Medulla oblongata

Tumore

Il midollo allungato partecipa alla regolazione riflessa delle principali funzioni vegetative. La distruzione del midollo allungato porta alla morte, poiché i movimenti respiratori si fermano e quindi l'attività cardiaca. I principali centri nervosi si trovano nel midollo allungato nel ponte.

Il centro respiratorio viene eccitato automaticamente attraverso il sangue e in modo riflessivo, lungo le fibre afferenti che formano il vago e i nervi simpatici. Se è danneggiato, i movimenti respiratori si fermano immediatamente.

Il nucleo del nervo vago negli adulti è in buona forma e causa l'inibizione del cuore con stimoli riflessi e neuroumorali. Pertanto, con la distruzione del midollo allungato, la regolazione del cuore smette di funzionare.

Il principale centro vasomotorio. Mantiene il tono dei vasi sanguigni e le vie riflesse e neuroumorali regolano il loro lume a causa dell'afflusso di impulsi afferenti dai recettori dei vasi sanguigni e dell'ingresso di alcuni ormoni, mediatori e metaboliti nel sangue. Pertanto, quando il midollo allungato viene distrutto o quando viene separato dal midollo spinale, la pressione sanguigna cala bruscamente.

Parte del centro alimentare. È eccitato da modi neurohumoral e riflessi. Comprende: 1) il nucleo del 7 ° e 9 ° nervo cranico, che causa salivazione quando le fibre afferenti del 5 ° e 9 ° nervo sono eccitate; 2) il nucleo del decimo nervo, che provoca la separazione dei succhi gastrici e pancreatici sull'eccitazione delle fibre afferenti degli stessi nervi; 3) il nucleo del 7 ° e 12 ° nervo, che provoca l'aspirazione quando le fibre afferenti del 5 ° nervo sono eccitate; 4) il nucleo del 5 °, 7 ° e 12 ° nervo, che provoca la masticazione dell'eccitazione delle fibre afferenti del 5 ° e 9 ° nervo e 5) il nucleo del 7 °. 9, 10 e 12 nervi, che causano la deglutizione quando le fibre afferenti del 5 °, 9 °, 10 ° nervo sono eccitate.

Centro vomito. È eccitato dai percorsi riflessi e neuroumorali. L'eccitazione riflessa di questo centro è causata dall'irritazione dei recettori della radice della lingua, della faringe, dello stomaco, dell'intestino (irritazione meccanica e chimica, forte pressione durante lo straripamento dello stomaco, ecc.), In cui l'eccitazione penetra nel midollo attraverso le fibre afferenti del 9 ° e 10 ° nervi, recettori dell'utero e altri organi. Il vomito è causato anche dall'eccitazione dell'apparato vestibolare, che viene trasmesso attraverso l'ottavo nervo. Attraverso il sangue di questo centro si eccitano sostanze tossiche prodotte da vari microbi, così come alcune sostanze medicinali (apomorfina, ecc.). Gli impulsi efferenti sono condotti lungo i nervi spinali causando contrazione del diaframma e dei muscoli addominali, e principalmente dei nervi vago e simpatico (celiaco). L'atto del vomito è un complesso atto coordinato in cui si apre lo sfintere cardiaco, il diaframma e i muscoli addominali, i muscoli della faringe, la lingua, la bocca sono contratti, lo stomaco e l'intestino sono anti-peristalsi, ecc. Il vomito inizia quando espiri. L'aumento della respirazione inibisce il vomito.

Il principale centro di sudorazione. È eccitato dai percorsi riflessi e neuroumorali, ad esempio, quando la temperatura corporea aumenta quando il corpo si surriscalda. Attraverso i centri del midollo spinale, causa sudorazione.

Il centro dello strappo. Reflexively eccitato dalle fibre afferenti del 5o nervo. Le fibre efferenti appartengono al nucleo del 7 ° nervo.

Centro lampeggiante e chiusura secolo. Reflexively eccitato dalla stimolazione della cornea e della congiuntiva. Le fibre afferenti passano nel 5 °, e le fibre efferenti - nel 7 ° nervo.

Centro starnuto. Reflexively eccitato dalla stimolazione dei recettori della mucosa nasale. Gli impulsi afferenti sono trasmessi lungo il 5 °, e gli impulsi efferenti lungo il 9 °, 10 °, 12 ° nervi cranici e spinali.

Centro tosse. Eccitato in modo riflessivo dall'irritazione della mucosa della laringe, della trachea e dei bronchi. Le fibre afferenti sono nel decimo ed efferenti nel 9 °, 10 ° e 12 ° dei nervi.

Inoltre, con la partecipazione del midollo allungato, vengono eseguiti numerosi altri riflessi. Ad esempio, quando il suono riceve impulsi afferenti lungo l'ottavo nervo (il ramo uditivo), riflessivamente lungo il sesto nervo conduce all'esterno dei bulbi oculari e lungo il 7 ° nervo negli animali, viene causato il movimento dei padiglioni auricolari. Nell'uomo, con la partecipazione del centro respiratorio, il 5 °, 7 ° e 12 ° nervo, viene eseguita la parola orale.

Gli impulsi afferenti che causano i riflessi tonici arrivano quando l'apparato vestibolare è eccitato lungo l'ottavo nervo (ramo vestibolare). La regolazione del tono riflessa si verifica anche quando gli impulsi afferenti dei propriocettori dei muscoli del collo, del viso, del tronco e delle estremità entrano nel midollo allungato. Il midollo allungato partecipa ai riflessi della posizione del corpo.

Informazioni interessanti sul midollo allungato

Il midollo si trova nella parte posteriore del cervello, è una continuazione del midollo spinale. Questa parte del cervello regola le funzioni vitali, vale a dire la circolazione sanguigna e la respirazione. Il danno a questa parte del cervello porta alla morte.

struttura

Il midollo allungato è costituito da materia bianca e grigia, proprio come l'intero cervello. La struttura del midollo allungato può essere divisa in interno ed esterno. Il margine inferiore (dorsale) è considerato il punto di uscita delle radici del primo nervo spinale cervicale e il margine superiore è il ponte cerebrale.

Struttura esterna

Esternamente, una parte importante del cervello è come una cipolla. Ha una dimensione di 2-3 cm. perché questa parte è un'estensione del midollo spinale, questa parte del cervello include le caratteristiche anatomiche sia del midollo spinale che del cervello.

Esternamente, è possibile selezionare la linea mediana anteriore che separa le piramidi (una continuazione del midollo spinale anteriore). Le piramidi sono una caratteristica dello sviluppo del cervello negli esseri umani, perché sono comparsi durante lo sviluppo della neocorteccia. Nei primati più giovani si osservano anche le piramidi, ma sono meno sviluppate. Ai lati delle piramidi è un'estensione ovale "oliva", che contiene lo stesso nucleo. Ogni nucleo contiene un tratto olomotomitico.

Struttura interna

I nuclei grigi sono responsabili delle funzioni vitali:

  • Olive Core - Collegato al nucleo dentato del cervelletto
  • Formazione reticolare - regola il contatto con tutti i sensi e il midollo spinale
  • Nuclei 9-12 coppie di nervi cranici, nervo accessorio, nervo glossofaringeo, nervo vago
  • Centri circolatorio e respiratorio associati ai nuclei del nervo vago

Per la comunicazione con il midollo spinale e le sezioni vicine sono responsabili percorsi lunghi: piramidale e le traiettorie delle travi a forma di cuneo e sottili.

Funzioni dei centri del midollo allungato:

  • Macchia blu - gli assoni di questo centro possono emettere la noradrenalina nello spazio intercellulare, che a sua volta cambia l'eccitabilità dei neuroni
  • Anima dorsale del corpo trapezoidale - funziona con l'apparecchio acustico
  • Il nucleo della formazione reticolare - colpisce il nucleo della corteccia cerebrale e del midollo spinale mediante eccitazione o inibizione. Forma centri vegetativi
  • Nucleo di olive - è un centro di equilibrio intermedio
  • Il nucleo di 5-12 coppie di nervi cranici - funzioni motorie, sensoriali e autonomiche
  • I gherigli di un raggio cuneiforme e sottile - sono gherigli associativi di sensibilità propriotseptive e tattile

funzioni

Il midollo allungato è responsabile delle seguenti funzioni principali:

Funzioni sensoriali

Dai recettori sensoriali, i segnali afferenti arrivano ai nuclei dei neuroni midollari. Quindi viene eseguita l'analisi dei segnali

  • Sistemi respiratori - composizione del gas ematico, pH, stato attuale di stiramento del tessuto polmonare
  • Circolatorio - il lavoro del cuore, la pressione sanguigna
  • segnali dal sistema digestivo

Il risultato dell'analisi è la successiva reazione sotto forma di regolazione del riflesso, che è realizzata dai centri del midollo allungato.

Ad esempio, l'accumulo di C02 nel sangue e diminuzione in O2 è causale per le seguenti reazioni comportamentali, emozioni negative, asfissia e così via. che fa in modo che una persona cerchi aria pulita.

Funzione del conduttore

Questa funzione consiste nel condurre impulsi nervosi sia nel midollo allungato sia nei neuroni di altre parti del cervello. Gli impulsi nervosi afferenti arrivano lungo le stesse fibre 8-12 coppie di nervi cranici al midollo. Passa anche attraverso questo percorso di conduzione del dipartimento dal midollo spinale al cervelletto, al talamo e ai nuclei del tronco.

Funzioni riflesse

Le principali funzioni riflesse includono la regolazione del tono muscolare, i riflessi protettivi e la regolazione delle funzioni vitali.

I percorsi iniziano nei nuclei del cervello, ad eccezione della via corticospinale. I percorsi terminano con motoneuroni y e interneuroni del midollo spinale. Con l'aiuto di tali neuroni, è possibile controllare lo stato dei muscoli di antagonisti, antagonisti e sinergizzanti. Ti permette di connetterti a un semplice movimento di muscoli aggiuntivi.

  • Riflessi raddrizzanti - ripristina la posizione del corpo e della testa. I riflessi funzionano con l'apparato vestibolare, i recettori per lo stretching muscolare. A volte il lavoro dei riflessi è così veloce che alla fine realizziamo la loro azione. Ad esempio, l'azione dei muscoli durante lo scorrimento.
  • Riflessi posturali - sono necessari per mantenere una certa postura del corpo nello spazio, inclusi i muscoli necessari
  • Riflessi labirinti - forniscono una posizione costante della testa. Diviso in tonico e fisico. Fisico: supporta la postura della testa in violazione dell'equilibrio. Tonico - supporta la postura della testa per lungo tempo a causa della distribuzione del controllo in diversi gruppi muscolari
  • Riflesso starnuto - dovuto alla stimolazione chimica o meccanica dei recettori della mucosa della cavità nasale, l'espirazione forzata dell'aria avviene attraverso il naso e la bocca. Questo riflesso è diviso in 2 fasi: respiratoria e nasale. Fase nasale: si verifica quando viene esposta ai nervi olfattivo e reticolare. Quindi, i segnali afferenti ed efferenti si trovano nei "centri di starnuti" lungo i percorsi di conduzione. La fase respiratoria si verifica quando un segnale viene ricevuto nei nuclei del centro starnuto e una massa critica di segnali si accumula per inviare un segnale ai centri respiratori e motori. Il centro dello starnuto si trova nel midollo al margine ventromediale del tratto discendente e del nucleo del trigemino.
  • Vomito - svuotamento dello stomaco (e nei casi gravi dell'intestino) attraverso l'esofago e la cavità orale.
  • La deglutizione è un atto complesso che coinvolge i muscoli della faringe, della bocca e dell'esofago.
  • Lampeggiante - con irritazione della cornea degli occhi e della sua congiuntiva

Biglietto 9. 1. Riflessi del midollo allungato.

Con la partecipazione dei nuclei del midollo allungato, vengono eseguiti i riflessi della catena, associati alla masticazione e alla deglutizione del cibo. Ad esempio, durante l'atto di masticazione, l'attività coordinata dei muscoli masticatori, della lingua, delle guance, del palato e del pavimento della bocca è garantita dalla funzione dei nuclei motori dei nervi trigemino e ipoglosso. Quando il nodulo del cibo tocca il palato, la base della lingua o la parete posteriore faringale, si verifica un riflesso della catena di deglutizione. Dai recettori del terzo posteriore della lingua, la membrana mucosa della faringe, l'eccitazione attraverso le fibre sensoriali del nervo glossofaringeo entra nel midollo allungato fino al centro del riflesso della deglutizione. Da questo centro, i comandi motori programmati nel sistema nervoso attraverso le fibre motorie dei nervi sublinguale, trigeminale, glossofaringeo e vagare vanno ai muscoli della cavità orale, della faringe, della laringe e dell'esofago. Come risultato dell'attività coordinata di questi muscoli, viene eseguito un atto di deglutizione con sovrapposizione simultanea degli accessi al rinofaringe e alla laringe.

Con la funzione del tratto digestivo molti riflessi autonomi del cervello posteriore sono associati. Questi includono, ad esempio, la regolazione riflessa della secrezione delle ghiandole salivari, che viene effettuata con la partecipazione di nervi facciali e faringei contenenti neuroni parasimpatici. Il nucleo vegetativo e parasimpatico del nervo vago è incluso nel sistema della regolazione riflessa della respirazione, dell'attività cardiaca e del tono vascolare.

Un intero gruppo di riflessi del rombencefalo è finalizzato al mantenimento tono posturale. A seconda della fonte degli effetti del recettore, i riflessi tonici sono suddivisi in cervicale e vestibolare o labirinto.

Riflessi tonici cervicali innescato dalla stimolazione dei propriocettori dei muscoli del collo. Per la prima volta sono descritti dal fisiologo olandese R. Magnus su gatti con un tronco cerebrale che è stato tagliato a livello della tenda del cervelletto. Riflessi del collo puri possono essere osservati nella distruzione dell'apparato vestibolare, che fornisce ulteriori informazioni sulla posizione della testa nello spazio. Come dimostrato dagli esperimenti di R. Magnus, l'inclinazione della testa del gatto nel piano sagittale provoca un aumento del tono dei muscoli - gli estensori degli arti anteriori e allo stesso tempo l'indebolimento del tono estensore dei posteriori. Al contrario, inclinare la testa verso il basso provoca il processo inverso, quando il tono degli estensori degli arti anteriori diminuisce, mentre le zampe posteriori aumentano. Lo squilibrio dovuto alla rotazione della testa a destra o a sinistra rispetto all'asse longitudinale provoca un aumento compensativo del tono degli estensori di quegli arti nella direzione della quale viene girata la testa. Questo è il cosiddetto riflesso di rotazione di Magnus.

Riflessi vestibolari inestricabilmente legati ai riflessi tonico cervicali e in vivo li completano. I riflessi vestibolari non dipendono dalla posizione della testa rispetto al corpo e possono essere ottenuti in forma pura fissando la testa al corpo o disattivando i propriocettori dei muscoli del collo mediante il blocco novocanico.

Nella formazione reticolare del midollo allungato i centri che svolgono un ruolo importante nella regolazione delle funzioni viscerali sono concentrati. Questo è principalmente il centro respiratorio, localizzato nella parte mediale della formazione reticolare del midollo. Anche nel secolo scorso, è stato rilevato che il danno alla parte caudale del fondo del ventricolo IV porta all'arresto respiratorio (iniezione di Flurans). Più tardi, N. A. Mislavsky (1885) ha identificato due parti funzionalmente diverse nel centro respiratorio: inspiratorio ed espiratorio (o respiratorio ed espiratorio). L'uso della micro-stimolazione e della registrazione microelettronica dell'attività dei singoli neuroni ha permesso di chiarire le idee sulla localizzazione di parti del centro respiratorio.

Fisiologia del midollo allungato

Il midollo allungato, così come il midollo spinale, svolge due funzioni: riflessa e conduttiva. Otto coppie di nervi cranici (da V a XII) escono dal midollo allungato e dal ponte, e, come il midollo spinale, ha una connessione sensoriale diretta con la periferia. Sulle fibre sensoriali, riceve impulsi - informazioni dai recettori del cuoio capelluto, delle mucose degli occhi, del naso, della bocca (comprese le papille gustative), dall'organo dell'udito, dall'apparato vestibolare (organo dell'equilibrio), dai recettori della laringe, della trachea, dei polmoni, nonché dagli interorecettori del cardio - sistemi vascolari e digestivi.

Attraverso il midollo allungato, vengono eseguiti molti semplici e complessi riflessi, che coprono non le misure individuali del corpo, ma i sistemi di organi, come l'apparato digerente, la respirazione e la circolazione sanguigna. L'attività riflessa del midollo allungato può essere osservata in un gatto bulbar, cioè un gatto in cui il tronco cerebrale è tagliato sopra il midollo. L'attività riflessa di un tale gatto è complessa e diversificata.

  • Riflessi protettivi: tosse, starnuti, ammiccamenti, lacrimazione, vomito.
  • Riflessi nutrizionali: suzione, deglutizione, secrezione delle ghiandole digestive.
  • Riflessi cardiovascolari che regolano l'attività del cuore e dei vasi sanguigni.
  • Nel midollo allungato è automaticamente funzionante il centro respiratorio, fornendo ventilazione dei polmoni.
  • Nel midollo allungato sono situati i nuclei vestibolari.

Dai nuclei vestibolari del midollo allungato, inizia il tratto vestibolospinale discendente, che è coinvolto nell'esercizio dei riflessi di postura, cioè nella ridistribuzione del tono muscolare. Il gatto bulbar non può né stare in piedi né camminare, ma il midollo e i segmenti spinali cervicali forniscono quei complessi riflessi che sono elementi di stare in piedi e camminare. Tutti i riflessi associati alla funzione di stare in piedi, chiamati i riflessi di installazione. Grazie a loro, l'animale, contrariamente alle forze di gravità, mantiene la postura del suo corpo, di regola, con la parte superiore scura.

Il significato speciale di questa parte del sistema nervoso centrale è determinato dal fatto che i centri vitali si trovano nel midollo allungato - i centri respiratorio e cardiovascolare, quindi, non solo la rimozione, ma anche il danneggiamento del midollo, termina con la morte.
Oltre al riflesso, il midollo allungato svolge una funzione di conduttore. Attraverso il midollo allungato passano percorsi conduttivi che collegano la corteccia, l'intermedio, il mesencefalo, il cervelletto e il midollo spinale con comunicazione bidirezionale.

Funzioni importanti del midollo allungato

Alcuni centri cerebrali sono responsabili dell'esecuzione di qualsiasi funzione mentale, fisica o sensomotoria. Gli scienziati moderni lo confrontano con un computer perfetto, in grado di elaborare qualitativamente un grande flusso di informazioni mentre svolgono molte azioni. Ogni singolo lobo svolge una funzione importante, incluso il midollo allungato - la regione del cervello che la collega al midollo spinale. Il fatto che la sua funzione principale non sia solo connettiva è noto da molto tempo. Scienziati e fisiologi hanno scoperto che questa piccola area svolge un ruolo enorme e importante per l'intero organismo. Per capire il suo ruolo nella vita umana, consideriamo l'anatomia e le funzioni principali di questa regione del cervello in modo più dettagliato.

La funzionalità principale di un reparto importante

Gli specialisti ritengono che le funzioni del midollo allungato siano vitali, considerando che anche un minor danno o insufficienza nel suo lavoro può portare a conseguenze complesse.

struttura

La struttura e le funzioni del midollo allungato, che differiscono per dimensioni ridotte e aspetto insignificante, sono in effetti strettamente correlate. È questa piccola area del cervello che ha nella sua struttura una moltitudine di nuclei, oltre a parecchi percorsi ascendenti e discendenti, che servono da conduttori di segnali e impulsi.

La struttura del midollo allungato è caratterizzata dalla presenza di importanti recettori e centri nervosi in quest'area:

  • nervo glossofaringeo;
  • nervo accessorio;
  • nervo vago;
  • nervo ipoglosso;
  • parte del nervo pre-vescicolare.

Gli esperti sottolineano che anche lesioni e ferite minori che il midollo allungato può assumere sono in grado di condurre non solo a conseguenze complesse, ma anche alla morte.

Tocca la regolazione funzionale

L'attività delle funzioni sensoriali del midollo allungato è finalizzata a ricevere segnali dai recettori sensoriali che rispondono ai cambiamenti nell'ambiente esterno o interno.

Gli esperti identificano diverse aree principali di reazioni interne:

  1. Ricezione e analisi dei segnali sensoriali inviati dall'apparato respiratorio. L'oblio del midollo elabora le informazioni ottenute e analizza non solo lo stato degli organi respiratori, ma anche la qualità dei processi metabolici. È sulla base dei risultati analitici che il centro del cervello prende una decisione per modificare la ciclicità, la durata o l'attività riflessa degli organi respiratori.
  2. Riconoscimento e analisi dei segnali dal gusto e dai recettori digestivi. Nel dipartimento del midollo allungato, si svolge un'analisi graduale di una complessa combinazione dello stato delle funzioni masticatorie, gustative e digestive, che dopo tutto viene analizzata dai principali centri cerebrali.

La parte oblunga del cervello è in grado di analizzare e trasportare anche i segnali sensoriali da stimoli esterni:

  1. Variazione della temperatura ambiente, surriscaldamento, sovraraffreddamento.
  2. Danni alla pelle, irritazione dei recettori del dolore.
  3. Segnali audio, tattili e visivi di varia intensità e frequenza.

Ruolo funzionale del conduttore

La ricezione di segnali da stimoli esterni e interni non è l'unica funzione del midollo allungato. Questa area del cervello dopo aver elaborato le informazioni ricevute esegue una funzione di trasporto o conduttore:

  1. I neuroni di un reparto importante di forma oblunga nei modi discendenti e ascendenti trasmettono l'informazione necessaria al sistema nervoso centrale.
  2. Il midollo allungato trasporta segnali e impulsi alle regioni cerebrali, dove vengono analizzati, elaborati per la successiva risposta.

Funzione di integrazione

Gli esperti considerano la funzione integrativa la funzione più complicata del midollo. Fornisce i complessi processi regolatori che richiedono complesse interazioni con altri reparti che si trovano nel cervello.

Gli specialisti si riferiscono alle seguenti funzioni:

  • motore compensativo;
  • oculomotor;
  • vestibolare;
  • coordinamento;
  • automatico;
  • tonico.

La presenza dei centri principali

Le funzioni del midollo allungato dipendono direttamente dalla struttura e dalla presenza dei centri di riflesso e del loro lavoro.

Il centro responsabile della digestione è in grado di assumere importanti funzioni:

  • regolazione e regolazione della salivazione;
  • funzioni per succhiare e masticare;
  • produzione e trasporto di succo gastrico;
  • deglutizione.

Un centro protettivo che svolge una serie di funzioni importanti per il corpo è responsabile dei seguenti processi:

  • lacrime per idratazione e arrossamento degli organi visivi;
  • spasmo della tosse;
  • riflesso starnuto;
  • lampeggiare per proteggere gli occhi dall'asciugarsi;
  • riflesso di vomito per la pulizia tempestiva del sistema digestivo da fonti tossiche.

I centri del midollo spinale, finalizzati a regolare il tono dei muscoli scheletrici, si trovano in questa importante sezione e svolgono le seguenti funzioni:

  • controllo e regolazione del comportamento umano;
  • la formazione della stabilità nello spazio;
  • coordinamento dei movimenti;
  • mimare le funzioni.

L'anatomia dei centri autonomici ha le seguenti funzioni per loro:

  • la funzione di regolazione respiratoria è mirata a sostenere il normale funzionamento dei muscoli respiratori;
  • la funzione cardiovascolare assicura il funzionamento dell'organo cardiaco, la normalizzazione dei parametri arteriosi, l'ottimizzazione dello stato dei vasi arteriosi.

La struttura esterna ed interna della sezione vitale del cervello chiamata midollo allungato è caratterizzata da una completezza complessa. Grazie a questo, importanti funzioni di trasporto e di scambio sono fornite nell'area denominata e comunica con altre aree e parti del cervello e componenti del sistema nervoso centrale.

riflessi

Riflessi importanti del midollo allungato sono forniti in combinazione con altre strutture del tronco cerebrale. Poche persone si rendono conto che le azioni motorie riflesse abituali supportano facilmente l'anatomia del midollo allungato.

  1. I riflessi, chiamati posture da fisiologi, sono regolati dai centri del midollo allungato in congiunzione con il controllo dei livelli più alti del sistema nervoso centrale. È attraverso questo complesso che le persone cambiano facilmente le loro posizioni e posizione del corpo, anche nel sonno.
  2. I riflessi raddrizzanti comprendono il lavoro dell'apparato vestibolare, i muscoli del collo. Sono questi i riflessi che forniscono una posizione eretta normale del corpo, una regolazione dell'equilibrio.
  3. I riflessi del labirinto regolano la posizione della testa rispetto al corpo, controllano la distribuzione del tono in tutte le sezioni muscolari, mantengono l'equilibrio corporeo, controllano i cambiamenti istantanei nella posizione dei muscoli.
  4. Gli indicatori cervicali, a loro volta, controllano la posizione costante della testa, i suoi giri e le sue curve. Con la sconfitta del midollo i disordini oblongati si verificano nel reparto dei muscoli del collo.

Funzioni di riflesso protettive

I riflessi relativi ai regolatori del tono muscolare, il mantenimento della postura e l'organizzazione dei movimenti sono considerati importanti per mantenere e normalizzare l'orientamento nello spazio e svolgere funzioni di coordinamento.

I riflessi protettivi sono considerati funzioni ugualmente importanti del midollo allungato:

  1. Il riflesso dello starnuto è necessario per pulire la mucosa dall'ingresso di particelle di polvere, microbi, virus, agenti allergici sulla mucosa nasale e faringea.
  2. Il riflesso del vomito si riferisce al bisogno riflesso di rimuovere il contenuto dallo stomaco. Ciò accade nel contesto della necessità di liberare il corpo da alimenti di scarsa qualità, prodotti tossici. In alcune situazioni, tale purificazione è necessaria per normalizzare le condizioni di una persona.
  3. Il riflesso di deglutizione e il riflesso di suzione sono normalmente inclusi nel bambino subito dopo la nascita e accompagnano la persona alla fine della vita. Questi riflessi sono considerati vitali perché sono attivamente coinvolti nel consumo di cibo e nella successiva digestione. Altrimenti, una persona perde la capacità di consumare il cibo in modo naturale.

Il ruolo del midollo allungato nell'assicurare e normalizzare la vita umana è difficile da sovrastimare. Perdendo il normale funzionamento del midollo allungato, il corpo perde molte importanti funzioni e capacità vitali.