Medicina per vasi cerebrali Mexidol

Emicrania

Problemi con la circolazione cerebrale, disturbi di natura psicosomatica e neurologica richiedono un trattamento farmacologico complesso. Non fare a meno di potenti farmaci antiossidanti, che è un farmaco per i vasi cerebrali Mexidol. È raccomandato dai medici e approvato da molti pazienti.

Breve descrizione del farmaco

Mexidol è un rimedio vascolare di nuova generazione, utilizzato in molte patologie del cervello e del sistema nervoso. Nominato con l'obiettivo di ripristinare la normale circolazione sanguigna e il funzionamento del tessuto cerebrale, nonché per fermare la distonia e le nevrosi vegetovascolari di diverse eziologie. L'uso a lungo termine del farmaco consente di:

  • prevenire i disturbi ischemici;
  • curare gli effetti della lesione cerebrale traumatica;
  • eliminare la sindrome da astinenza nell'alcolismo cronico;
  • eliminare vari cambiamenti vegetativi;
  • salva la vita nelle prime ore dopo un infarto;
  • aiuto con nevrosi e disturbi d'ansia;
  • prevenire l'intossicazione durante infiammazioni purulente della cavità addominale;
  • curare l'aterosclerosi e l'encefalopatia;
  • prevenire l'ipossia (privazione di ossigeno) dei tessuti.

È usato sia come terapia primaria che come parte di un trattamento completo dei disturbi circolatori del cervello. Mexidol è prodotto in due forme di dosaggio: compresse per somministrazione orale e soluzione per i / i e / in iniezioni. Il modulo è selezionato dal medico curante in base all'età, alle condizioni del paziente e alla diagnosi finale.

Mexidol compresse - istruzioni per l'uso

Le compresse per i vasi sanguigni contengono 125 mg di principio attivo (etilmetilidrossipiridina succinato). L'effetto terapeutico non viene raggiunto immediatamente, quindi l'accoglienza è lunga. Dosaggio secondo le istruzioni: 1-2 compresse due volte al giorno. Nei casi più gravi, la quantità aumenta, ma non più di 800 mg al giorno. La cessazione del trattamento deve essere graduale, riducendo l'importo medio giornaliero in 3 giorni.

La somministrazione orale di Mexidol può durare diversi mesi, con pause e cicli ripetuti. Il regime di trattamento è scelto dal dottore singolarmente. Nelle malattie ischemiche, questa può essere una terapia ad alte dosi di 2 mesi. A quel tempo, poiché la sindrome da alcol si ferma in una settimana.

L'auto-prescrizione e il ritiro del farmaco sono severamente vietati. Tutti i trattamenti, dall'inizio alla fine, dovrebbero essere sottoposti a rigorosa supervisione medica.

Iniezione di Mexidol

Iniezioni di Mexidol sono fatte per vasi cerebrali. Per questo, una soluzione concentrata viene prodotta in ampolle. Viene somministrato per via intramuscolare, endovenosa o flebo. Nella maggior parte dei casi, viene mostrata una tale forma di farmaco a causa della velocità di azione e della elevata biodisponibilità.

Quando i disordini vegetativi polmonari aiutano a / m l'iniezione di 50 mg di Mexidol. L'aterosclerosi, i sintomi da astinenza, l'ictus, la grave disfunzione dell'arteria cerebrale richiedono immediatamente 300 mg di farmaco per via endovenosa, con un aumento graduale del volume. Condizioni gravi causate da intossicazione con neurolettici, infarto miocardico e lesioni craniocerebrali vengono trattate con il metodo a gocce, diluendo con 500-600 ml di soluzione in cloruro di sodio. La dose giornaliera massima è 800-1200 mg.

Mexidol nella forma di una soluzione ha una caratteristica importante - l'iniezione è molto dolorosa. Per ridurre al minimo il dolore e l'indurimento, l'iniezione del getto deve durare almeno 5 minuti e l'infusione attraverso una linea IV deve essere di 40-50 gocce al minuto. L'amministrazione corretta e comoda è possibile solo nella clinica.

Avvertenze importanti

Il farmaco vascolare Mexidol è generalmente ben tollerato. In rari casi, principalmente sullo sfondo di un sovradosaggio o di un uso a lungo termine, nausea con vomito, secchezza delle fauci, sonnolenza. L'ipersensibilità ai componenti può causare reazioni allergiche. In questo caso, il medico dovrebbe sostituire il farmaco con una controparte più accettabile (Neurox, Mexicor).

Le controindicazioni categoriali a Mexidol sono:

  • gravidanza e allattamento al seno;
  • bambini fino a 12 anni;
  • insufficienza renale ed epatica.

Mexidol è un buon antiossidante che non ha analoghi. Bassa tossicità e alta efficienza sono confermate da molti anni di pratica.

fonti:

Vidal: https://www.vidal.ru/drugs/mexidol__14744
GRLS: https://grls.rosminzdrav.ru/Grls_View_v2.aspx?routingGuid=7342910d-b98e-4fbf-8f6b-0c4698a99b56t=

Trovato un errore? Selezionalo e premi Ctrl + Invio

Efficace farmaco Mexidol per vasi cerebrali: azione, effetto, schema di utilizzo

L'originale farmaco prodotto in Russia (Farmasoft, Mosca) è stato efficace nel trattamento dell'insufficienza cardiaca e cerebrale, anche per i pazienti con ictus e infarto. Mexidol è usato con successo per le malattie ischemiche, trattando gli effetti di ferite, infezioni, avvelenamento e alcolismo. Bassa tossicità, protezione degli organi dalla distruzione con cambiamenti legati all'età hanno portato all'uso diffuso del farmaco per gli anziani.

Leggi in questo articolo.

L'effetto principale del farmaco Mexidol - restringe o dilata i vasi sanguigni?

Una caratteristica dell'azione di questo farmaco, in contrasto con i farmaci tradizionali che colpiscono direttamente i vasi o i recettori del sistema nervoso, è un punto di applicazione fondamentalmente diverso. Mexidol cambia il corso dei processi metabolici. Questo si manifesta nelle seguenti reazioni biologiche:

  • attiva la trasmissione di segnali sulla rete neurale;
  • normalizza la composizione lipidica del sangue;
  • protegge le membrane cellulari dalla distruzione dei radicali liberi;
  • migliora la sintesi di sostanze per la produzione di energia.

Gli effetti farmacologici di Mexidol sono:

  • elevata resistenza allo stress, riducendo i suoi effetti;
  • effetto calmante senza sonnolenza e debolezza muscolare;
  • memorizzazione migliorata, elimina l'indebolimento della memoria dopo il trauma, l'intossicazione;
  • riduzione dei crampi, tremori degli arti nella malattia di Parkinson;
  • protezione dei tessuti da carenza di ossigeno;
  • aumento della concentrazione;
  • aumentare le prestazioni;
  • ridurre gli effetti tossici dell'alcol;
  • prevenzione di coaguli di sangue e placche aterosclerotiche;
  • recupero del sonno;
  • contrastare i processi legati all'età per ridurre la capacità di apprendere, preservare e riprodurre le informazioni;
  • normalizzazione dello stato emotivo.

Raccomandiamo di leggere l'articolo sui preparativi per i vasi di testa. Da esso apprenderete la nomina di farmaci per l'espansione dei vasi sanguigni, il trattamento dell'emicrania, il rafforzamento e il ripristino delle pareti dei vasi sanguigni, l'uso del venotonico.

E qui di più sul trattamento dell'aterosclerosi cerebrale.

Indicazioni per la prescrizione di farmaci

Mexidol può essere prescritto per il trattamento di mantenimento (corso) in compresse o per il sollievo dei processi patologici acuti. Per i moduli tablet sono consigliate le seguenti raccomandazioni per l'uso:

  • effetti dell'ictus ischemico ed emorragico, attacchi transitori di ischemia cerebrale;
  • stati d'ansia;
  • distonia neurocircolatoria;
  • sindrome da stanchezza cronica;
  • recupero dopo lesione cerebrale traumatica, avvelenamento, infezioni;
  • encefalopatia di qualsiasi origine;
  • perdita di memoria in età avanzata;
  • astenia (impotenza);
  • trasferimento dello stress;
  • angina, periodo post-infarto;
  • sindrome da astinenza con alcolismo.
Ictus cerebrale - indicazioni per Mexidol

Indicazioni per iniezione intramuscolare e endovenosa:

  • periodo acuto di ictus, infarto;
  • trauma cranico;
  • crisi vascolari nella distonia neurocircolatoria;
  • attacco di panico;
  • glaucoma ad angolo aperto;
  • intossicazione alcolica acuta o psicofarmaci;
  • esacerbazione di pancreatite, peritonite.

Effetti collaterali e controindicazioni

La rapida introduzione nella vena provoca un gusto metallico in bocca, vampate di calore, fastidio alla gola e al torace, mancanza di respiro e aumento della frequenza cardiaca. Questi fenomeni sono solitamente di breve durata.

Con l'ammissione sistematica gli effetti collaterali si verificano relativamente raramente. Questi includono:

  • gocce di pressione sanguigna;
  • mal di testa;
  • disturbo del sonno;
  • bocca secca;
  • l'aspetto di un sapore sgradevole;
  • nausea, gonfiore;
  • prurito, arrossamento;
  • eruzione cutanea, orticaria;
  • broncospasmo.

Quando si utilizza il farmaco si deve tenere presente che nei pazienti con asma bronchiale, può contribuire all'insorgenza di un attacco di soffocamento. Nei pazienti con lesione diabetica della retina, il suo periodo di utilizzo non deve superare i 7 giorni, in quanto stimola la crescita dei vasi sanguigni e l'indebolimento della vista.

L'accettazione del farmaco in alcuni casi porta ad una diminuzione della capacità di rispondere rapidamente, quindi è necessario evitare di guidare veicoli o di lavorare pericolosamente con altri meccanismi.

Come prendere pillole, iniezioni

La pillola inizia con 250 mg (2 compresse) al giorno, sono divisi in due dosi con un intervallo di 12 ore. La dose massima è di 6 compresse. Il corso del trattamento è determinato da uno specialista, in media è:

  • distonia neurocircolatoria, perdita di memoria, ansia e disturbi del sonno - da 2 a 6 settimane;
  • sindrome da astinenza - 7 giorni;
  • angina e circolazione cerebrale - 3 - 7 settimane, corsi autunnali e primaverili consigliati.

In condizioni acute, iniziare con la somministrazione endovenosa (100 mg per 200 ml di soluzione di cloruro di sodio isotonico). Questi contagocce vengono prescritti 1-3 volte al giorno, dopodiché vengono trasferiti alle iniezioni intramuscolari per 7-10 giorni. Quindi, di regola, il trattamento viene continuato con le pillole fino a ottenere un risultato clinico stabile. L'annullamento è fatto gradualmente.

Il farmaco aiuterà con il vasospasmo, problemi cardiaci?

Mexidol è usato per trattare qualsiasi manifestazione di insufficiente afflusso di sangue ai tessuti. Migliora il funzionamento degli organi in caso di danno ischemico aumentando la formazione di energia e prevenendo la distruzione delle cellule.

Quando le violazioni del flusso sanguigno coronarico, la sua azione si manifesta in una diminuzione della forza e della frequenza degli attacchi di dolore nel cuore, mancanza di respiro, un miglioramento nella tolleranza allo sforzo, un aumento della contrattilità del muscolo cardiaco.

Quando infarto del miocardio sotto l'azione del farmaco, tali cambiamenti si verificano:

  • area ridotta di necrosi;
  • l'attività bioelettrica viene ripristinata;
  • migliora il flusso di sangue nella zona interessata;
  • effetti ridotti di ischemia;
  • aumenta la risposta ai nitrati e ai vasodilatatori.
Infarto miocardico - una delle indicazioni per l'uso del farmaco Mexidol

Dopo aver assunto Mexidol, i pazienti con alterata emodinamica cerebrale hanno mostrato una tendenza positiva, che si manifesta sotto forma di:

  • recupero dello stato emotivo;
  • migliorare le funzioni motorie e di coordinamento;
  • ridurre i disturbi vegetativi (fluttuazioni della pressione, frequenza cardiaca, sudorazione, sensazione di paura);
  • miglioramento del sonno;
  • ridurre i disturbi del mal di testa, dell'udito e della vista;
  • rinnovata sensibilità;
  • normalizzazione della memoria, maggiore attenzione e ritmo del lavoro.

Ciò è confermato dai dati di ulteriori tipi di ricerca. Dopo un corso di trattamento di una settimana, Mexidol inizia a tornare all'ECG normale, elettroencefalogramma, i dati ottenuti dagli ultrasuoni del cuore e dei vasi cerebrali.

Interessante ricerca su Mexidol

Il più efficace era il farmaco per il trattamento di pazienti anziani. Il suo uso nei cambiamenti aterosclerotici iniziali e pronunciati nei vasi ha avuto un effetto positivo sulla memorizzazione di eventi attuali, miglioramento delle capacità del linguaggio, riduzione del pianto e instabilità emotiva nei pazienti.

Allo stesso tempo, la maggior parte degli episodi di vertigini, l'instabilità quando si camminava scomparivano, l'umore migliorava e "si schiariva la testa". L'andatura divenne più fiduciosa, piuttosto che tritare, come era prima del trattamento.

Mexidol non ha un effetto mirato sulla pressione sanguigna, ma quando cade o sale eccessivamente, normalizza il livello. C'è stata una graduale scomparsa degli attacchi di annerimento negli occhi, uno stato pre-svenimento con un brusco cambiamento nella posizione del corpo, e i pazienti avevano debolezza e letargia.

Uno degli effetti benefici scoperti del farmaco era aumentare la risposta ad altri farmaci nel processo di trattamento. Ha permesso di ridurre la dose di antidepressivi e antipsicotici.

Quando l'alcolismo non è solo più facile l'astinenza un'ora dopo l'introduzione, ma riduce anche l'ansia, la tensione. I pazienti provano una sensazione di comfort e rilassamento, riduzione della brama per l'alcol.

Raccomandiamo di leggere un articolo sul trattamento dell'aterosclerosi cerebrale con rimedi popolari. Da esso apprenderete le raccomandazioni sulla nutrizione nell'aterosclerosi, efficaci ricette popolari.

E qui c'è di più sulle compresse di Cardicet.

Mexidol ha una spiccata attività antiossidante, protegge gli organi dalla carenza di ossigeno e dai nutrienti. Può essere raccomandato per il trattamento di eventuali malattie con insufficiente flusso sanguigno. È prescritto per i disturbi acuti e cronici di emodinamica cerebrale e cerebrale, per guarire da lesioni, infezioni e intossicazioni.

Nei casi più gravi, iniziare con l'iniezione endovenosa, quindi iniettare nel muscolo e andare sulle pillole. Sono stati osservati buona tollerabilità e effetti collaterali rari.

È possibile scegliere i farmaci per i vasi della testa solo con il medico curante, poiché possono differire nello spettro d'azione, così come gli effetti collaterali e le controindicazioni. Quali sono i migliori farmaci per l'espansione dei vasi sanguigni e il trattamento delle vene?

In caso di disturbi metabolici, Actovegin viene iniettato, l'applicazione può essere in compresse. Anche per le malattie vascolari aiuterà fiale endovenose, unguenti e gel.

Il trattamento dell'aterosclerosi cerebrale, i cui preparati sono prescritti esclusivamente da un medico, viene effettuato in modo completo. Cosa è incluso nel kit di pronto soccorso domestico?

Molto comune farmaco Vinpocetine, il cui uso è prescritto dopo infarto, per mantenere una buona circolazione del sangue nel cervello. Il farmaco è disponibile in diverse forme, comprese le compresse.

Per molte malattie associate ai vasi sanguigni e alla circolazione sanguigna, viene prescritto Tanakan, il cui uso è permesso anche nella vecchiaia. Le indicazioni sono: morbo di Alzheimer, disturbi della memoria, vertigini e altri. La droga aiuterà? Vale la pena pugnalare?

Il trattamento farmacologico per l'ictus è prescritto per alleviare le gravi manifestazioni della malattia. Nel danno emorragico al cervello o ischemico, aiuteranno anche a prevenire la progressione e l'aumento dei sintomi.

Per proteggere le cellule cerebrali, viene prescritto Gleatser, il cui uso è raccomandato anche per le persone in coma. Gli analoghi si mettono a disagio. Quando dovrei scegliere fiale / colpi e quando le pillole / capsule aiutano meglio?

Le principali cause di ischemia sono la formazione di placche, coaguli di sangue o emboli. Il meccanismo di sviluppo dell'ischemia cerebrale, il miocardio cerebrale è associato al blocco dell'arteria che alimenta l'organo. In alcuni casi, la conseguenza è la morte.

Le cause dell'infarto lacunare del cervello si trovano nelle arterie perforanti. Il trattamento dovrebbe iniziare il più presto possibile, altrimenti gli effetti del danno cerebrale possono portare a demenza, parkinsonismo secondario e altri.

mexidol

Compresse rivestite con film dal bianco al bianco con una sfumatura cremosa, rotondo, biconvessa.

Eccipienti: lattosio monoidrato - 97,5 mg, povidone - 25 mg, magnesio stearato - 2,5 mg.

La composizione del guscio del film: opadry II bianco 33G28435 - 7,5 mg (ipromellosa - 3 mg, titanio diossido - 1,875 mg, lattosio monoidrato - 1,575 mg, polietilenglicole (macrogol) - 0,6 mg, triacetina - 0,45 mg).

10 pezzi - Pacchetti di cellule del contorno (1) - pacchi di cartone.
10 pezzi - Pacchetti di cellule del contorno (2) - pacchi di cartone.
10 pezzi - Pacchetti di cellule di contorno (3) - pacchi di cartone.
10 pezzi - Pacchetti di cellule del contorno (4) - pacchi di cartone.
10 pezzi - Confezioni di cellule contornate (5) - confezioni di cartone.

Mexidol è un inibitore dei processi dei radicali liberi, un protettore di membrana con azione antiipoxica, antistress, nootropica, anticonvulsivante e ansiolitica. Il farmaco aumenta la resistenza del corpo agli effetti di vari fattori dannosi (shock, ipossia e ischemia, disturbi della circolazione cerebrale, intossicazione da alcool e antipsicotici / neurolettici /).

Il meccanismo d'azione del farmaco Mexidol è dovuto alla sua azione antiossidante, antiipossido e protettiva della membrana. Il farmaco inibisce la perossidazione lipidica, aumenta l'attività della superossido dismutasi, aumenta il rapporto delle proteine ​​lipidiche, riduce la viscosità della membrana, aumenta la sua fluidità. Mexidol modula l'attività degli enzimi legati alla membrana (fosfodiesterasi calcio-dipendente, adenilato ciclasi, acetilcolinesterasi), complessi recettori (benzodiazepina, GABA, acetilcolina), che migliora la loro capacità di legarsi ai ligandi, contribuisce alla preservazione dell'organizzazione strutturale e funzionale dei biomembri e disinsta. Mexidol aumenta il contenuto di dopamina nel cervello. Provoca un aumento dell'attivazione compensatoria della glicolisi aerobica e una diminuzione del grado di inibizione dei processi ossidativi nel ciclo di Krebs in condizioni ipossiche con un aumento di ATP e creatina fosfato, attivazione delle funzioni di sintesi energetica dei mitocondri e stabilizzazione delle membrane cellulari.

Il farmaco migliora il metabolismo e l'apporto di sangue al cervello, migliora la microcircolazione e le proprietà reologiche del sangue, riduce l'aggregazione piastrinica. Stabilizza le strutture della membrana delle cellule del sangue (eritrociti e piastrine) durante l'emolisi. Ha un effetto ipolipidemico, riduce il contenuto di colesterolo totale e LDL.

L'effetto antistress si manifesta nella normalizzazione del comportamento post-stress, delle alterazioni somato-vegetative, del ripristino dei cicli di "sonno-veglia", dei processi di apprendimento e memoria alterati, della riduzione dei cambiamenti distrofici e morfologici in varie strutture cerebrali.

Mexidol ha un effetto antitossico pronunciato nella sindrome da astinenza. Elimina le manifestazioni neurologiche e neurotossiche dell'intossicazione acuta da alcool, ripristina i disturbi comportamentali, le funzioni autonome ed è anche in grado di alleviare i disturbi cognitivi causati dall'uso prolungato di etanolo e dalla sua abolizione. Sotto l'influenza di Mexidol, l'effetto di farmaci tranquillanti, neurolettici, antidepressivi, ipnotici e anticonvulsivanti è migliorato, il che rende possibile ridurre le loro dosi e ridurre gli effetti collaterali.

Mexidol migliora lo stato funzionale del miocardio ischemico. In condizioni di insufficienza coronarica, aumenta l'apporto di sangue collaterale al miocardio ischemico, aiuta a preservare l'integrità dei cardiomiociti e mantiene la loro attività funzionale. Ripristina efficacemente la contrattilità miocardica con disfunzione cardiaca reversibile.

Aspirazione e distribuzione

Rapidamente assorbito se assunto per via orale. Cmax a dosi di 400-500 mg è 3,5-4,0 μg / ml.

È rapidamente distribuito in organi e tessuti. Il tempo di ritenzione medio del farmaco nel corpo quando somministrato per via orale è di 4,9-5,2 ore.

Metabolizzato nel fegato mediante coniugazione di glucuron. Sono stati identificati 5 metaboliti: 3-idrossipiridina fosfato - formata nel fegato e, con la partecipazione di fosfatasi alcalina, si decompone in acido fosforico e 3-idrossipiridina; Il 2 ° metabolita è farmacologicamente attivo, si forma in grandi quantità e si trova nelle urine per 1-2 giorni dopo la somministrazione; 3 ° - viene escreto in grandi quantità con l'urina; Il 4 ° e 5 ° glucuronujugates.

T1/2 se assunto per via orale - 2-2,6 ore, viene espulso rapidamente nelle urine principalmente come metaboliti e in piccole quantità in forma invariata. Il più intensamente visualizzato durante le prime 4 ore dopo l'assunzione del farmaco. Gli indicatori di escrezione di urina di farmaco immodificato e metaboliti hanno variabilità individuale.

- Conseguenze di disturbi acuti della circolazione cerebrale, incl. dopo gli attacchi ischemici transitori, nella fase di sottocompensazione (come corsi profilattici);

- lieve lesione cerebrale traumatica, gli effetti della lesione cerebrale traumatica;

- encefalopatie di varia origine (dyscirculatory, dismetabolic, post-traumatico, misto);

- sindrome da distonia vegetativa;

- lievi disturbi cognitivi della genesi aterosclerotica;

- disturbi d'ansia in stati nevrotici e nevrotici;

- CHD (come parte della terapia complessa);

- sollievo dalla sindrome da astinenza nell'alcoolismo con predominanza di disturbi neurovegetativi e vegetativi-vascolari, disturbi post-astinenziali;

- condizioni dopo intossicazione acuta con farmaci antipsicotici;

- condizioni asteniche, nonché per la prevenzione dello sviluppo di malattie somatiche sotto l'influenza di fattori e carichi estremi;

- l'impatto di fattori estremi (stress).

- aumento della sensibilità individuale al farmaco.

A causa dello studio insufficiente dell'azione del farmaco - età dei bambini, gravidanza, allattamento al seno.

Dentro 125-250 mg 3 volte / giorno; la dose giornaliera massima è di 800 mg (6 compresse). La durata del trattamento è di 2-6 settimane; per interrompere il ritiro di alcol - 5-7 giorni. Il trattamento viene sospeso gradualmente, riducendo la dose entro 2-3 giorni.

Dose iniziale - 125-250 mg (1-2 compresse) 1-2 volte al giorno con un aumento graduale per ottenere un effetto terapeutico; la dose giornaliera massima è di 800 mg (6 compresse).

La durata della terapia nei pazienti con malattia coronarica è di almeno 1,5-2 mesi. I corsi ripetuti (secondo la raccomandazione del medico) sono preferibilmente eseguiti nei periodi primaverili e autunnali.

Forse la comparsa di reazioni avverse individuali: la natura dispeptica, le reazioni allergiche.

Il sovradosaggio può causare sonnolenza.

Mexidol è combinato con tutti i farmaci usati per trattare le malattie somatiche.

Migliora l'azione dei farmaci a base di benzodiazepine, antidepressivi, ansiolitici, anticonvulsivanti e farmaci antiparkinsoniani.

Riduce gli effetti tossici dell'alcol etilico.

Influenza sulla capacità di guidare il trasporto motorio e i meccanismi di controllo

Durante il periodo di trattamento, occorre prestare attenzione quando si guidano veicoli e si impegnano in altre attività potenzialmente pericolose che richiedono maggiore concentrazione e velocità psicomotoria.

Mexidol non è raccomandato per l'uso durante la gravidanza e l'allattamento (allattamento al seno) a causa dell'insufficiente conoscenza del farmaco.

Mexidol: caratteristiche e vantaggi

Applicazioni chiave

Neurologia: disturbi acuti della circolazione cerebrale, lesioni aterosclerotiche del cuore e dei vasi cerebrali; trauma cranico, epilessia; encefalopatia dyscircolare, post-traumatica, dismetabolica e post-ipossica; malattie neurodegenerative del sistema nervoso: morbo di Alzheimer, morbo di Parkinson, malattia di Gilles-De-La-Tourette, corea di Gentchinton; neuropatie preriberic (diabetico, tossico, post-traumatico, ischemico-compressivo, radiculoischemico), sindrome da disfunzione autonomica, disturbi parasomnici, sindrome cerebro-astenica. Chirurgia: processi purulento-infiammatori acuti della cavità addominale (pancreatite distruttiva acuta, peritonite). Psichiatria: rilievo della sindrome da astinenza con presenza di disturbi neurovegetativi e vegetativi-vascolari nel quadro clinico, intossicazione acuta con neurolettici.

MEXIDOL è un farmaco proprietario.

Il titolare del diritto - Pharmasoft Ltd. organizza la produzione e la vendita del farmaco.

astratto

Recentemente, è stata prestata sempre più attenzione ai processi di ossidazione dei radicali liberi in condizioni normali e patologiche. La loro partecipazione allo sviluppo di tali malattie come la lesione aterosclerotica di vasi cardiaci e cerebrali, ipertensione, tumori, malattie neurodegenerative, stati convulsivi, stress, nevrosi, sindromi dolorose, artrosi, amiloidosi, colecistite, pancreatite, processi infiammatori, malattie del sangue sono più ampiamente coperte., occhio (cataratta, ecc.), pelle, diabete mellito, malattie dei reni, fegato e polmoni, stati allergici e di immunodeficienza, ecc. Il principale processo patogenetico che accompagna la natura Noah invecchiamento è anche un'ossidazione di radicali liberi.

Questa è stata una delle indicazioni più promettenti per mantenere un'attività adeguata del sistema antiossidante endogeno - la ricerca di una terapia antiossidante razionale.

La creazione di antiossidanti sintetici è un risultato indiscusso dell'industria farmaceutica nazionale. Un posto speciale tra questi farmaci è il farmaco Mexidol.

Il farmaco è stato sviluppato da importanti istituzioni scientifiche (Istituto di Fisica Biochimica intitolato NM Emmanuel, Accademia Russa delle Scienze, Istituto di Ricerca di Farmacologia, RAMS e VNTS BAV) e non ha analoghi in Russia e all'estero. Il primo lotto industriale del farmaco, rilasciato nel 1999, LLC "Farmasoft" ha superato ulteriori studi clinici in 24 istituti medici del paese. Gli specialisti hanno apprezzato molto l'effetto clinico di Mexidol, che con la sua ordinanza del 13 luglio 2000 n. 301 del Moscow Healthcare Committee ha incluso il farmaco nella "Lista di farmaci e prodotti medici dispensati dai medici gratuitamente o con uno sconto a Mosca", e raccomandarlo agli ospedali per gli appalti (ordine del Comitato Sanitario di Mosca n. 79 del 16 febbraio 2001). Mexidol è anche incluso nella "Lista dei farmaci essenziali ed essenziali da utilizzare nelle istituzioni del Centro medico dell'Ufficio del Presidente della Federazione Russa".

MEXIDOL (Mexidolum)

Il nome internazionale senza licenza è oxymethylethyl piridina succinato.

Nome razionale chimico - 3-idrossi-6-metil-2-etilpiridina succinato.

Forma di dosaggio:

  • Soluzione iniettabile al 5% in fiale da 2 ml. No. 10. Numero di registrazione 96/432/8 dal 31/12/96 Una fiala con 2 ml di soluzione iniettabile contiene 100 mg di sostanza attiva.
  • Compresse 125 mg. No. 30. Numero di registrazione - 98/21/4.

    Gruppo farmacologico - "agente antiossidante"

    Descrizione:

  • Una soluzione limpida, 2 ml contengono 100 mg di idrossimetil etilpiridina succinato.
  • Compresse, rivestite di bianco con un'ombra cremosa. Una compressa contiene 125 mg di idrossimetil etilpiridina succinato.

    Proprietà farmacologiche:

    farmacodinamica:
    Mexidol si riferisce agli antiossidanti eteroaromatici - analoghi dei composti del gruppo vitamina B (6). Esso ha un ampio spettro di attività farmacologica: un inibitore di processi radicali liberi, protezioni membrana avente antihypoxic, stressprotektivnym, neuroprotettivo, anticonvulsivante e ansiolitici. La preparazione aumenta la resistenza dell'organismo agli effetti dannosi di vari fattori, condizioni patologiche kislorodozavisimym (shock, ipossia e ischemia, incidenti cerebrovascolari, alcol intossicazione e di agenti antipsicotici (neurolettici)).

    Il farmaco migliora il metabolismo cerebrale e l'apporto di sangue al cervello, migliora la microcircolazione e le proprietà reologiche del sangue, riduce l'aggregazione piastrinica. Stabilizza le strutture della membrana delle cellule del sangue (eritrociti e piastrine) durante l'emolisi. Ha un effetto ipolipidemico, riduce il contenuto di colesterolo totale e lipoproteine ​​a bassa densità. Riduce la tossiemia enzimatica e l'intossicazione endogena nella pancreatite acuta.

    Il meccanismo d'azione di Mexidol
    È determinato dalla sua azione antiossidante e protettiva della membrana, i cui elementi chiave sono:
    1. Mexidol inibisce l'ossidazione dei lipidi dei radicali liberi delle membrane, lega liberamente i radicali del perossido di lipidi.
    2. Mexidol aumenta l'attività degli enzimi antiossidanti responsabili della formazione e del consumo di specie reattive dell'ossigeno, in particolare la superossido dismutasi.
    3. Inibisce la sintesi di prostaglandine, prostacicline, thrombaxan A e leucotrieni.
    4. Fornisce azione ipolipidemica, cioè riduce il livello di colesterolo totale, lipoproteine ​​a bassa densità, riduce il rapporto di colesterolo / fosfolipidi, riducendo la viscosità dello strato lipidico.
    5. Migliora il metabolismo energetico cellulare, attiva le funzioni di sintesi energetica dei mitocondri, influenza il contenuto di ammine biogeniche e migliora la trasmissione sinaptica. Inoltre, il succinato, che fa parte di Mexidol, è incluso nel lavoro della catena respiratoria, aumentandone l'efficacia.
    6. Mexidol modula i complessi recettori delle membrane cerebrali, in particolare i recettori benzodiazepina, GABA-ergica, acetilcolina, migliorando la loro capacità di legarsi.
    7. Il farmaco stabilizza le membrane biologiche e, in particolare, le membrane eritrocitarie e piastriniche.

    Così, grazie al suo meccanismo d'azione e di un ampio spettro di effetti farmacologici (cerebroprotective, antihypoxic, tranquillizzante, anti-stress, nootropica, Wegetotropona, anticonvulsivante, il miglioramento e la stabilizzazione del metabolismo cerebrale e perfusione cerebrale; correzione dei disturbi nei sistemi normativi e microcircolare, migliorando reologia del sangue, soppressione dell'aggregazione piastrinica, attivazione del sistema immunitario), il mexidolo influenza la principale patogenesi di malattie associate all'ossidazione dei radicali liberi. Inoltre, questo meccanismo d'azione spiega i suoi effetti collaterali estremamente piccoli e la capacità di potenziare l'azione di altre sostanze ad azione centrale.

    Mexidol implementa i suoi effetti farmacologici su almeno due livelli: neuronale e vascolare. Gli effetti terapeutici di Mexidol sono rilevati nell'intervallo da 10 a 300 mg / kg.

    Mexidol aumenta la resistenza del corpo all'azione di vari fattori dannosi estremi, come disturbi del sonno, situazioni di conflitto, stress, lesioni cerebrali, scosse elettriche, sforzo fisico, ipossia, ischemia, varie intossicazioni, incluso l'etanolo.

    Mexidol ha un pronunciato effetto tranquillizzante e anti-stress, la capacità di eliminare l'ansia, la paura, la tensione, l'ansia, in particolare nelle situazioni di conflitto. Quando somministrato per via parenterale, ha un effetto simile in profondità con diazepam (seduxen) e alprazolam (xanax). Antistress effetto mexidol espresso nella normalizzazione del comportamento post-stress, i parametri somatica-vegetativi, ripristinando il ciclo sonno-veglia e disturbato apprendimento e la memoria dei processi, riduzione delle ulcere gastriche, ridotto distrofica, cambiamenti morfologici che si verificano dopo lo stress in varie strutture del cervello e del miocardio.

    Mexidol ha un effetto anticonvulsivante distinto, che colpisce sia le principali convulsioni generalizzate, causate principalmente dall'introduzione di sostanze GABAergic, sia l'attività epilettiforme del cervello con un focus epilettogeno cronico.

    Le proprietà nootropiche di Mexidol sono espresse nella capacità di migliorare l'apprendimento e la memoria, aiutano a preservare la traccia memorabile e contrastare il processo di estinzione delle abilità innestate e dei riflessi. Mexidol ha un pronunciato effetto antiamnesico, eliminando i disturbi della memoria causati da varie influenze (scosse elettriche, lesioni cerebrali, privazione del sonno, somministrazione di scopolamina, etanolo, benzodiazepine, ecc.).

    Mexidol ha un distinto effetto anti-ipossico e anti-ischemico. Con l'attività antiipoxica, Mexidol supera significativamente piritinolo e piracetam. Inoltre, il farmaco ha un marcato effetto anti-ipossico sul miocardio. Secondo il meccanismo di realizzazione di questi effetti, Mexidol è un agente antiipoxico di azione energizzante diretta, il cui effetto è associato con l'influenza sulla respirazione endogena dei mitocondri, con l'attivazione della funzione di sintesi energetica dei mitocondri. L'effetto antiipoxico del mexidolo è causato non solo dalle sue proprietà, ma anche dal suo succinato, che in condizioni di ipossia, entrando nello spazio intracellulare, può essere ossidato dalla catena respiratoria.

    Mexidol ha un pronunciato effetto anti-alcol. Elimina manifestazioni neurologiche e neurotossici di intossicazione acuta da alcol, causate da una singola somministrazione di alte dosi di etanolo, e ripristina comportamentali, autonomo, e lo stato emotivo, deterioramento cognitivo, l'apprendimento e processi di memoria, causata da lungo termine (5 mesi) l'introduzione di etanolo e la sua abolizione, e previene l'accumulo di lipofuscina nel tessuto cerebrale.

    Meksidol ha un effetto geroprotective pronunciato, fornisce un chiaro effetto correttivo sulla compromessa con l'invecchiamento processi di apprendimento e memoria, migliorando il processo di fissaggio, la conservazione e la riproduzione di informazioni, il recupero dello stato emotivo e autonomo riduce le manifestazioni di deficit neurologico, riduce il livello del cervello e dei marcatori ematici di invecchiamento - lipofuscin, aldeide malonica, colesterolo. Il meccanismo di azione mexidol geroprotektivnogo legata alle sue proprietà antiossidanti, capacità di inibire processi di perossidazione lipidica con membranotropic sua azione diretta, la capacità di ripristinare cambiamenti ultrastrutturali del reticolo endoplasmatico granulare e mitocondri, modulano funzionamento complessi recettoriali.

    Mexidol ha un effetto anti-aterogenico. Il farmaco inibisce le manifestazioni umorali ateroarterioskleroza: riduce iperlipidemia, previene l'attivazione di perossidazione lipidica, aumenta l'attività del sistema antiossidante e ha un effetto protettivo sui meccanismi vascolari locali di aterogenesi, previene lo sviluppo di alterazioni patologiche nella parete vascolare e ridurre il grado di danneggiamento della aorta.

    Mexidol riduce il contenuto di lipoproteine ​​e trigliceridi aterogenici, aumenta il livello delle lipoproteine ​​ad alta densità nel siero del sangue, previene il deficit di fosfolipidi altamente insaturi.

    Meksidol non soltanto provoca la regressione delle variazioni aterosclerotiche nei principali arterie e ripristina omeostasi lipidica, ma corregge anche perturbazioni nel sistema normativo e microcircolatorio, che si riflette nel fatto che non v'è alcuna costrizione delle arteriole e precapillaries, e il loro diametro differisce di poco dal controllo, venule osservato una chiazze aggregati, così come la completa eliminazione dei microvasi che trasportano spasmi.

    Inoltre, derivati ​​del 2-etil-6-metil-3-idrossipiridina, che comprendono meksidol inibire l'aggregazione piastrinica indotta da collagene, la trombina, ADP e acido arachidonico inibisce la fosfodiesterasi nucleotidi ciclici piastrine e proteggere i globuli rossi durante lesioni meccaniche. In particolare, viene osservata la resistenza di stabilizzazione delle membrane eritrocitarie all'emolisi e il processo di formazione del sangue (recupero del numero dei globuli rossi) dopo emorragia acuta o emolisi chimica è accelerato.

    L'effetto epatoprotettivo del mexidol è stato stabilito su tre modelli di danno epatico tossico acuto, in cui la sindrome da citolisi degli epatociti è stata causata da varie epatotossine.

    In condizioni di lesioni epatiche con tetracloruro di carbonio, Mexidol riduce le aree di necrosi del tessuto epatico e la quantità di degenerazione grassa degli epatociti, normalizza il bilancio energetico degli epatociti e ha un effetto protettivo sul pool nucleare e citoplasmatico degli acidi nucleici. Con danno epatico alcolico, l'effetto di Mexidol è espresso in una diminuzione del numero di epatociti con lisi dei nuclei e della cromatina, accelerazione del recupero del genoma totale degli epatociti e un aumento del contenuto di acidi nucleici nel tessuto epatico e nei nuclei degli epatociti.

    Mexidol ha una spiccata capacità di potenziare gli effetti di altri farmaci neuropsicotropici. Sotto l'influenza di Mexidol, l'effetto di farmaci tranquillanti, neurolettici, antidepressivi, ipnotici, anticonvulsivi e analgesici è migliorato, il che consente di ridurre le loro dosi e ridurre gli effetti collaterali. In particolare, con la combinazione di mexidol con carbamazepina, la dose di anticonvulsivo può essere ridotta di 2 volte senza ridurre il suo effetto terapeutico. L'uso combinato di mexidol con carbamazepina consente un'adeguata terapia patogenetica dell'epilessia parziale, per ridurre gli effetti collaterali della carbamazepina con un uso prolungato, senza ridurre la sua efficacia terapeutica e quindi ottimizzare il trattamento dei pazienti con epilessia.

    farmacocinetica:

    Per la somministrazione intramuscolare, il farmaco viene determinato nel plasma sanguigno per 4 ore dopo la somministrazione. Il tempo per raggiungere la concentrazione massima è di 0,45-0,50 ore. La concentrazione massima a dosi di 400-500 mg è 3,5-4,0 μg / ml. Mexidol si sposta rapidamente dal flusso sanguigno verso organi e tessuti ed è rapidamente eliminato dal corpo. Il tempo di ritenzione (MRT) del farmaco nel corpo è 0,7-1,3 ore. Il farmaco viene escreto nelle urine principalmente nella forma coniugata al glucuron e in piccole quantità in una forma invariata.

    Quando somministrato per via orale, Mexidol viene rapidamente assorbito dal tratto gastrointestinale con un'emivita di assorbimento (T1 / 2 ass) di 0,08-0,10 ore. Il tempo per raggiungere la concentrazione massima (Tmax) nel plasma sanguigno è di 0,46-0,50 ore. La concentrazione massima del farmaco nel plasma (Cmax) è compresa tra 50 e 100 NG / ML. Il periodo di semieliminazione (T V et) di Mexidol e il tempo medio di ritenzione (МRT) del farmaco nel corpo sono rispettivamente di 4,7-5,0 ore e 4,9-5,2 ore.

    Il messidolo nel corpo umano è ampiamente metabolizzato per formare il suo prodotto coniugato con glucurone. In media, 12 ore nelle urine hanno escreto lo 0,3% del farmaco invariato e il 50% sotto forma di glucuron coniugato dalla dose somministrata. Mexidol e il suo coniugato di glucuron sono più intensamente escreti durante le prime 4 ore dopo l'assunzione del farmaco. Gli indicatori di escrezione urinaria di Mexidol e del suo metabolita coniugato hanno una significativa variabilità individuale.

    Indicazioni per l'uso:

    Dosaggio e somministrazione

    Mexidol somministrato per via endovenosa (struino o flebo), per via intramuscolare e interna. Se somministrato per via endovenosa, il farmaco deve essere diluito con acqua per iniezione o in soluzione fisiologica di cloruro di sodio. Per la somministrazione per infusione deve essere usato NaCl fisiologico.

    Jet Mexidol iniettato 1.5-3.0 minuti, gocciolamento - ad una velocità di 80120 gocce al minuto. La durata del trattamento e la dose giornaliera del farmaco dipendono dalla nosologia della malattia e dalla gravità delle condizioni del paziente.

    Per il trattamento di un accidente cerebrovascolare acuto, Mexidol viene somministrato per via endovenosa, 400 mg (8 ml) per via endovenosa in una soluzione isotonica di cloruro di sodio (100-150 ml) due volte al giorno per i primi 15 giorni, quindi:

  • o 400 mg ciascuno (8 ml) per via endovenosa in una soluzione salina di NaCl al giorno, per 15 giorni;
  • o 200 mg (4 ml) iniettati per via endovenosa in una soluzione isotonica di cloruro di sodio (16 ml) o in acqua per iniezione (negli stessi volumi) due volte al giorno. L'iniezione viene effettuata entro 1,5-3,0 minuti. Il corso del trattamento è di 15 giorni.

    In futuro, si consiglia l'introduzione di Mexidol per via intramuscolare a 200 mg (4 ml) 1 volta al giorno per 10-15 giorni. Nella successiva terapia farmacologica completa, è consigliabile includere una forma compressa del farmaco, a 0,25-0,5 g / die per 4-6 settimane. La dose giornaliera è divisa in 2-3 dosi durante il giorno.

    Per il trattamento dell'encefalopatia dyscirculatory (sia sullo sfondo di aterosclerosi dei vasi cerebrali e sullo sfondo della malattia ipertensiva):

    Nella fase di scompenso, viene introdotto Mexidol:
    - o 400 mg (8 ml) per via endovenosa per 100 ml di soluzione di NaCL isotonica al giorno, per 10-15 giorni;
    - 200 mg (4 ml) per via endovenosa in una corrente di 16,0 ml di acqua per preparazioni iniettabili o in una soluzione isotonica di cloruro di sodio (16,0 ml) due volte al giorno per 10-15 giorni.

    Quindi il farmaco viene somministrato per via endovenosa in un flusso di 100 mg (2 ml) per 10,0 ml di soluzione di cloruro di sodio isotonico, ogni giorno, in un corso di 10 giorni. O 200 mg (4 ml) per via intramuscolare, ogni giorno per 10 giorni. Successivamente, si raccomanda la somministrazione orale di Mexidol 0,125 g tre volte al giorno per 4-6 settimane.

    Nella fase di sottocompensazione Mexidol è usato:
    - o 200 mg (4 ml) per via endovenosa in un flusso di 16,0 ml di soluzione fisiologica di NaCl (o 16,0 ml di acqua per iniezione), ogni giorno, per 10-15 giorni;
    - o 200 mg (4 ml) per via intramuscolare, due volte al giorno, per 1015 giorni.

    Quindi è possibile continuare il trattamento iniettando Mexidol per via orale a 0,125 g tre volte al giorno, in un corso di 4-6 settimane.

    Per la profilassi del decorso dell'encefalopatia dincircolatoria (fase di compensazione), si consiglia di somministrare Mexidol:
    - o 100 mg (2 ml) per via endovenosa in un flusso di 10,0 ml di soluzione fisiologica di NaCl, ogni giorno, per 10 giorni;
    - o 200 mg (4 ml) per via intramuscolare, ogni giorno, in un corso di 10 giorni. Di seguito, è consigliabile assumere una forma di pillola di 0,125 g tre volte al giorno, per 2-6 settimane (in entrambi i casi, con somministrazione endovenosa e intramuscolare di Mexidol);
    - o inizialmente la profilassi può essere iniziata con l'uso di una compressa di 0,125 g tre volte al giorno per almeno 4-6 settimane.

    Quando si utilizza l'insufficienza vertebro-basilare sullo sfondo dell'osteocondrosi del rachide cervicale, si utilizza Mexidol:

    In fase di scompenso:
    - o 400 mg ciascuno (8 ml) per via endovenosa, in 100,0 ml di soluzione fisiologica NaCl, ogni giorno, 10 giorni;
    - o 200 mg (4 ml) per via endovenosa in una corrente di 16,0 ml di soluzione di cloruro di sodio isotonico, due volte al giorno, per 10 giorni;

    Ulteriormente raccomandato l'introduzione di Mexidol 200 mg (4 ml) per via intramuscolare, per 10-15 giorni. Alla fine di iniezioni intramuscolari - passando a somministrazione orale del farmaco in 0,125 mg tre volte al giorno, in un corso di 2-6 settimane.

    Nella fase di sottocompensazione:
    - o 200 mg (4 ml) di mexidolo vengono somministrati per via endovenosa, in 16,0 ml di soluzione di cloruro di sodio isotonico, per 10 giorni;
    - o 200 mg (4 ml) per via intramuscolare, due volte al giorno, 10 giorni.

    In futuro, è consigliabile la nomina di Mexidol in forma di pillola nelle dosi di cui sopra.

    Nel periodo acuto di lesione cerebrale traumatica, la somministrazione di Mexidol è patogeneticamente giustificata, poiché, oltre alle sue proprietà cerebroprotettive, la sua attività anticonvulsivante e il potenziamento dell'azione degli agenti di disidratazione sono di grande importanza.

    Dosaggio raccomandato:
    - nel periodo acuto - 200 mg (4 ml) iniettati per via endovenosa in una corrente di 16,0 ml di soluzione di cloruro di sodio isotonico, due volte al giorno, 10-15 giorni;
    - nel periodo subaffilato - 200 mg (4 millilitri) endovenosamente in una corrente di 16,0 millilitri di soluzione per cloruro di sodio isotonic, ogni giorno durante 10 giorni; o 200 mg (4 ml) per via intramuscolare, due volte al giorno, 10-15 giorni.

    Durante il periodo di riabilitazione, si consiglia di assumere la forma in compresse di Mexidol, 0,125 g tre volte al giorno, 4-6 settimane.

    L'introduzione di Mexidol nel trattamento della dismetabolica e, prima di tutto, della encefalopolyneuropatia diabetica, è molto efficace. Mexidol, utilizzato nel diabete mellito, migliora il decorso della malattia stessa e migliora l'assorbimento di glucosio da parte delle cellule sottoposte a insulino-resistenza. La somministrazione endovenosa del farmaco a 200 mg (4 ml) per via endovenosa in un flusso di 16,0 ml di NaCl salina è raccomandata due volte al giorno per 10-15 giorni. Più tardi - iniettato per via intramuscolare 100 mg (2 ml) al giorno per 15-30 giorni. Alla fine della somministrazione parenterale, Mexidol viene somministrato in compresse - 0,125 g tre volte al giorno, per almeno 4-6 settimane.

    Data la mancanza di un effetto stimolante diretto sulla corteccia cerebrale e con un effetto anticonvulsivante pronunciato, Mexidol è consigliabile utilizzare nel trattamento dell'epilessia. Inoltre, il farmaco aumenta l'azione degli anticonvulsivanti, che consente al suo appuntamento di ridurre la dose di anticonvulsivi utilizzati, oltre a ridurre i loro effetti collaterali. Mexidol si raccomanda di iniettare 100 mg (2 ml) per via endovenosa in un flusso di 18,0 ml di soluzione di cloruro di sodio isotonico (o nella stessa quantità di acqua per iniezione), due volte al giorno, per 15 giorni. Quindi il farmaco viene somministrato per via intramuscolare in 100 mg (2 ml) al giorno per 15 giorni.

    Lesioni distrofiche degenerative del sistema nervoso centrale

    Mexidol ha un pronunciato effetto positivo nel trattamento della sindrome neurolettica cronica con sintomi di discinesia tardiva e sindrome neurolettica subacuta. Il farmaco riduce la gravità dell'iprekinesis orale-linguale, riduce il tremore degli arti, la rigidità, l'ipomimia e l'ipocinesia, migliora le funzioni motorie dei pazienti. Inoltre, Mexidol potenzia l'azione dei farmaci antiparkinsoniani, che consente di ridurre le dosi di farmaci usati e ridurre i loro effetti collaterali.

    Per il trattamento delle lesioni degenerative-distrofiche del sistema nervoso centrale, Mexidol si raccomanda di usare 200 mg (4 ml) per via endovenosa in un flusso di 16,0 ml di soluzione di cloruro di sodio isotonico, due volte al giorno, per 10 giorni. Quindi il farmaco viene somministrato per via intramuscolare in una dose di 200 mg (4 ml), ogni giorno, per 15 giorni. Nelle prossime 4-6 settimane, è consigliabile nominare un modulo tablet - 0,125 g tre volte al giorno.

    Sindrome da disfunzione autonoma, stati nevrotici e nevrosi

    Mexidol ha mostrato la sua elevata efficacia nelle distonie vegetativo-vascolari, soprattutto procedendo in un tipo parossistico. Ha un effetto di normalizzazione vegetativa e un effetto decisamente tranquillizzante in condizioni nevrotiche e simili a nevrosi. Dosaggio del farmaco: sul 100200 mg (2-4 ml) Mexidol viene somministrato per via endovenosa in un flusso di 10,0-16,0 ml di soluzione di cloruro di sodio isotonico, ogni giorno per 10 giorni. Forse la somministrazione intramuscolare del farmaco in 200 mg (4 ml), ogni giorno, 15 giorni. Dopo l'iniezione, si consiglia di assegnare una forma di compresse di Mexidol 0,25-0,50 g al giorno. La dose giornaliera è divisa in 2-3 dosi. Il corso del trattamento è di 2-6 settimane. La terapia del corso con mexidol è completata in questo caso gradualmente, riducendo la dose del farmaco entro 2-3 giorni.

    Mexidol ha un effetto positivo sul sonno, ripristinandone la durata e la profondità, contribuendo nel contempo a ripristinare il ritmo corretto del sonno. Questo è combinato con la mancanza di effetti di sedazione durante l'assunzione del farmaco durante il giorno. In questo caso, il farmaco deve essere somministrato per via intramuscolare, 100-200 mg (2-4 ml) al giorno per 15-20 giorni. Quindi il farmaco viene somministrato in compresse, 0,125 g tre volte al giorno, per 4-6 settimane. La dose del farmaco prima della cancellazione viene ridotta gradualmente, entro 2-3 giorni.

    Disturbi della memoria e menomazione intellettuale negli anziani

    Mexidol è un farmaco efficace per la rivitalizzazione degli anziani. Il farmaco ha un effetto positivo sull'ipomnesia, maggiore distrazione e difficoltà di concentrazione, migliora la capacità di concentrazione e conta, migliora la memoria a breve termine per gli eventi attuali e la memoria a lungo termine per il passato. Il regime di dosaggio raccomandato di Mexidol: 100-200 mg (2-4 ml) - a seconda del grado di deficienza intellettuale - viene somministrato per via intramuscolare, per 10-15 giorni, quindi il farmaco viene somministrato per via orale a 0,125 g, tre volte al giorno, per meno di 4-6 settimane. Corsi simili sono ripetuti ogni 5-6 mesi.

    Periodi di carichi estremi

    Mexidol ha una spiccata capacità di migliorare le prestazioni mentali e fisiche, specialmente in condizioni estreme. È consigliabile iniziare Mexidol in questi casi con la somministrazione endovenosa di 200 mg (4 ml) per via endovenosa in un flusso di 16,0 ml di soluzione di cloruro di sodio isotonico, ogni giorno, per 10-15 giorni. Quindi il farmaco viene iniettato per via intramuscolare a 200 mg (4 ml) al giorno, 10 giorni, seguito da un passaggio all'assunzione della compressa in forma di 0,25-0,50 g al giorno; Il corso del trattamento è di 2-6 settimane. È possibile passare alla forma della compressa immediatamente dopo la somministrazione endovenosa di Mexidol.

    Malattie cerebrali esogene organiche

    Le cause delle lesioni cerebrali esogene organiche sono: precedenti lesioni craniocerebrali, intossicazione (escluso alcol), neuroinfection, esposizione alle radiazioni, nonché combinazioni di questi fattori.

    La scarsa tolleranza da parte dei pazienti di malattie organiche esogene di un certo numero di farmaci è nota. Mexidol, come hanno dimostrato alcuni studi, non è uno di questi. Quando lo si usa, c'è un chiaro effetto positivo sui deficit neurologici esistenti in questa categoria di pazienti. Il regime di dosaggio raccomandato del farmaco: 200 mg (4 ml) di Mexidol per via endovenosa in una corrente di 16,0 ml di soluzione di cloruro di sodio isotonico, ogni giorno per 10-15 giorni; quindi il farmaco può essere somministrato per via intramuscolare a 100-200 mg (2-4 ml) al giorno per 10-15 giorni, o passare a una forma compressa a 0,125 g tre volte al giorno per 4-6 settimane.

    Tossicità acuta con alcol etilico

    Considerando l'antiipoxico, antiossidante, tvvkviliziruyuschy ed effetti epatoprotettivi di Mexidol, il farmaco è raccomandato come parte della terapia complessa per il sollievo di intossicazione acuta con alcool etilico. Inoltre, Mexidol previene e riduce l'effetto tossico dell'alcol. Modalità di somministrazione: 400 mg (8 ml) per flebo per via endovenosa su 150,0 ml di soluzione di cloruro di sodio isotonico due volte al giorno - 3 giorni; poi 200 mg (4 ml) per via endovenosa in una corrente di 16,0 ml di soluzione fisiologica di NaCl, due volte al giorno, per 7 giorni. Se necessario, il trattamento può essere continuato utilizzando una forma compressa del farmaco - 0,125 g tre volte al giorno - 2-6 settimane.

    Sindrome da astinenza da alcol

    Mexidol è efficace come agente per la sospensione della sindrome da astinenza da alcol con sintomi somato-neurologici e mentali a causa del suo pronunciato effetto antiossidante e tranquillizzante. Confrontando la velocità dell'effetto copping del mexidol in relazione ai singoli sintomi della sindrome da astinenza da alcol con l'efficacia dei tradizionali farmaci per la disintossicazione, è stato trovato un vantaggio significativo di questo farmaco. Mexidol è un mezzo efficace per il sollievo rapido della sindrome da astinenza da alcol con una vasta gamma di effetti, sia sulle sue componenti psicopatologiche che sulle manifestazioni vegetative-vascolari. "Iniezione" Mexidol, in contrasto con la forma della compressa, è più efficace in relazione alla patologia affettiva, eliminando l'ansia in un tempo significativamente più breve.

    Regime di dosaggio raccomandato: 200 mg (4 ml) per via endovenosa in una corrente, 16,0 ml di soluzione di NaCL isotonica, ogni giorno, per 10-15 giorni, quindi è possibile passare alla somministrazione intramuscolare del farmaco alla dose di 200 mg (4 ml), ogni giorno, entro 10 giorni, con la successiva transizione alla forma della compressa (0,125 g tre volte al giorno, 4-6 settimane).

    In alcuni casi, è possibile una combinazione della sola somministrazione intramuscolare del farmaco (nei dosaggi descritti) e di una compressa.

    È possibile utilizzare solo il modulo di rilascio orale di Mexidol (compresse) alla dose di 500 mg / die - 2 compresse (0,125 g ciascuno) due volte al giorno per l'intero periodo della sindrome da sbornia.

    Trattamento e riabilitazione dei pazienti con dipendenza da oppio (eroina)

    - Sindrome da astinenza narcotica acuta:

    L'inclusione di Mexidol nel trattamento complesso della sindrome da astinenza narcotica acuta porta ad una diminuzione dell'intensità dei disturbi autonomici, riduce il dosaggio di un numero di farmaci usati per alleviare la sindrome da astinenza narcotica, riduce significativamente gli effetti collaterali dei farmaci neurolettici, riduce gli effetti dell'intossicazione da farmaci, velocizza il recupero di alcune funzioni vitali sonno, appetito), e anche per ridurre il tempo di preparazione dei pazienti per la psicoterapia eventi FIR. Allo stesso tempo, è stato stabilito che la somministrazione endovenosa di jet del farmaco ai tossicodipendenti nella fase iniziale della sindrome da astinenza ha un pronunciato effetto tranquillante.

    Il regime di dosaggio raccomandato di mexidol nella sindrome da astinenza acuta è 400-600 mg / die (8-12 ml) per via endovenosa (in un flusso o una flebo) per 5-7 giorni.

    - Periodo post-astinenza e fase di riabilitazione:

    Le proprietà cerebroprotettive, anti-amnesiche e la capacità di Mexidol di eliminare gli effetti collaterali dei neurolettici, ne hanno determinato l'utilizzo da parte dei tossicodipendenti nel periodo post-astinente e nelle fasi di riabilitazione. È stabilito che la somministrazione giornaliera del farmaco previene o condiziona i disturbi extrapiramidali nella nomina degli antipsicotici. Il farmaco deve essere somministrato a dosi di 200-400 mg / die (4-8 ml) per via endovenosa in un flusso o per via intramuscolare, in un decorso di 10-20 giorni.

    I dati ottenuti sull'uso di Mexidol nelle fasi di formazione della remissione hanno mostrato il suo effetto positivo sulla stabilizzazione dello stato nei pazienti con dipendenza da eroina. Allo stesso tempo, il trattamento a lungo termine con mexidol era limitato dalla necessità della sua somministrazione parenterale. Vi è motivo di credere che l'uso di Mexidol in compresse, che è più conveniente per la somministrazione del farmaco a livello ambulatoriale, possa avere un effetto terapeutico ancora più significativo sul decorso del processo di riabilitazione in pazienti con dipendenza da eroina. In forma di compresse, si consiglia di prescrivere Mexidol a 0,25 g (2 compresse a 0,125 g) due volte al giorno per almeno 4-6 settimane.

    Terapia combinata di processi purulenti e infiammatori acuti della cavità addominale

    Nella pancreatite acuta distruttiva, peritonite, Mexidol è prescritto il primo giorno, sia nel periodo preoperatorio che postoperatorio. Le dosi somministrate dipendono dalla forma e dalla gravità della malattia, dall'estensione del processo, dalle varianti del decorso clinico. L'abolizione del farmaco dovrebbe essere effettuata gradualmente, solo dopo un costante effetto clinico e di laboratorio positivo.
    - In caso di pancreatite acuta edematosa (interstiziale), Mexidol viene prescritto 100 mg (2 ml) tre volte al giorno per via endovenosa, in una soluzione isotonica di cloruro di sodio.
    - La gravità lieve della pancreatite necrotica è 100-200 mg (2-4 ml) tre volte al giorno per via endovenosa (in una soluzione isotonica di NaCl).
    - Grave pancreatite necrotica - Mexidol viene iniettato in una dose di 800 mg (16 ml) di impulsi il primo giorno, con un regime di doppia somministrazione; poi 300 mg (6 ml) due volte al giorno con una diminuzione graduale della dose giornaliera.
    - Il decorso estremamente severo è nella dose iniziale di 800 mg / die (16 ml) fino al sollievo persistente dello shock pancreatogeno, stabilizzazione di 300-400 mg (6-8 ml) due volte al giorno per via endovenosa (in soluzione isotonica di cloruro di sodio) con diminuzione graduale della dose giornaliera.

    Utilizzare in pratica medica dentale

    Le caratteristiche e il meccanismo d'azione di Mexidol rivelano chiaramente i suoi vantaggi rispetto ai farmaci noti e determinano le prospettive di utilizzo per la sedazione dei pazienti nella pratica medica dentale. Mexidol ha il vantaggio, sia rispetto ai tranquillanti classici, sia rispetto agli analgesici non narcotici, che consiste nella complessa azione di questo farmaco, che ha effetti tranquillanti e anestetici senza effetti collaterali.

    Ai fini della sedazione del paziente su un ricovero dentale ambulatoriale, si raccomanda di somministrare 100-200 mg (2-4 ml) di una soluzione al 5% di mexidolo per 10.0-16.0 ml di soluzione di cloruro di sodio isotonico 20-30 minuti prima del prossimo intervento dentale.

    Controindicazioni

    L'uso di Mexidol è controindicato nei disturbi acuti del fegato e dei reni. Ipersensibilità o intolleranza al farmaco.

    Effetti collaterali

    Studiando gli effetti collaterali di Mexidol, è stato scoperto che anche nella fascia più alta delle dosi terapeutiche:
    - non influisce sull'attività motoria spontanea;
    - non cambia la coordinazione dei movimenti;
    - non causa sonnolenza;
    - non ha azione muscolare rilassante;
    - non influisce negativamente sul fegato, ma, al contrario, ha un effetto epatoprotettivo;
    - non influenza la pressione sanguigna, la frequenza cardiaca, l'ECG, il ritmo respiratorio, non causa cambiamenti nel sangue.

    Può essere osservato: dal sistema digestivo: raramente nausea, bocca secca. Bisogna fare attenzione quando il mexidol viene prescritto a pazienti con numeri BP alti e bassi e un decorso critico di ipertensione.

    Con iniezione a getto endovenosa di Mexidol, a volte si può notare un mal di gola, un sapore metallico in bocca, una tosse. Questo non è un motivo per cancellare il farmaco. In primo luogo, nelle successive iniezioni di mexidol, la gravità dei fenomeni descritti diminuisce; e in secondo luogo, con una diluizione più elevata del farmaco o una somministrazione più lenta, l'intensità dei fenomeni descritti diminuisce.

    Interazione con altri farmaci

    Il farmaco è combinato con anticoagulanti, agenti antipiastrinici, antiipertensivi, agenti ipoglicemici; tutti i farmaci usati per trattare le malattie del sistema cardiovascolare.

    Mexidol potenzia l'azione di anticonvulsivanti, tranquillanti, farmaci antiparkinsoniani, analgesici. Il farmaco riduce gli effetti tossici dell'alcol etilico.

    overdose

    A causa della bassa tossicità, il sovradosaggio è improbabile e finora non sono stati segnalati casi di questo tipo. Teoricamente, in caso di sovradosaggio possono verificarsi sonnolenza e sedazione.

    Condizioni di conservazione

    Elenco B. Il farmaco deve essere conservato in un luogo buio, fuori dalla portata dei bambini.

    Periodo di validità

    2 anni. Non usare dopo la data di scadenza stampata sulla confezione.