Se l'ictus emorragico

  • si alzò bruscamente al culmine dello stress fisico o psico-emotivo;
  • non c'è coscienza;
  • ci sono i crampi;
  • i muscoli occipitali sono tesi, è impossibile piegare la testa;
  • ipertensione

Oltre alle cure standard, tali pazienti hanno bisogno di:

  1. La posizione è rigorosamente con un capo sollevato (ad eccezione di convulsioni o rianimazione).
  2. Applicare un impacco di ghiaccio alla testa (preferibilmente alla metà in cui la presunta emorragia è opposta agli arti immobilizzati e stretti).

Caratteristiche di assistenza in strada

Se un ictus è accaduto per strada, il primo soccorso ha le seguenti caratteristiche:

  • Attrarre assistenza a più persone. Organizzare le azioni di ciascuno di essi, assegnando chiaramente le responsabilità (qualcuno chiama un'ambulanza e qualcuno valuta lo stato generale, ecc.).
  • Mettendo il paziente nella posizione desiderata, rilasciare il collo e il torace per facilitare il respiro (togliere la cravatta, togliere i bottoni, allentare la cintura).
  • Avvolgere gli arti, coprire la persona con oggetti caldi (a basse temperature), massaggiare e strofinarli.
  • Se hai un telefono cellulare o un contatto con i parenti, fai sapere loro cosa è successo.

Caratteristiche di assistenza a casa o al chiuso

Se si è verificato un ictus all'interno (a casa, in un ufficio, in un negozio, ecc.), Quindi oltre al pronto soccorso standard, prestare attenzione a:

  • Accesso libero di aria fresca al paziente: aprire la finestra, la finestra, la porta.
  • Allentare il torace e il collo.
  • Se possibile, eseguire una misurazione della pressione sanguigna. Se è elevato (più di 150/90 - 160/100 mmHg), i farmaci antipertensivi possono essere somministrati sotto la lingua (Captopress, Farmadipina, Metoprololo), premere leggermente sul plesso solare o sugli occhi chiusi. Se è abbassato - alza le gambe, ma la testa non può essere abbassata, massaggia la regione della carotide lungo i lati del collo.
Come fornire il primo soccorso per l'ictus in una stanza chiusa

Efficacia e prognosi del pronto soccorso

Secondo le statistiche, ha prestato correttamente assistenza di emergenza ai pazienti con ictus con parto in ospedale nelle prime tre ore:

  • Il 50-60% dei pazienti con ictus grave e grave salva vite;
  • Il 75-90% consente alle persone con leggeri colpi di riprendersi completamente;
  • Il 60-70% migliora l'abilità riparatoria delle cellule cerebrali in qualsiasi tratto (meglio con ischemia).

Ricorda che un ictus può accadere ad ogni persona in qualsiasi momento. Siate pronti a fare il primo passo per aiutare a combattere questa malattia!

Pronto soccorso per l'ictus

Ivan Drozdov 4 febbraio 2014 2 commenti

Un ictus è una malattia pericolosa per la vita, nella maggior parte dei casi che porta alla disabilità e persino alla morte. La probabilità di sviluppo di conseguenze pericolose dipende dall'intervallo di tempo tra il picco dell'attacco e la fornitura di cure mediche in ospedale. Una vittima di un ictus, persone intorno a lui e medici per ripristinare il flusso di sangue al cervello non hanno più di 4 ore. Pertanto, prontamente fornito il primo soccorso per l'ictus è estremamente importante: durante questo periodo, è necessario riconoscere l'attacco con sintomi caratteristici, ridurre l'impatto dell'attacco con il primo soccorso prima dell'arrivo dei medici, consegnare la vittima all'ospedale e prescrivere un trattamento.

Primi segni di un ictus

È possibile riconoscere un ictus e la natura del suo meccanismo di sviluppo da un complesso di sintomi neurologici e specifici comuni al fine di fornire il primo soccorso in modo tempestivo. I segni primari comuni che sorgono spontaneamente senza precursori includono:

  • intorpidimento degli arti - nella maggior parte dei casi su un lato del corpo;
  • oscuramento e visione doppia;
  • mancanza di coordinamento e orientamento;
  • attacchi a breve termine di amnesia;
  • disturbi del linguaggio.

Le manifestazioni di ictus ischemico hanno le loro caratteristiche:

  • la paralisi del corpo o degli arti si sviluppa da un lato, quasi sempre dal lato opposto del danno delle cellule cerebrali;
  • l'andatura diventa incerta e traballante, spesso la vittima non può reggersi in piedi;
  • la parola è ostacolata, l'articolazione e la percezione sono ridotte;
  • c'è vertigini, accompagnato da attacchi di vomito.

L'insorgenza di ictus emorragico è spesso preceduta da un forte aumento della pressione arteriosa - crisi ipertensiva. Di conseguenza, si verifica la rottura dell'arteria e l'emorragia nel tessuto cerebrale. Al momento di un attacco, una persona ha:

  • dolore acuto e insopportabile, lacrimazione delle sensazioni della testa;
  • aumento della frequenza cardiaca;
  • distorsione del volto sullo sfondo di aumento del tono muscolare;
  • la paralisi;
  • alta sensibilità, punti e cerchi vaghi davanti agli occhi.

I segni che consentono di diagnosticare definitivamente un ictus prima dell'arrivo dei medici, includono:

  • sorriso asimmetrico e impossibilità di alzare uno degli angoli delle labbra;
  • articolazione alterata e discorso ostacolato;
  • movimento asimmetrico degli arti quando si cerca di sollevarli contemporaneamente.

Se durante un improvviso deterioramento della salute in una persona vengono identificati almeno alcuni dei sintomi descritti, è necessario chiamare immediatamente un'ambulanza per la rianimazione e portarlo all'ospedale.

Pronto soccorso per l'ictus a casa

Ai primi segni di ictus, nonostante il fatto che la vittima abbia coscienza e le sue assicurazioni che tutto sia in ordine, le persone vicine dovrebbero chiamare immediatamente un'ambulanza e descrivere in dettaglio i sintomi dell'insufficienza cerebrale del dispatcher. Prima dell'arrivo dei medici, al paziente deve essere dato il primo soccorso per alleviare la condizione:

Descrivi il tuo problema con noi, o condividi la tua esperienza di vita nel curare una malattia, o chiedi consiglio! Parlaci di te proprio qui sul sito. Il tuo problema non verrà ignorato e la tua esperienza aiuterà qualcuno! Scrivi >>

  1. Nel caso di istruzioni speciali del dispatcher, eseguili senza fare domande.
  2. Posizionare con attenzione la vittima in una posizione in cui la testa è sollevata a 30 ° e leggermente girata di lato. Ciò è necessario in modo che quando il vomito si verifica all'improvviso, i detriti alimentari non entrino negli organi respiratori, e anche in caso di perdita di coscienza, la lingua non prende fuoco.
  3. Aprire una finestra o una finestra in modo che l'aria fresca scorra nella stanza in cui si trova la vittima.
  4. Rassicurare il paziente se è troppo eccitato o inizia a innervosirsi a causa della limitata mobilità. Dovrebbe essere spiegato in un tono calmo che riceverà presto assistenza medica per alleviare la sua condizione.
  5. Misurare la pressione e, se possibile, il livello di zucchero, misurare i risultati delle misurazioni al fine di informare i medici in seguito.
  6. Rimuovere o sbloccare le parti di abbigliamento, schiacciando la gola, il torace, la cintura.
  7. In assenza di coscienza, respiro e battito cardiaco, eseguire immediatamente un massaggio cardiaco indiretto e la respirazione artificiale.

Esistono anche metodi di assistenza primaria per l'ictus, che non sono sempre riconosciuti dagli specialisti della medicina tradizionale, ma sono abbastanza efficaci nella pratica. Il principale è il metodo di agopuntura. La vittima incosciente viene trafitta da un ago del polpastrello trattato con alcol fino a quando compaiono 2 o 3 gocce di sangue.

Inoltre, quando il paziente ha un'asimmetria pronunciata del viso, i lobi delle orecchie vengono massaggiati intensamente e quindi vengono perforati con un ago fino alla comparsa del sangue. Questa tecnica spesso porta il paziente alla consapevolezza e consente di alleviare la tensione nelle strutture del cervello.

Le azioni a cui è vietato esibirsi in caso di sospetta ictus includono:

  • forte scuotimento della vittima, movimenti improvvisi, urla e isteria di altri;
  • nutrirsi e bere pesantemente;
  • portando ad un senso di ammoniaca e altri agenti contenenti acido;
  • tenta di eliminare i sintomi dell'insufficienza cerebrale con i prodotti farmaceutici;

È severamente vietato ignorare le istruzioni dei medici e rifiutarsi di ricoverare in ospedale. Un simile comportamento può portare a un grave deterioramento e persino alla morte.

Primo soccorso per ictus

Una vittima di una brigata di ambulanza prima dell'arrivo non è raccomandata di somministrare farmaci per conto proprio a meno che il dispatcher dell'ambulanza non possa effettuare un appuntamento di una sola volta per i sintomi descritti.

L'assistenza medica è fornita dai paramedici dell'ambulanza. Immediatamente nella macchina di rianimazione, i medici eseguono azioni operative volte a mantenere i segni vitali del corpo. Questi includono:

  • massaggio cardiaco indiretto;
  • respirazione artificiale;
  • intubazione tracheale;
  • somministrazione di farmaci per fluidificare il sangue per i sintomi dell'ictus ischemico;
  • somministrazione di anticonvulsivanti nella sindrome grave convulsiva;
  • riduzione della pressione arteriosa con farmaci, se i suoi indicatori sono aumentati in modo critico;
  • l'introduzione di osmodiuretikov se la vittima ha segni di gonfiore del cervello;
  • somministrazione di agenti trombogene, se viene diagnosticato ictus emorragico;
  • l'introduzione di farmaci che migliorano il flusso sanguigno attraverso le navi e le arterie.

Sentiti libero di porre le tue domande proprio qui sul sito. Ti risponderemo! Fai una domanda >>

Dopo che il paziente è stato ricoverato in ospedale, è estremamente importante confermare immediatamente la diagnosi preliminare con metodi strumentali e prescrivere un trattamento adeguato per ripristinare il flusso sanguigno e il tessuto nervoso danneggiato.

Pronto soccorso per un ictus a casa prima che arrivi un'ambulanza

L'assistenza rapida con un ictus e una terapia corretta non solo può salvare la vita di una persona, ma anche minimizzare le conseguenze dell'attacco, che in futuro influisce sulla qualità della sua vita. Sfortunatamente, le conseguenze della malattia sono spesso molto difficili, perché le persone intorno a loro non riconoscono la malattia in tempo e il paziente non riceve cure. Pertanto, per essere in grado di fornire il primo soccorso in violazione del flusso sanguigno del cervello, è necessario studiarne bene i segni e scoprire quali azioni dovrebbero essere intraprese.

Cosa fare con un ictus: cure d'emergenza e azione

Molto spesso, i disturbi circolatori del cervello si verificano nelle persone di età pari o superiore ai 45 anni. Il gruppo di rischio comprende pazienti con diabete mellito, ipertensione, aritmia e disturbi emorragici. I sintomi dell'ictus sono solitamente precursori come:

  • mal di testa;
  • vertigini;
  • attacchi di sonnolenza improvvisa, debolezza o stanchezza;
  • ipertensione;
  • sensazione di calore alternata da sensazione di freddo.

Se una persona sta vivendo tali disturbi, non si dovrebbe ritardare il tempo, ma andare da un medico che diagnosticare e prescrivere un ciclo di trattamento.

Dato che l'efficacia della terapia dipende dalla rapidità con cui è stato rilevato un flusso ematico cerebrale e viene fornito il primo soccorso per l'ictus, è necessario essere a conoscenza di tutti i segni della malattia.

Se la circolazione cerebrale di una persona è compromessa, sperimenterà i seguenti sintomi:

  • forte mal di testa;
  • sentirsi deboli;
  • vertigini;
  • intorpidimento degli arti su un lato;
  • intorpidimento della mezza faccia;
  • faccia attorcigliata;
  • perdita improvvisa di equilibrio, spesso in combinazione con nausea o svenimento;
  • compromissione della qualità del parlato (potrebbe esserci una sensazione di "porridge in bocca");
  • improvviso attacco epilettico;
  • forte deterioramento della visione, visione doppia;
  • perdita di abilità abituali come leggere o scrivere.

Con il minimo sospetto di alterata circolazione del sangue, al cervello del paziente deve essere chiesto di sottoporsi a un semplice test. Chiedigli di sorridere, dì "trentatré", stendi le braccia e rimani in quella posizione per alcuni secondi. Se almeno uno dei compiti che il paziente non è in grado di affrontare, è necessario chiamare rapidamente un'ambulanza. Allo stesso tempo, è necessario insistere sul fatto che dovrebbe venire una squadra neurologica regolare, non una squadra medica ordinaria.

Pronto soccorso prima dell'arrivo dell'ambulanza

L'ictus è un'emergenza, quindi non puoi esitare per un minuto. In attesa dell'arrivo della squadra di ambulanza, che dovrebbe portare il paziente in una struttura medica specializzata, è necessario alleviare la situazione della persona fornendo il primo soccorso.

Per prima cosa devi controllare l'alito del paziente. Uno dei sintomi dell'emorragia cerebrale è il vomito, quindi il vomito può interferire con la normale respirazione. Se vengono rilevati disturbi respiratori, le vie aeree vengono eliminate: il paziente viene disteso sul fianco e il cavo orale viene pulito avvolgendo un dito in un fazzoletto o in un tessuto di garza.

Se c'è un misuratore di pressione sanguigna e un misuratore di glicemia, il paziente viene misurato con la pressione e determina la quantità di zucchero nel sangue. Il tempo e i risultati della misurazione vengono registrati e quindi riportati al team di medici arrivati.

È molto importante sapere esattamente quando il paziente ha avuto un ictus. Trovare una persona che ha segni di ictus, è necessario ricordare o cercare di scoprire chi e quando è stata l'ultima volta che ha visto il paziente in uno stato normale.

Il primo soccorso per l'ictus non comporta l'assunzione di farmaci che abbassano la pressione sanguigna. Nelle prime ore dopo un malfunzionamento nella fornitura di sangue cerebrale, un livello maggiore di pressione è una norma necessaria che aiuta il cervello ad adattarsi a ciò che è accaduto.

È vietato nutrire o abbeverare una persona sospettata di avere un ictus, poiché il cibo mangiato o bevuto può peggiorare le condizioni del paziente.

Se una persona, incosciente, cade e si trova sul pavimento, può essere spostato cambiando la posizione del suo corpo. C'è un'opinione secondo cui è vietato spostare una persona che ha una riserva di sangue al cervello. Tuttavia, questa affermazione è un mito che non corrisponde alla realtà.

Il paziente deve essere deposto in modo tale che la sua testa, così come la parte superiore del corpo, siano in uno stato elevato. Per facilitare la respirazione, sbottonare i vestiti o rimuovere le cose che disturbano. Nella stanza in cui si trova il paziente, è necessario garantire il flusso d'aria dalla strada aprendo la finestra o la finestra.

Uno dei sintomi di alterazione del flusso sanguigno cerebrale è un attacco epilettico, in cui il paziente perde conoscenza. Pochi secondi dopo la perdita di coscienza, il paziente inizia una contrazione convulsa dei muscoli in tutto il corpo, che dura diversi minuti. Convulsioni convulsive sono single o seguono uno per uno. Se una persona ha attacchi epilettici, è necessario proteggerlo dal colpire il pavimento, i muri o i mobili con un cuscino nascosto sotto la testa o un'altra cosa morbida. La testa di una persona è tenuta, asciugandosi una schiuma da una bocca con un asciugamano o un panno, per evitare che entri nel tratto respiratorio. In modo che durante il sequestro il paziente non si ferisca mordendosi la lingua, un piccolo bastone o un altro oggetto forte oblungo deve essere inserito tra i denti, avvolto in diversi strati con un panno.

Durante un sequestro, non viene fatto alcun tentativo di trattenere il paziente con la forza dell'arto o di aprire le dita strette. Queste azioni possono innescare un aumento del sequestro e il rischio di una frattura o lussazione accidentale. È anche vietato cercare di portare il paziente alla coscienza con l'aiuto dell'ammoniaca, poiché può causare la cessazione della respirazione. Inoltre, se il paziente inizia a crampi, c'è il rischio di perdere l'ammoniaca e causare ustioni di tessuti chimici.

Una persona che ha attacchi epilettici non può essere spostata da un posto all'altro.

Se il paziente non sente più il battito cardiaco, si verificherà un arresto cardiaco e l'attività respiratoria si interromperà, iniziando immediatamente le procedure di rianimazione. Prima dell'arrivo della squadra medica o del ripristino della funzione polmonare, al paziente viene somministrato un massaggio cardiaco indiretto e una bocca di respirazione artificiale a naso o bocca a bocca.

PMP

La squadra di ambulanze che è arrivata dovrebbe trasportare il paziente in un istituto medico specializzato, dove riceverà un trattamento. Dopo che la persona che ha subito un'emorragia è ricoverata in ospedale, è necessario assicurarsi che tutte le manipolazioni necessarie siano state eseguite dai medici. Il paziente deve essere trasformato in tomografia computerizzata del cervello. Senza la tomografia, è impossibile determinare se il paziente abbia o meno un'emorragia, il tipo di ictus e quali parti del cervello siano state danneggiate.

Inoltre, i pazienti devono fare test di laboratorio, in particolare, per determinare il livello di saturazione di ossigeno nel sangue. Se si sospetta un ictus, viene anche preso un cardiogramma e viene misurata la pressione arteriosa.

Ci sono due forme di malattia:

  • emorragico (considerato il tipo più pericoloso di malattia in cui c'è una seria minaccia alla vita), è un'emorragia cerebrale, durante la quale la parete arteriosa si rompe;
  • ischemico (la forma più comune della malattia), in cui il danno cerebrale si verifica a causa di disturbi circolatori che causano la mancanza di ossigeno.

Le forme di ictus hanno sintomi simili e diversi meccanismi di sviluppo, ma richiedono diversi metodi di trattamento. Nel caso in cui un ictus emorragico non sia stato rilevato come risultato della tomografia computerizzata in una persona, è necessario condurre la risonanza magnetica, che, con ictus ischemico, consente di ottenere la massima quantità di informazioni. Se il tempo è disponibile, viene eseguito un esame più dettagliato del paziente, vengono eseguite un'ecografia dei vasi cerebrali e dell'angiografia. Sulla base dei risultati dell'esame, al paziente viene prescritto un programma di trattamento.

Se una persona ha un ictus ischemico, al paziente viene somministrata una terapia trombolitica. Il metodo di emergenza può ridurre in modo significativo e persino eliminare le conseguenze dell'emorragia, che aumenta significativamente la possibilità di un completo recupero. Un paziente viene iniettato per via endovenosa con un farmaco che dissolve un coagulo di sangue che blocca l'arteria cerebrale. Tuttavia, la terapia trombolitica è possibile solo durante le prime tre ore dopo l'emorragia. Inoltre, questo metodo di trattamento può essere applicato solo in un istituto medico specializzato.

La tecnica utilizzata nell'ictus ischemico può aggravare in modo significativo la condizione di una persona che ha avuto un ictus emorragico, che spesso richiede un intervento chirurgico.

La conoscenza dei primi sintomi del disturbo dell'erogazione di sangue cerebrale e la capacità di riconoscere la malattia consente un tempestivo soccorso medico al paziente. I moderni metodi di medicina e tecnologia di trattamento possono efficacemente combattere la malattia, quindi una persona che ha avuto un ictus dopo la riabilitazione ha tutte le possibilità di recuperare e tornare a uno stile di vita normale.

Colpo - Primo soccorso

A. Demkin

Pronto soccorso per l'ictus: azione prima dell'arrivo dell'ambulanza.

1. Che cos'è un ictus?
Un ictus è un disturbo transitorio del cervello a causa di un'interruzione del flusso sanguigno. Disturbi nel flusso sanguigno del cervello durante un ictus possono essere associati allo sviluppo di ischemia (anemia, mancanza di afflusso di sangue) a causa di ostruzione dei vasi o restringimento del lume del vaso con trombo o placca aterosclerotica, o a causa di un'integrità o permeabilità della sua parete e successiva emorragia. Di conseguenza, la parte interessata del cervello non può funzionare normalmente, il che può portare a funzioni motorie e sensoriali compromesse su un lato del corpo.

L'ictus è una malattia grave che richiede cure mediche di emergenza e può portare a disfunzioni irreversibili e persino alla morte. Quanto prima inizia la fornitura di assistenza medica qualificata in ictus, maggiori sono le possibilità di salvare la vita e ripristinare le funzioni perse. Dopo un ictus ischemico, il grado di danno irreversibile alle cellule cerebrali (neuroni) aumenta costantemente fino a quando le aree del cervello interessate rimangono senza un apporto di sangue sufficiente. Nelle aree del cervello completamente prive di flusso sanguigno, i neuroni iniziano a morire in meno di 10 minuti. Nelle aree in cui è conservato <30% нормального кровотока, нейроны начинают умирать в течение одного часа. В областях с 30% -40% от нормального кровотока некоторые нейроны некоторые нейроны теоретически могут восстановиться при начале терапии через несколько (3-4-6) часов.

Pertanto, è ottimale se l'assistenza medica inizia a essere fornita entro e non oltre 3 ore dopo l'inizio di un ictus. Dopo 3 ore dall'inizio della malattia, le cellule cerebrali nella zona ischemica iniziano a subire cambiamenti irreversibili. Il tempo massimo ("finestra terapeutica") prima dell'inizio della terapia trombolitica per l'ictus ischemico è di 4,5 ore. Nel periodo fino a 6 ore dopo l'inizio dello sviluppo dell'ictus, cellule separate rimangono ancora tra le cellule cerebrali morte dall'ischemia, che teoricamente sono in grado di recuperare quando viene ripristinata l'irrorazione sanguigna.

2. Come riconoscere un ictus?

I sintomi di un ictus possono includere uno o più sintomi:
■ debolezza, paralisi (incapacità a muoversi) o intorpidimento del viso o degli arti su un lato del corpo;
■ un netto deterioramento della vista, sfocatura dell'immagine, specialmente con un occhio;
■ difficoltà linguistiche inaspettate, linguaggio confuso, caduta del linguaggio, deviazione di un lato della lingua;
■ difficoltà impreviste nella comprensione della parola;
■ improvvisa difficoltà a deglutire;
■ cadute inspiegabili, vertigini o perdita di equilibrio. Avvertenza: se una persona non beve alcolici, ma si comporta "come un ubriaco" - questo sintomo può indicare lo sviluppo di un ictus. La presenza di intossicazione da alcol non preclude lo sviluppo di ictus. Fai attenzione alle persone che sembrano "ubriachi" - forse puoi salvare la vita di qualcuno!
■ cefalea improvvisa grave (la più forte nella vita) o una nuova insolita natura di un mal di testa senza una causa specifica;
■ sonnolenza, confusione o perdita di coscienza.

Una persona senza educazione medica può utilizzare un semplice test di valutazione pre-ospedaliera della probabilità di ictus sulla scala di Cincinnati:

Valutazione preospedaliologica di veratosi in un paziente con un ictus sulla scala di Cincinnati. Almeno uno dei sintomi positivi indica che il paziente ha un ictus.
NB! Allo stesso tempo, i risultati negativi del test potrebbero non significare che il paziente non abbia avuto un ictus!

L'improvvisa comparsa di uno qualsiasi di questi tre sintomi indica la possibilità di un ictus. È urgente chiamare un'ambulanza! È meglio sopravvalutare la gravità e il pericolo delle condizioni del paziente che non sottovalutarlo!

Quando si valutano le condizioni del paziente, tenere presente quanto segue:
- Un colpo può cambiare il livello di coscienza di una persona.
- In molti casi, con un ictus, "niente fa male"!
- Una vittima di ictus può negare attivamente la sua condizione dolorosa!
- Una vittima di ictus può valutare inadeguatamente la sua condizione e i suoi sintomi: orientarsi verso l'opinione soggettiva e non sulla risposta del paziente alla domanda "Come si sente e di cosa si preoccupa?"

IMPORTANTE:
Esiste una condizione chiamata attacco ischemico transitorio (transitorio), quando l'apporto di sangue al cervello viene temporaneamente interrotto, causando un mini ictus. Anche se i sintomi dell'ictus osservati sono stati lievi e hanno attraversato un certo periodo di tempo - la tattica dovrebbe essere esattamente la stessa di un ictus "grande": mettere il paziente in una posizione sicura durante il vomito, accertarsi della sua immobilità e chiamare immediatamente un'ambulanza. L'ictus "Mini" può essere un precursore dello sviluppo di un tratto "grande".

Pronto soccorso per l'ictus.

Il primo soccorso più importante per l'ictus = chiamare immediatamente un'ambulanza!

Caratteristiche "russe" della chiamata e interazione con la brigata dell'ambulanza:

Se un ictus è successo in un luogo pubblico o per strada, e anche quando le persone si riuniscono, non ci saranno sfumature nella comunicazione con l'ambulanza. Se il paziente è a casa, possono comparire alcune caratteristiche sovrane della Russia dell'ambulanza, che è necessario conoscere in anticipo e prepararsi a loro.

1. Se è più probabile che tu sia sicuro della diagnosi, comunica per telefono all'ambulanza che il paziente ha un ictus e che è necessaria una squadra neurologica. Alla domanda "Come fai a sapere della diagnosi?", Con voce sicura, informa che il medico-vicino di casa o il medico ha fatto la diagnosi e ha chiesto che il team di ambulanza neurologica fosse chiamato immediatamente. Secondo le statistiche, il dispatcher dell'ambulanza è in grado di determinare correttamente la diagnosi di "ictus", tenendo conto della storia confusa del chiamante, solo in 1/3 dei casi. L'arrivo di una brigata di ambulanza ordinaria, piuttosto che neurologica, può portare a una perdita di tempo prima dell'inizio delle cure ospedaliere. Durante i negoziati con l'ambulanza, qualcuno deve essere sempre vicino al paziente!

2. Manda qualcuno ai vicini per chiedere aiuto: avrai bisogno di 2-4 uomini forti per trasportare accuratamente il paziente su una barella da casa a un'ambulanza. Se non hai ancora incontrato un'ambulanza russa, allora dovresti sapere che non tutti, ma in molti casi, i paramedici dell'assistente medico, i conducenti di ambulanze (almeno a San Pietroburgo) si rifiutano di portare i pazienti su una barella a un'ambulanza., sostenendo che "non è una loro responsabilità" o "non sono abbastanza forti", o richiedono denaro per trasportare i malati. Qualsiasi ritardo gioca contro il paziente: prepara i tuoi portieri in anticipo. Non entrare in conflitto con gli estorsori: potresti perdere tempo prezioso nel fornire assistenza medica. Accetta le loro condizioni: ricorda che la vita e la salute sono molto più importanti dei soldi. Sarà possibile trattare con estorsori dopo che le condizioni del paziente saranno stabilizzate in ospedale. Per fare questo, chiedi a uno dei familiari o ai vicini di essere presente alla "contrattazione" e registra tranquillamente il fatto di estorsione di denaro su un telefono cellulare (video, registratore vocale) e contatta la polizia con questi materiali: devi combattere con una franchezza di illegalità usando la posizione indifesa dei pazienti.

Le funzioni di medici, assistenti medici e conducenti di ambulanze per trasferire i pazienti su un'auto per ambulanze sono fissate negli allegati per ordinare il n. 100 del Ministero della Sanità della Federazione Russa del 26 marzo 1999.
Appendice n. 9 Provvedimento del medico dell'ambulanza dell'ambulanza: Il medico è tenuto (clausola 2.3) a garantire un trasporto delicato con la terapia intensiva simultanea e l'ospedalizzazione del paziente (vittima).
Appendice n. 10 Provvedimento sull'assistente medico dell'ambulanza: Il paramedico è obbligato (p.7) a portare il paziente su una barella, se necessario, per prenderne parte (portare il paziente su una barella è considerato un tipo di assistenza medica in un complesso di misure mediche ). Quando si trasporta il paziente per essere vicino a lui, fornire le cure mediche necessarie.
Appendice n. 12 Provvedimento per l'autista della brigata di ambulanza: Compiti del conducente: (p.2.5) Fornisce, insieme al paramedico (paramedico), il carico, il carico e lo scarico di pazienti e feriti durante il trasporto, aiuta il medico e il paramedico a immobilizzare gli arti delle vittime e applicazione di imbracature e fasciature, trasferimenti e collegamento di attrezzature mediche. Assiste il personale medico accompagnato da malati di mente.

Non credendo che i medici dell'ambulanza di San Pietroburgo "non sono in grado" e "non vogliono" trasportare pazienti su barelle, suggerisco di vedere l'ultimo video delle telecamere di sorveglianza, dimostrando come un paziente con un trauma cranico (secondo un comunicato stampa) Denis è stato picchiato all'ingresso) "medici" sono trasferiti su un'ambulanza:

3. Alcuni medici di ambulanza possono obiettare che portare un paziente con un ictus in ospedale è pericoloso perché lui (lei) sta "per morire" e che "è meglio scrivere un rifiuto di ospedalizzazione" e lasciare che il paziente muoia a casa. I medici senza scrupoli dell'ambulanza usano questa tecnica per proteggersi dalla morte del paziente nell'ambulanza e dalle successive conclusioni organizzative. Il tasso di mortalità per gli ictus è piuttosto elevato e ammonta al 35% nella fase ospedaliera. Insistere sul ricovero in ospedale - è necessario dare al paziente una possibilità di vita e di recupero. Senza la fornitura immediata di cure mediche qualificate, le probabilità di sopravvivenza o di invalidità grave del paziente saranno molto minori. In caso di rifiuto da parte del medico dell'ambulanza di ospedalizzare il paziente, comporre il numero di emergenza e riferire sulla situazione. È possibile che le tue richieste non rispondano. È anche possibile minacciare di chiamare (o chiamare) la polizia e segnalare l'inazione del medico e lasciare il paziente a rischio. Un altro trucco usato dai medici che hanno dimenticato la promessa di un medico russo (il giuramento di Ippocrate) è una "diagnosi poco chiara". Tali medici affermano che non possono fare una diagnosi. Nessuna diagnosi - nessun ricovero Se incontrate medici dell'ambulanza, chiamate un'ambulanza pagata: il tempo gioca contro di voi e la vita del paziente. Ricorda che un'ambulanza pagata è molto più economica di un funerale per un paziente rimasto senza cure mediche qualificate. Nell'ospedale, i medici non possono rifiutarsi di aiutare.

4. I pazienti con ictus ischemico sono ospedalizzati in un ospedale neurologico (90% dei casi di ictus). I pazienti con ictus emorragico sono ospedalizzati in un ospedale neurochirurgico (10% dei casi di ictus). Il tipo di ictus può essere determinato solo dal medico di emergenza. Come è noto, non tutti gli ospedali in Russia sono "ugualmente buoni". Un'ambulanza può rifiutarsi di portare il paziente in un ospedale "buono" e offrire solo il "cattivo" noto per l'atteggiamento di cura del diavolo ai pazienti per il ricovero in ospedale. Prepari in anticipo i soldi per pagare il personale dell'ambulanza per la consegna del paziente con un colpo ad un ospedale "buono". Se avete dei conoscenti in ospedale: chiamateli in anticipo e avvertitevi che state prendendo un paziente con un ictus e chiedete un esame primario, una diagnostica strumentale e iniziare a fornire assistenza medica immediatamente. Di solito i medici delle ambulanze richiedono di dare loro il nome del medico ospedaliero con il quale esiste un accordo per il ricovero in ospedale. Preparare questi dati in anticipo per non perdere tempo.

5. All'arrivo al pronto soccorso dell'ospedale, contatta un amico con il quale hai precedentemente telefonato o, in assenza di quelli, contatta il tuo medico e spiega che il paziente ha un ictus e ogni minuto prima dell'inizio delle cure mediche (ricorda la regola 3 x ore dall'inizio della corsa). Dite loro che la vita e la salute della persona malata sono care a voi e pagherete per l'immediato avvio della diagnosi e delle cure mediche. In caso contrario, la sera negli ospedali di grandi città, come San Pietroburgo, il tempo di attesa nel pronto soccorso prima dell'inizio delle cure mediche può essere di 3-5 ore, che porterà a violazioni irreversibili delle funzioni cerebrali del paziente durante un ictus, nonostante che la cura per l'ictus dovrebbe iniziare in modo prioritario, proprio come, ad esempio, con l'infrazione miocardica.

Se ti trovi in ​​una regione in cui non è presente un'ambulanza o un'ambulanza arriva in poche ore (o non arriva sempre - "senza gas", "senza ponte", "senza strade"), devi trasportare il paziente in posizione supina sul lato (per evitare inalazione di vomito), con la fornitura di vie aeree nella più vicina struttura medica dove può essere fornita assistenza. È meglio chiamare lì in anticipo e avvertire che stai trasportando un paziente con un ictus.

Cosa fare prima dell'arrivo dell'ambulanza?

I compiti principali di parenti e parenti prima dell'arrivo di un'ambulanza al paziente con un ictus:
■ Manutenzione delle vie respiratorie, della respirazione e della circolazione sanguigna.
■ Prevenzione delle complicanze.
■ Riduzione della gravità del tratto.
■ Preparazione di documenti (passaporto, politica medica) e informazioni importanti sul paziente (malattie croniche, intolleranza ai farmaci).

1. Calma il paziente, digli cosa stai facendo e che l'ambulanza arriverà presto. Se un paziente con un ictus non è in contatto con te a causa di confusione, ciò non significa che non ti ascolti e non capisca. Minore stress / ansia di un paziente, maggiori sono le possibilità di un risultato migliore.
2. Non dare al paziente nulla da bere o da mangiare. Non dare al paziente alcun farmaco.
3. Adagiare il paziente su una superficie orizzontale. Più piccolo sarà il movimento del paziente, minore sarà la possibilità di un aumento del sanguinamento (se presente), un coagulo di sangue o uno spasmo dei vasi sanguigni. Se il paziente è cosciente e non c'è vomito, può essere deposto sulla schiena. La testa e le spalle non devono essere sollevate: la posizione orizzontale della testa fornisce un miglior afflusso di sangue al cervello. Rimuovere dalla dentiera protesi, cibo ostaki. Puoi sollevare leggermente le gambe - questo migliorerà il flusso di sangue alla testa. Non lasciare che il paziente si muova.

vomito:

Se il paziente è incosciente o nauseabondo (vomito): girare immediatamente il paziente su un fianco, tenendo immediatamente la testa in posizione sul fianco per rimuovere il vomito. L'inalazione di vomito può portare al soffocamento del paziente o al successivo sviluppo di una grave polmonite. È necessario monitorare la posizione della lingua - in modo che la sua recessione non blocchi le vie aeree.

Dare una posizione sicura del paziente sul lato:

Inginocchiarsi accanto alla persona. Giralo di lato verso di te. Estendi il suo braccio inferiore in avanti ad angolo retto. Piegare la gamba in alto al ginocchio, l'altra gamba dovrebbe essere diritta. Piegare il ginocchio dovrebbe riposare contro la superficie. Rifiuta la testa e il collo un po 'indietro e in basso in modo che il contenuto della bocca (se presente) possa scorrere liberamente verso il basso. Tirare la mascella verso il basso e controllare le vie aeree con il dito. Rimuovi il cibo avanzato o il vomito. Tieni la mascella alzata in modo che la sua bocca sia sempre aperta. Controlla la respirazione libera: c'è qualche movimento del torace? Senti, appoggiato al volto di un paziente con un NIS, la sua espirazione? Senti il ​​suo alito?

Se non c'è respiro, è urgente procedere con la rianimazione cardiopolmonare (respirazione artificiale e massaggio cardiaco indiretto).

Metti un piatto o un asciugamano per il vomito. Se vomiti, gira e tieni la testa bassa per rimuovere il vomito e prevenire l'inalazione. Usa il dito per pulire la bocca del vomito residuo.

Accesso all'ossigeno:

Aprire il colletto, la cintura e tutti gli altri indumenti che stringono il corpo e impediscono l'afflusso di sangue. Togliti le scarpe. Chiedi di aprire la finestra per respirare aria fresca. Mantenere la mascella inferiore costantemente, in modo che la bocca del paziente sia sempre socchiusa - questo migliorerà il flusso di ossigeno. Se hai una bomboletta di aerosol con ossigeno e una maschera (venduta in farmacia), usala.

Controlliamo la pressione sanguigna:

Nella maggior parte dei casi, la pressione sanguigna aumenta nel periodo acuto di un ictus. Da un lato, un aumento della pressione è un mezzo compensativo per migliorare l'afflusso di sangue al cervello. D'altra parte, l'ipertensione aumenta il rischio di ictus ricorrente e ponderazione delle condizioni del paziente. Se è possibile monitorare la pressione del paziente con un tonometro, si raccomanda di mantenere i seguenti valori della pressione arteriosa in un paziente con un ictus nel periodo acuto:
in pazienti con ipertensione: 180 / 100-105 mm Hg
in pazienti senza ipertensione: 160-180 / 90-100 mm Hg
È severamente vietato ridurre la pressione di medicinali riparati senza un medico!

Semplici manipolazioni con ghiaccio (neve) e riscaldatori aiuteranno a ridurre leggermente la pressione sanguigna:
Le compresse fredde (di ghiaccio) dovrebbero essere applicate alla zona del nodo seno-carotideo (sotto la mascella inferiore sul lato della trachea). L'impatto sul nodo seno-carotideo porta a una diminuzione della pressione sanguigna e all'espansione dei vasi sanguigni. Se non c'è ghiaccio o neve, utilizzare un panno umido per raffreddare la zona riflessogena. Alcuni clic delle dita sugli occhi aiuteranno a ridurre il divario.
Allo stesso tempo, una bottiglia di acqua calda dovrebbe essere applicata ai piedi o strofinare i piedi con la senape.
Non coprire il paziente con una coperta: il raffreddamento del corpo porta alla centralizzazione della circolazione sanguigna, il che significa un apporto di sangue migliorato al cuore, ai polmoni e al cervello, che è necessario per l'ictus.

Applicare ghiaccio (freddo) alla testa, la parte posteriore della testa non può essere - può danneggiare l'afflusso di sangue al cervello!

4. Traccia riflessa e micro sanguinamento nell'ictus acuto *

Con un colpo, viene massaggiato attivamente per 3-5 minuti (sfregato, premuto, forato con un'unghia), o un punto GI3 San-Jian e un punto Shen-May V62 (solo massaggio) bruciato con una sigaretta (da pochi cm).

Con perdita di coscienza, il comatoso viene massaggiato attivamente per 3-5 minuti (pestato, pressato, forato con l'unghia). Punto GI4 heh-gu: prima sul lato sano del corpo, poi sul lato colpito.

Quindi procedere all'impatto (massaggio forte per 3-5 minuti) su punti coerentemente VG20 buy-hui (situato nella linea mediana della testa all'incrocio con la linea dalla parte superiore delle orecchie) e premendo il dito sul punto VG26 jen-chung, che si trova nella parte superiore 1/3 piega naso-labiale sotto il setto nasale.

Si consiglia inoltre di impastare le orecchie del paziente fino a quando diventano rosse e perforare il lobo dell'orecchio in due punti con un ago da una siringa.

Successivamente, una puntura di emergenza viene eseguita con un ago sterile da una normale siringa di PC86 shi-xuan x4 speciale, che si trova al centro della punta di ogni dito a 3 mm dal bordo libero dell'unghia, schiacciando ogni dito attraverso una goccia di sangue, in grado di ridurre la gravità delle conseguenze dell'ictus acuto. Inizia con una puntura delle dita IV e V.

Con un aumento della pressione arteriosa, i punti delle dita PC86 II e III di ciascuna mano vengono ulteriormente perforati.

Si consiglia inoltre di impastare le orecchie del paziente fino a quando diventano rosse e perforare il lobo dell'orecchio in due punti con un ago da una siringa.

Se è difficile memorizzare tutti i punti di agopuntura con un insulto, ricorda almeno un ago con un ago della siringa di tutte le dita e i lobi delle orecchie.

* Fonte: stati di emergenza e algoritmi di assistenza di emergenza nella pratica ambulatoriale di un dentista: metodo. raccomandazioni / O.P. Chudakov, I.I. Kanus, A.Z. Barmutskaya e altri - Minsk: BSMU, 2004. - 56 p.

5. Omeopatia per ictus acuto

Secondo il dottore Vinogradova E.G. dal centro omeopatico "OLLO" vi è evidenza dell'efficacia dell'uso del farmaco omeopatico Arnica 200 CH (soluzione acquosa) nella fase acuta dell'ictus per migliorare la prognosi per il ripristino delle strutture cerebrali temporaneamente danneggiate durante un ictus. Arnica C200 sotto forma di un "pisello" può essere messo sotto la lingua al paziente.

6. Neuroprotezione primaria nell'ictus acuto

Un'assunzione precoce dell'aminoacido glicina in una dose di 20 mg / kg di peso corporeo al giorno (1-2 g al giorno = 10-20 compresse da 0,1 g per lingua!) E MagneB6 (o altri preparati di magnesio) aiuta a preservare le aree cerebrali che hanno danno funzionale durante l'installazione. L'uso della glicina ha un effetto positivo sull'esito clinico della malattia, riducendo il tasso di mortalità a 30 giorni, accelera la regressione dei disturbi di coscienza e altri sintomi cerebrali, segni di edema cerebrale, difetto focale, migliora il recupero delle funzioni neurologiche compromesse.

L'uso di aspirina (acido acetilsalicilico) in una singola dose di 150-300 è possibile solo con ictus ischemico. Pertanto, solo il medico dovrebbe determinare la possibilità di prendere ASA! L'assunzione di aspirina per ictus emorragico peggiorerà le condizioni del paziente e potrebbe essere fatale.

Attenzione! Tutti gli articoli sono di natura informativa e in nessun caso possono essere usati come guida per diagnosticare e curare le malattie da soli, senza la partecipazione di un medico. Gli articoli possono contenere errori e inesattezze e riflettere l'opinione soggettiva dell'autore. Se tu o qualcuno vicino a te sei malato: ti preghiamo di consultare un medico e non di automedicazione!